Come Trattare la Candidosi Cutanea

Scritto in collaborazione con: Luba Lee, FNP-BC

In questo Articolo:Diagnosticare la CandidosiFare un Trattamento TopicoCombattere le Cause

Trattare la candidosi cutanea è facile, inoltre le infezioni tendono generalmente a passare nel giro di poche settimane. La candida è un fungo che si sviluppa naturalmente nell'organismo, ma il sistema immunitario subisce talvolta degli squilibri che scatenano un'infezione. Se dovessi contrarla, è normale che tu voglia trovare un sollievo immediato. Pur essendo fastidiosa, l'infezione è facile da trattare, l'importante è individuarla, esaminare le cause e fare trattamenti a somministrazione topica.

Parte 1
Diagnosticare la Candidosi

  1. 1
    Esamina la presenza di chiazze rosse e squamose. La candidosi ricorda spesso un'eruzione cutanea dalla superficie squamosa. Assume una colorazione rosso scuro o rosata, con la diffusione di protuberanze simili a comedoni. Lo sfogo potrebbe essere limitato o interessare una zona estesa, quindi non sottovalutare i rossori che colpiscono aree ridotte [1].
    • A volte le chiazze sono circolari, ma possono anche essere informi.
    • Valuta la presenza di zone calde e umide.
    • La parte centrale della chiazza potrebbe assumere una colorazione o un tono più chiaro rispetto al resto dell'area.
  2. 2
    Osserva se hai la tentazione di grattarti. La candidosi cutanea provoca prurito e spesso bruciore, quindi considera la frequenza con cui ti ritrovi a grattarti o a sistemarti i vestiti per trovare un po' di sollievo. Se non accusi prurito, è possibile che non si tratti di candidosi [2].
    • Se è il prurito l'unico sintomo che accusi, non è detto che si tratti di candidosi.
    • Se l'infezione interessa il piede, il prurito potrebbe acuirsi dopo avere tolto le scarpe o i calzini.
  3. 3
    Osserva la presenza di pustole rosse, spesso simili a brufoletti che tendono a manifestarsi intorno ai bordi della chiazza. Il prurito peggiora la situazione, anche perché grattare le pustole può causare la fuoriuscita di pus [3].
  4. 4
    Considera l'ubicazione dell'eruzione cutanea. La candidosi tende a manifestarsi sulle zone calde e umide, come sotto le braccia, nell'area inguinale, nelle pieghe fra le natiche, sotto il petto, sui piedi o fra le dita di mani e piedi. Il fungo prolifera soprattutto nelle pieghe cutanee e intorno a esse, per esempio sotto il seno [4].
    • Le zone calde e umide sono più predisposte alla candidosi.
    • Osserva con attenzione i rossori che interessano la zona delle pieghe cutanee.
  5. 5
    Considera gli eventuali fattori di rischio. Le persone obese, diabetiche, sotto antibiotici o che hanno un sistema immunitario indebolito sono più predisposte a contrarre la candidosi. Inoltre, l'infezione tende a manifestarsi maggiormente in caso di scarsa igiene personale o utilizzo di vestiti stretti [5].
    • Anche un clima torrido e umido rappresenta un fattore di rischio, quindi considera l'ambiente e la stagione [6].

Parte 2
Fare un Trattamento Topico

  1. 1
    Rivolgiti a un dermatologo, che può esaminare le cellule cutanee con un microscopio per offrirti una diagnosi più accurata e prescriverti un trattamento adeguato [7]. Affinché venga curata correttamente, la candidosi può richiedere l'applicazione di antimicotici su prescrizione, di conseguenza è necessaria una ricetta medica [8]. Un dermatologo può prescriverti sia una crema sia un antimicotico ad assunzione orale [9].
    • Esistono molti disturbi cutanei simili alla candidosi, come dermatite seborroica, psoriasi, dermatite da contatto o malattia di Lyme. Solo un dermatologo è in grado di fare una diagnosi precisa.
  2. 2
    Prova un metodo naturale. L'olio di cocco e di melaleuca sono due ingredienti naturali facilmente reperibili ed efficaci per trattare la candidosi. Entrambi permettono di eliminare i funghi, candida inclusa.
    • Per usare l'olio di cocco, massaggialo sulla pelle tre volte al giorno. Il rossore dovrebbe attenuarsi dopo una settimana circa di trattamento.
    • Per usare l'olio di melaleuca, applicane due o tre gocce sulla zona interessata tre volte al giorno. Bisogna aspettare qualche settimana prima di iniziare a vedere dei risultati.
  3. 3
    Usa antimicotici da banco per trattare la candidosi. Puoi trovarli in farmacia e in parafarmacia. L'infezione può essere trattata anche con alcuni dei prodotti utilizzati per il piede d'atleta. Prova antimicotici a base di clotrimazolo o miconazolo, facili da reperire [10].
    • Massaggia omogeneamente il prodotto sulla zona interessata.
    • Ripeti l'applicazione due volte al giorno.
    • Possono volerci fra le due e le quattro settimane prima di iniziare a vedere miglioramenti.
    • Leggi le istruzioni riportate sulla confezione per saperne di più in merito al prodotto.

Parte 3
Combattere le Cause

  1. 1
    Tieni la pelle asciutta. Ogni volta che ne hai la possibilità, fai respirare la zona interessata indossando vestiti morbidi o lasciandola scoperta. Dato che la candida tende a proliferare in posti scomodi, non sempre è possibile esporli all'aria. Tuttavia, puoi comunque intervenire per mantenere asciutta la zona [11].
    • Evita le zone torride e umide.
    • Tampona la pelle con un asciugamano nel corso della giornata.
    • Se possibile, lascia libera la pelle. Non usare bende e scegli vestiti che la lascino scoperta o che abbiano una tenuta morbida.
  2. 2
    Usa polveri che assorbano l'umidità. L'amido di mais e la polvere di talco assorbono l'acqua, sudore incluso. Hanno anche un'azione lenitiva sulla pelle, offrendo una sensazione di sollievo durante la guarigione. In commercio è possibile trovare diversi prodotti, altrimenti puoi decidere di utilizzare il tradizionale amido di mais [12].
    • Evita di inalare la polvere.
    • Alcune persone temono che applicare la polvere di talco sui genitali femminili possa causare il cancro dell'ovaio, quindi meglio minimizzare l'uso di questo prodotto in caso di candidosi inguinale [13].
  3. 3
    Indossa vestiti morbidi in fibre naturali che permettano alla pelle di respirare o in microfibra idrorepellente. Evita gli indumenti stretti, che favoriscono la proliferazione della candida [14].
    • Cerca di indossare biancheria intima e calzini di cotone: permettendo alla pelle di respirare, aiutano a prevenire la candidosi [15].
    • Evita di vestirti a strati nei giorni caldi. Invece, quando fa freddo vestiti a cipolla per toglierti gli strati più pesanti al chiuso.
  4. 4
    Cerca di avere una buona igiene personale, fondamentale per curare e prevenire la candidosi. Una scarsa igiene può effettivamente acuire l'infezione. Oltre a farti regolarmente il bagno o la doccia, usa delle salviette umide per rinfrescarti dopo aver sudato [16].

Consigli

  • Evita di condividere scarpe, calzini e asciugamani con altre persone, altrimenti rischi di contrarre un'altra infezione da candida.
  • Se hai il diabete, mantenere una glicemia ottimale aiuta a prevenire la candidosi cutanea [17].
  • Il sovrappeso può causare la formazione di zone calde e umide che tendono a favorire la proliferazione della candida. Dimagrire aiuta a combattere la candidosi perché annulla questo fattore di rischio.

Avvertenze

  • In caso di infezione persistente, rivolgiti a un dermatologo.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Disturbi della Pelle

In altre lingue:

English: Treat a Yeast Infection on Your Skin, Español: tratar la candidiasis cutánea, Português: Tratar uma Infecção por Fungo na Pele, Deutsch: Eine Hefeinfektion auf deiner Haut behandeln, Français: traiter une infection à levures

Questa pagina è stata letta 1 199 volte.
Hai trovato utile questo articolo?