Come Trattare l'Otite Media

In questo Articolo:Trattare l'Otite Media con i FarmaciGestire il DoloreTrattare l'Otite Media a CasaDiagnosticare il Problema

"Otite media" è un termine medico per indicare un'infezione dell'orecchio medio, l'area che si trova appena dietro il timpano. L'infezione dell'orecchio e la formazione di fluidi è più diffusa tra i neonati e i bambini piccoli rispetto agli adulti. Questo perché le trombe di Eustachio, i sottili condotti che vanno dall'orecchio medio a quello interno verso la parte posteriore della gola e che aiutano a drenare le normali secrezioni delle orecchie, sono più corte e in posizione più orizzontale nei bambini. Di conseguenza, è più probabile che questi condotti possano ostruirsi e infettarsi con batteri o virus. Nella maggior parte dei casi, l'otite media guarisce da sola. Tuttavia, esistono diversi trattamenti disponibili, così come dei rimedi casalinghi e delle tecniche per gestire il dolore e il disagio.[1]

1
Trattare l'Otite Media con i Farmaci

  1. 1
    Segui l'approccio "attendista". Nella maggioranza dei casi, il sistema immunitario dell'organismo è in grado di combattere e guarire dalle infezioni dell'orecchio, basta concedergli un po' di tempo (in genere due o tre giorni).[2] Il fatto che, di solito, l'otite media guarisca da sola, porta diverse associazioni mediche a sostenere questo approccio, limitandosi a somministrare degli antidolorifici senza prescrivere antibiotici.[3]
    • L'associazione americana dei pediatri e quella dei medici di famiglia consigliano l'approccio "attendista" per i bambini dai 6 mesi fino ai due anni di età che soffrono di otite media in un orecchio solo, mentre per i bambini con più di due anni, l'otite deve colpire entrambe le orecchie per almeno due giorni e la febbre deve essere più di 39 °C prima di intervenire con trattamenti medici.[4][5]
    • Molti medici sostengono questo tipo di approccio per limitare l'uso degli antibiotici, anche perché se ne è ampiamente abusato, portando allo sviluppo di batteri resistenti ai farmaci. Inoltre, gli antibiotici non possono curare l'infezione, quando questa è causata da virus.[6]
  2. 2
    Prendi gli antibiotici. Se l'otite non scompare da sola, il medico potrà prescriverti un ciclo di 10 giorni di questi farmaci, in modo da trattare l'infezione e teoricamente ridurne in parte i sintomi. Tra gli antibiotici che vengono prescritti più spesso ci sono l'amoxicillina e l'azitromicina (quest'ultimo se sei allergico alla penicillina). Questa classe di farmaci viene somministrata spesso a coloro che soffrono di infezioni frequenti o estremamente dolorose e gravi. Nella maggior parte dei casi, gli antibiotici sono in grado di debellare il disturbo. Tra i loro effetti collaterali si riscontrano sfoghi cutanei, nausea, vomito e diarrea.[7][8]
    • Se il medico è preoccupato per la resistenza agli antibiotici nella zona ti può prescrivere un farmaco che è una combinazione di amoxicillina e acido clavulanico (Augmentin). L'acido clavulanico impedisce ai batteri di disattivare l'amoxicillina, inibendo la resistenza agli antibiotici.
    • Tieni presente che questi medicinali non vengono prescritti quando l'infezione è di origine virale o micotica, in quanto non sono efficaci contro tali agenti patogeni, ma solo contro i batteri.
    • Il dosaggio tipico per un adulto che soffre di otite media è di 250-500 mg, da prendere per via orale tre volte al giorno per 10-14 giorni.
    • Per i bambini di 6 anni e più, che presentano un'infezione ritenuta dal pediatra lieve o moderata, può essere prescritto un ciclo più breve di antibiotici (5-7 giorni anziché 10).[9]
    • Concludi sempre l'intero ciclo del trattamento farmacologico. Anche se i sintomi iniziano a migliorare un po' all'inizio della cura, devi assolutamente portare a termine il trattamento che ti è stato prescritto. Se ti è stato detto di assumere antibiotici per 10 giorni, devi prenderli per 10 giorni! Sappi, comunque, che potresti iniziare a sentirti meglio già entro 48 ore. Se la temperatura persiste oltre i 37,7 °C e non tende a scendere, significa che i batteri sono resistenti a quel particolare farmaco; in questo caso, dovrai fartene prescrivere un altro.
    • Rivolgiti al medico al termine della cura antibiotica per verificare se l'infezione è stata debellata.[10]
  3. 3
    Prendi dei decongestionanti. Puoi assumere questa classe di farmaci da banco per facilitare il drenaggio dei fluidi che si sono accumulati a causa dell'infezione. I decongestionanti possono essere disponibili come spray nasale o in pastiglie per uso orale e li trovi nella maggior parte delle farmacie. Assicurati di seguire la posologia riportata sul bugiardino. Tuttavia, ci sono solo poche prove a dimostrazione della loro capacità di stimolare la guarigione dall'otite media; pertanto, di solito, non vengono consigliati.[11]
    • Gli spray nasali non devono essere usati per più di tre giorni alla volta. Se ne fai un uso maggiore potresti soffrire dell'effetto rebound, con conseguente gonfiore dei passaggi nasali.
    • Sebbene con i decongestionanti orali il gonfiore da rebound sia meno frequente, alcune persone manifestano, però, palpitazioni o un aumento della pressione sanguigna.
    • Non dare i decongestionanti ai bambini che soffrono di otite media, in quanto questi farmaci sono adatti solo per gli adulti. Dato che l'anatomia dei bambini è diversa, questa classe di medicinali può ridurre la capacità del loro organismo di sciogliere i fluidi e può prolungare i tempi dell'infezione.
    • Consulta il medico prima di usare qualunque decongestionante in formato spray nasale o orale.
  4. 4
    Sottoponiti a una miringotomia. Si tratta di un intervento chirurgico indicato soprattutto nei casi di frequenti infezioni dell'orecchio che non guariscono con gli antibiotici. La procedura consiste nel drenare i fluidi bloccati nell'orecchio medio inserendo un tubo di ventilazione. In genere, dovresti rivolgerti a un otorinolaringoiatra (specialista di orecchie, naso e gola) per stabilire se questo intervento è appropriato per il tuo caso specifico.[12][13]
    • In questo intervento ambulatoriale, l'otorinolaringoiatra posiziona chirurgicamente, attraverso una piccola incisione, un tubicino nel timpano per aiutare la ventilazione nell'orecchio, evitando così che possano accumularsi altri fluidi e permettere a quelli già presenti di fuoriuscire completamente dall'orecchio medio.[14]
    • Alcuni tubi sono specificamente ideati per restare in posizione da 6 mesi a un anno e poi cadere spontaneamente.[15] Altri, invece, sono progettati per restare per un periodo più lungo e devono essere rimossi chirurgicamente.[16]
    • Solitamente, il timpano si cicatrizza una volta che il tubo di ventilazione è caduto o è stato rimosso.[17]

2
Gestire il Dolore

  1. 1
    Applica un impacco caldo. Metti un asciugamano caldo e umido sull'orecchio interessato per ridurre il malessere e il dolore lancinante. Puoi appoggiare sull'orecchio un qualunque tipo di impacco caldo, come un asciugamano impregnato di acqua calda o bollente, per ottenere un sollievo immediato.[18][19]
    • In alternativa, puoi prendere 200 g di sale o di riso, scaldarlo in un tegame sul fuoco finché non sarà diventato caldo, ma non troppo bollente, e inserirlo in un calzino o un asciugamano. Appoggialo quindi sull'orecchio colpito dall'otite. Queste sostanze mantengono il calore per un periodo maggiore rispetto all'asciugamano bagnato.
  2. 2
    Prendi degli antidolorifici. Il medico potrà consigliarti dei farmaci da banco, come il paracetamolo (Tachipirina) o l'ibuprofene (Brufen, Moment) per alleviare il dolore e ridurre il disagio.[20] Attieniti al dosaggio raccomandato descritto sul bugiardino.
    • Gli adulti dovrebbero prendere fino a 650 mg di paracetamolo o 400 mg di ibuprofene ogni quattro o sei ore, a seconda della gravità del dolore.[21]
    • La posologia degli antidolorifici per i bambini dipende dal peso dei bambini stessi. Leggi le indicazioni riportate sulla confezione per stabilire il dosaggio appropriato da somministrare loro.[22]
    • Sii molto cauto quando somministri l'aspirina ai bambini o ragazzi sotto i 19 anni d'età. Tecnicamente, questo farmaco è considerato appropriato per i bimbi che hanno più di due anni. Tuttavia, devi essere molto attento se decidi di curare tuo figlio con questa medicina, in quanto è stata recentemente correlata alla sindrome di Reye, una patologia rara, ma che causa danni epatici e al cervello ai ragazzi che stanno guarendo dalla varicella o dall'influenza.[23] Consulta il pediatra, se sei preoccupato in tal senso.[24]
  3. 3
    Usa le gocce auricolari. Se provi un dolore forte, il medico potrà prescrivertele, come quelle a base di antipirina, benzocaina e glicerina (Auralgan), per alleviare il dolore, purché il timpano sia integro e non sia lacerato o rotto. Generalmente, la posologia è di tre o quattro gocce di medicinale da inserire nel canale uditivo due volte al giorno per sette giorni. Sdraiati su un fianco per permettere alle gocce di scendere nel condotto e resta in posizione per un minuto, per dare al farmaco il tempo di agire ed essere assorbito.[25][26]
    • Se devi somministrare le gocce a un bambino, scalda il flaconcino mettendolo in acqua calda. In questo modo, eviti di creare uno shock termico nell'orecchio, dato che non sono più troppo fredde. Fai in modo che il bimbo si sdrai su una superficie piana tenendo il lato dell'orecchio infetto rivolto verso di te. Somministra le gocce attenendoti alla posologia indicata sulla confezione e non superare il dosaggio consigliato. Segui la stessa procedura che useresti per mettere le gocce a un adulto o in un tuo stesso orecchio.
  4. 4
    Cambia la posizione quando dormi. Per alleviare il dolore e facilitare il drenaggio dei liquidi accumulati nell'orecchio, devi modificare il modo in cui ti sdrai quando vai a letto. Metti un po' di cuscini sotto la testa, per tenerla sollevata e permettere ai liquidi presenti nell'orecchio di uscire meglio.

3
Trattare l'Otite Media a Casa

  1. 1
    Consulta il medico prima di effettuare uno qualunque di questi rimedi. Alcune persone cercano rimedi antimicrobici naturali prima di vedere un medico. Questo può effettivamente essere molto pericoloso, in quanto non si può dire se il problema è in realtà un timpano perforato, un tumore nel canale uditivo, un taglio nella pelle nell'orecchio o qualcos'altro di più grave di una semplice infezione dell'orecchio. L'applicazione di un rimedio casalingo può aggravare queste condizioni e/o può falsare la capacità di osservazione del dottore quando guarda dentro l'orecchio. Se il bambino ha un timpano perforato, facendo così potrebbe anche seriamente rischiare di provocare la sordità in quell'orecchio.
  2. 2
    Usa l'olio d'aglio o di cocco per i tuoi trattamenti casalinghi. Entrambi hanno proprietà antibatteriche e vengono usati da molto tempo come rimedio casalingo contro le infezioni. Puoi preparare tu stesso a casa l'olio d'aglio usando diversi spicchi, mentre quello di cocco va acquistato, ma deve essere vergine e spremuto a freddo affinché possa mantenere le sue proprietà terapeutiche.[27]
    • Per preparare l'olio di aglio a casa, trita un paio di spicchi di aglio fresco e scaldali immergendoli in olio d'oliva a una temperatura molto bassa per mezz'ora. L'olio di cocco è disponibile nei negozi di alimentari e di prodotti naturali.
    • Per usarlo per il tuo scopo, inserisci due o tre gocce dell'olio che hai scelto nell'orecchio malato e piega la testa per 10 minuti sull'altro lato, in modo che non fuoriesca.
    • Non devi mai inserire l'olio nell'orecchio se temi che il timpano sia rotto, in quanto potrebbe provocare danni se dovesse attraversarlo.
  3. 3
    Mastica una gomma allo xilitolo. Si tratta di un dolcificante naturale o un sostituto dello zucchero. Sono stati fatti alcuni studi a dimostrazione del fatto che questa sostanza sia in grado di ridurre il numero di otiti, in quanto agisce contro i batteri che si sviluppano nell'orecchio e che sono responsabili dell'infezione. Mastica due pezzi di gomma allo xilitolo cinque volte al giorno.[28][29]
    • Tuttavia, devi essere cauto con le gomme da masticare. È vero che lo xilitolo può uccidere i batteri responsabili dell'infezione, ma masticare troppe gomme può aumentare il rischio di sviluppare la sindrome dell'articolazione temporo-mandibolare e provocare l'erosione dei denti a causa degli aromi artificiali e dei conservanti in esse presenti.[30]
  4. 4
    Usa l'aceto di mele. Si tratta di un altro rimedio naturale antimicrobico. Esistono diverse prove aneddotiche – sebbene non siano comprovate da dati scientifici – a dimostrazione della sua efficacia contro l'otite. Diluisci l'aceto con altrettanta acqua e riempi il canale uditivo con la soluzione, appoggiando sull'orecchio un batuffolo di cotone o un panno oppure sdraiandoti sul lato opposto. Dopo cinque minuti, fai uscire la miscela dall'orecchio girandoti sull'altro lato e tenendo verso il basso quello malato.[31]
    • Puoi anche applicare direttamente tre o quattro gocce di aceto di mele all'interno dell'orecchio infetto usando una siringa o piegando per alcuni minuti la testa sul lato opposto, in modo che la soluzione possa agire.
  5. 5
    Elimina i latticini dalla tua alimentazione. Sebbene le ricerche più recenti abbiano dimostrato che probabilmente questi prodotti non sono responsabili dell'aumento della produzione di muco, esistono degli studi che hanno riscontrato alcuni casi in cui in realtà ciò è avvenuto. Quando la produzione di muco aumenta, ostruisce le trombe di Eustachio, incrementando il rischio che si sviluppi una colonia batterica.[32]

4
Diagnosticare il Problema

  1. 1
    Prendi nota dei sintomi visibili associati all'otite media. Tra i più comuni, puoi notare dolore, agitazione, febbre e anche vomito oppure il bambino che ancora non è in grado di parlare potrebbe "strattonare" l'orecchio infetto. Inoltre, il bimbo potrebbe avere difficoltà a mangiare o a dormire normalmente perché la posizione sdraiata, la masticazione e la suzione possono alterare la pressione interna del condotto uditivo e causare dolore. Anche gli adulti provano dolore, sensazione di pressione e un aumento del disagio quando sono sdraiati.[33][34][35]
    • Dato che le fasce d'età che corrono un maggiore rischio di otite media e di accumulo di fluidi sono quelle che vanno dai tre mesi ai due anni, i genitori o coloro che si prendono cura dei bambini devono dare al pediatra il maggior numero possibile di informazioni in merito alla storia clinica del bimbo. Pertanto, è fondamentale tenere traccia e registrare con attenzione qualunque sintomo rilevabile.
    • Se noti la fuoriuscita di liquido, pus o secrezioni sanguinolente, porta immediatamente il bimbo dal pediatra.[36]
  2. 2
    Monitora i sintomi relativi al comune raffreddore. L'otite media è generalmente considerata un'infezione secondaria che segue il normale raffreddore, definito infezione primaria. Preparati alla congestione, alla tosse, al mal di gola, ad avere un po' di febbre e delle secrezioni nasali per qualche giorno, tutti sintomi che accompagnano il raffreddore.[37]
    • La maggior parte dei raffreddori è di natura virale; dato che non ci sono trattamenti per questo tipo di infezioni, in genere non c'è motivo di rivolgersi al medico. Devi contattarlo solo se non riesci a tenere sotto controllo la febbre somministrando le dosi corrette di paracetamolo o ibuprofene (e quando la temperatura raggiunge i 38,8 °C). Presta attenzione a tutti i sintomi del raffreddore, in quanto il medico vorrà essere informato dell'infezione primaria. Di solito, il raffreddore dura una settimana. Se dopo questo periodo non ci sono miglioramenti, fatti visitare dal medico.
  3. 3
    Cerca i segnali di problemi uditivi. Di solito, l'orecchio medio è pieno di aria che permette la trasmissione delle onde sonore. Quando però è ostruito dai fluidi formatisi durante l'infezione, i suoni sono alterati o attutiti. Alcune persone trovano che questi suoni sembrano provenire da sotto la superficie dell'acqua. Se noti i seguenti sintomi, l'udito potrebbe essere compromesso:[38][39]
    • Mancata reazione ai suoni o ad altri rumori leggeri;
    • Necessità di alzare il volume del televisore o della radio;
    • Parlare a un tono di voce insolitamente alto;
    • Disattenzione generale.
  4. 4
    Informati sulle possibili complicazioni. La maggior parte delle otiti medie non porta a complicazioni nel lungo termine e spesso sparisce da sola entro due o tre giorni. Tuttavia, in caso di frequenti infezioni, può verificarsi qualche conseguenza grave, come:[40]
    • Ritardi dello sviluppo o del linguaggio. La perdita dell'udito nei bambini piccoli può provocare un ritardo nello sviluppo del linguaggio, soprattutto se il bimbo non ha ancora raggiunto l'età in cui è in grado di parlare.[41]
    • Alterazioni dell'udito. Sebbene sia abbastanza comune che l'udito sia leggermente compromesso in presenza dell'otite media, quando l'infezione o la presenza di fluidi è persistente possono verificarsi casi più gravi di perdita del senso e in alcuni casi può anche danneggiarsi il timpano e l'orecchio medio.[42]
    • Diffusione dell'infezione. Se non viene adeguatamente curata o non risponde ai trattamenti, l'infezione può diffondersi agli altri tessuti; in questo caso, il problema deve essere affrontato immediatamente. La mastoidite è un'infezione potenzialmente responsabile della protrusione dell'osso dietro l'orecchio. Questo problema non solo può provocare danni all'osso stesso, ma possono formarsi anche delle cisti piene di pus. In alcuni casi molto rari, un'infezione grave dell'orecchio medio può diffondersi nel cranio e colpire anche il cervello.[43]
    • Lacerazione del timpano. A volte, l'infezione può provocare la lacerazione o la rottura del timpano.[44] Quasi sempre, tale danno guarisce in circa tre giorni, ma in alcuni casi eccezionali è necessario un intervento chirurgico.[45]
  5. 5
    Fissa un appuntamento con il medico. Se temi di avere in corso un'infezione all'orecchio medio, devi farti visitare dal medico per ottenere una diagnosi accurata.[46] Egli esaminerà l'orecchio con un otoscopio, un piccolo strumento simile a una torcia, che lo aiuterà a visionare l'interno del condotto uditivo fino al timpano.[47]
    • Se il problema persiste, si verifica di frequente o non si riduce con i trattamenti, puoi rivolgerti a un otorinolaringoiatra, lo specialista di orecchie, naso e gola.[48]

Consigli

  • Ricorda che non esiste un unico approccio perfetto come trattamento. Quando il medico sceglie la terapia per te, deve considerare una varietà di fattori, come l'età, il tipo, la durata e la gravità dell'infezione, quante volte hai sofferto di otiti medie nella tua vita e se l'infezione sta provocando una perdita dell'udito.[49][50]
  • Tieni presente che, di solito, i rimedi casalinghi si concentrano soprattutto sull'alleviare il dolore causato dall'infezione, più che sul risolvere la vera patologia. Dovresti combinare tali cure casalinghe con trattamenti farmacologici.
  • Alcune persone provano a curarsi con rimedi naturali antimicrobici, prima di farsi visitare dal medico e farsi prescrivere antibiotici. Di solito, questo è un approccio sicuro per due o tre giorni, ma devi cercare immediate cure mediche se i sintomi si aggravano o se noti la fuoriuscita di sangue o altre secrezioni dall'orecchio.

Avvertenze

  • Se temi che l'infezione stia peggiorando, recati subito dal medico. Se hai già provato per un paio di giorni dei rimedi casalinghi e non hai notato dei miglioramenti, devi rivolgerti a un professionista. L'infezione potrebbe aggravarsi e provocare danni permanenti all'orecchio.

Riferimenti

  1. http://umm.edu/health/medical/altmed/condition/otitis-media
  2. http://umm.edu/health/medical/altmed/condition/otitis-media
  3. http://kidshealth.org/parent/infections/ear/otitis_media.html#
  4. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/ear-infections/basics/treatment/con-20014260
  5. http://umm.edu/health/medical/altmed/condition/otitis-media
  6. http://kidshealth.org/parent/infections/ear/otitis_media.html#
  7. http://kidshealth.org/parent/infections/ear/otitis_media.html#
  8. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/ear-infections/basics/treatment/con-20014260.
  9. http://kidshealth.org/parent/infections/ear/otitis_media.html#
Mostra altro ... (41)

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Cura delle Orecchie

In altre lingue:

English: Treat Otitis Media, Português: Tratar a Otite Média, Deutsch: Otitis Media behandeln, Español: curar la otitis media, Русский: лечить отит, Français: traiter une otite moyenne, Bahasa Indonesia: Menyembuhkan Otitis Media

Questa pagina è stata letta 14 638 volte.
Hai trovato utile questo articolo?