Scarica PDF Scarica PDF

La dermatite seborroica provoca delle chiazze di pelle screpolata, arrossata e squamosa. È conosciuta anche come eczema seborroico, psoriasi seborroica, forfora grassa (quando colpisce il cuoio capelluto) o crosta lattea (nei neonati). Oltre alla testa, colpisce spesso il viso. Tuttavia, non è un segno di cattiva igiene, non è contagiosa né pericolosa per la salute. Si tratta di un problema che crea imbarazzo, ma esistono fortunatamente dei rimedi per sbarazzarsene.[1]

Parte 1
Parte 1 di 3:
Riconoscere la Dermatite Seborroica

  1. 1
    Individua questo disturbo dermatologico sul viso. Le persone si aspettano in genere di vedere della pelle squamosa sul cuoio capelluto, ma la dermatite può colpire anche altre parti del corpo in cui la pelle è piuttosto grassa, come sul viso. Il sebo infatti fa aderire le cellule morte tra loro formando delle squame giallastre. I sintomi più comuni sono:[2]
    • Zone di squame bianche e unte o croste giallastre sulle orecchie, ai lati del naso o in altre zone del viso;
    • Forfora su sopracciglia, barba o baffi;
    • Arrossamento;
    • Palpebre rosse e coperte da croste;
    • Desquamazione che punge o prude.
  2. 2
    Sappi quando è opportuno recarsi dal medico. Se temi che possano svilupparsi delle complicazioni o la situazione ti sta creando molto disagio, vai dal medico per trovare il trattamento adeguato. Ecco alcuni tra i motivi per rivolgersi al medico:[3]
    • Sei molto stressato a causa di questa infiammazione che sta interferendo con le tue normali attività quotidiane; potresti sentirti molto ansioso, imbarazzato e soffrire di insonnia;
    • Temi che la cute colpita da dermatite seborroica si sia infettata. Se provi dolore, esce sangue o pus dalla zona interessata, c'è probabilmente un'infezione in corso;
    • Se le cure casalinghe non sono efficaci, devi rivolgerti a un medico.
  3. 3
    Valuta se sei particolarmente soggetto a questo disturbo. In tal caso, potrebbe essere più difficile riuscire a sbarazzartene. Devi farti visitare da un dermatologo per trovare il giusto trattamento se:[4] [5]
    • Soffri di qualche patologia neurologica o psichiatrica, come il morbo di Parkinson o la depressione;
    • Hai il sistema immunitario indebolito, come le persone che hanno subito un trapianto di organi, i malati di HIV, di pancreatite alcolica o di cancro;
    • Sei cardiopatico;
    • La pelle del viso è danneggiata;
    • Sei esposto a condizioni atmosferiche estreme;
    • Sei obeso.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Rimedi Casalinghi

  1. 1
    Lava il viso due volte al giorno. Questo ti permette di eliminare il sebo in eccesso ed evitare che le cellule di pelle morta possano fissarsi nello strato sottostante dell'epidermide, formando così delle croste.
    • Usa un sapone neutro per non irritare la pelle.
    • Non usare prodotti contenenti alcol, altrimenti irriti maggiormente la zona e aggravi la situazione.
    • Applica una crema idratante senza oli, che non ostruisca i pori; usane una che riporti sull'etichetta la dicitura "non comedogena".
  2. 2
    Usa uno shampoo medicato. Sebbene sia generalmente indicato per il cuoio capelluto, va bene anche per la dermatite seborroica sul viso. Strofinalo delicatamente e lascialo agire per il tempo indicato sulla confezione. Al termine, risciacqua accuratamente. Puoi provare:[6]
    • Shampoo con zinco piritione o con selenio, che puoi usare tutti i giorni;
    • Shampoo antimicotico; va applicato solo due volte a settimana; per gli altri lavaggi usa uno shampoo normale;
    • Shampoo al catrame; questo può causare dermatite da contatto, quindi applicalo solo sulle zone colpite dalla dermatite seborroica;
    • Shampoo con acido salicilico; può essere usato tutti i giorni.
    • Puoi provare tutti questi tipi di shampoo per capire qual è il migliore per il tuo caso specifico. Puoi anche alternarne alcuni, se ti accorgi che con il tempo perdono un po' la loro efficacia. Fai attenzione però affinché non entrino negli occhi.
    • Consulta il medico prima di usarli se sei incinta o se devi curare questa dermatite su un bambino.
  3. 3
    Ammorbidisci le croste con l'olio. Questo metodo aiuta a rimuovere la desquamazione in maniera più semplice e meno dolorosa. Massaggia l'olio su tutta l'area interessata e aspetta che la pelle lo assorba. Lascialo in posa almeno un'ora e poi risciacqua con acqua calda. Strofinando delicatamente con un panno dovresti riuscire a togliere parte delle squame che nel frattempo si sono ammorbidite. Puoi usare oli differenti, in base alle tue preferenze:[7]
    • Olio per bambini che trovi in commercio. Questo è più indicato per trattare la dermatite sui bambini;
    • Olio minerale;
    • Olio d'oliva;
    • Olio di cocco.
  4. 4
    Applica un impacco caldo. Questa tecnica è particolarmente efficace per le chiazze squamose sulle palpebre.[8]
    • Puoi preparare un impacco caldo inzuppando un panno in acqua bollente. Questo metodo delicato è indicato per la pelle attorno agli occhi perché previene il contatto tra i saponi o i detergenti e gli occhi.
    • Appoggia il telo sulle palpebre finché le squame non si saranno ammorbidite; a quel punto, potrai toglierle facilmente e con cautela.
    • Se non si staccano, non strapparle. Devi evitare di rompere la pelle e provocare un'infezione.
  5. 5
    Evita il contatto del sebo cutaneo con il viso. Diversamente da quanto accade con i trattamenti che ammorbidiscono le croste con gli oli, l'accumulo di sebo non si lava via e resta sulla pelle per ore. Questo fa sì che le cellule morte aderiscano alla pelle sana invece di staccarsi. Puoi però minimizzare questo rischio in diversi modi:[9]
    • Lega i capelli lunghi per evitare di trasferire il sebo sul viso;
    • Non indossare il cappello, perché assorbe gli oli naturali e li fa aderire alla pelle;
    • Radi la barba e i baffi, se la dermatite seborroica ha colpito la pelle sottostante; in questo modo diventa più facile curarla ed eviti che il sebo presente sui peli aggravi la situazione.
  6. 6
    Applica dei farmaci da banco. Aiutano a ridurre l'arrossamento; inoltre, in caso di infezione, la combattono e favoriscono la guarigione.[10]
    • Prova una crema al cortisone per ridurre il prurito e l'infiammazione.
    • Applica una crema antimicotica, come il ketoconazolo, che previene o uccide l'infezione fungina e riduce il prurito.
    • Leggi e segui tutte le indicazioni riportate sulla confezione. Se sei incinta o stai trattando la dermatite di un bambino, consulta il medico prima di usare questo tipo di farmaci.
  7. 7
    Gestisci il prurito anziché grattarti. Se ti gratti, irriti la pelle e se questa si rompe potresti infettarla. Se provi prurito dovresti applicare delle creme o lozioni specifiche per controllarlo, come quelle a base di:[11]
  8. 8
    Prova delle cure alternative. Questi metodi non sono stati testati a fondo scientificamente, ma alcune prove aneddotiche dimostrano che sono efficaci. Rivolgiti sempre al medico prima di provare queste soluzioni, per essere certo che siano adatte per te. Questo è particolarmente importante se sei incinta o stai trattando la dermatite di un bambino. Alcune opzioni sono:[14]
    • Aloe vera. Puoi acquistare un prodotto commerciale da applicare direttamente sulla pelle oppure, se hai la pianta in casa, rompi una foglia, raccogli il gel che trovi al suo interno e spalmalo sulle zone interessate; è fresco e lenitivo.
    • Integratori di olio di pesce. Contengono acidi grassi omega 3 che sono ottimi per la pelle. Puoi assumerli per combattere il disturbo.
    • Olio di melaleuca. Ha proprietà antisettiche e aiuta a debellare l'infezione che altrimenti potrebbe impedire la guarigione. Per applicarlo, prepara una soluzione con il 5% di quest'olio. Mescola una parte di olio con 19 parti di acqua; prendi un cotton fioc pulito e applica la miscela sulla zona interessata. Lasciala agire per circa 20 minuti e al termine risciacqua la pelle. Ricorda che alcune persone sono allergiche all'olio di melaleuca, in tal caso non andrebbe usato.[15]
  9. 9
    Riduci lo stress. La tensione emotiva provoca cambiamenti ormonali che possono influire sulla salute della cute rendendola più suscettibile a malattie. Esistono diversi modi per gestirlo:[16]
    • Impegnati in attività fisiche per circa due ore e mezza a settimana;
    • Dormi otto ore a notte;
    • Metti in pratica delle tecniche di rilassamento, come la meditazione, il massaggio, la visualizzazione di immagini calmanti, lo yoga e la respirazione profonda.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Cure Mediche

  1. 1
    Chiedi al medico dei farmaci per ridurre l'infiammazione. Potrà prescriverti delle creme o pomate; tuttavia, tieni presente che alcune di queste, se usate per lunghi periodi, potrebbero assottigliare la pelle:[17]
    • Crema a base di idrocortisone;
    • Fluocinolone;
    • Desonide.
  2. 2
    Prendi un antibatterico potente su prescrizione. Un farmaco comune è a base di metronidazolo, che puoi trovare sotto forma di crema o gel per uso topico.[18]
    • Applica il prodotto attenendoti alle indicazioni del bugiardino.
  3. 3
    Valuta se usare un farmaco antimicotico in associazione agli altri medicinali. Se il medico ritiene che possa esserci un'infezione fungina che impedisce la guarigione, questo farmaco può essere utile, soprattutto se sono state colpite le zone della pelle sotto la barba o i baffi:[19]
    • Alterna uno shampoo antifungino con un prodotto a base di clobetasolo (Clobesol, Olux);
    • Prova un antifungino per uso orale, come la terbinafina (Lamisil). Tieni però presente che questo farmaco può causare gravi reazioni allergiche e danni epatici.
  4. 4
    Valuta con il medico la possibilità di assumere immunomodulatori. Sono farmaci che riducono l'infiammazione sopprimendo il sistema immunitario; tuttavia, possono aumentare il rischio di cancro. I più comuni contengono gli inibitori della calcineurina:[20] [21]
    • Tacrolimus (Protopic);
    • Pimecrolimus (Elidel).
  5. 5
    Prova la fototerapia combinata con un farmaco. Questo medicinale, chiamato psoralene, rende la pelle più sensibile ai raggi ultravioletti; dopo averlo assunto, vieni sottoposto alla fototerapia per trattare la dermatite seborroica. Tuttavia, sii consapevole del fatto che gli effetti collaterali possono essere gravi.[22] [23]
    • Può aumentare il rischio di tumori della pelle;
    • Se sei sottoposto a questo trattamento, devi indossare degli occhiali che proteggono dai raggi UV, per evitare danni oculari e cataratta;
    • Questa terapia non è adatta per i bambini.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Far Sparire un SucchiottoFar Sparire un Succhiotto
Riconoscere uno Sfogo Cutaneo da HIVRiconoscere uno Sfogo Cutaneo da HIV
Curare una Bolla di Sangue SottopelleCurare una Bolla di Sangue Sottopelle
Far Sparire una CrostaFar Sparire una Crosta
Sbarazzarti di un Brufolo in una NotteSbarazzarti di un Brufolo in una Notte
Sbarazzarsi di uno Sfogo Cutaneo Sotto il SenoSbarazzarsi di uno Sfogo Cutaneo Sotto il Seno
Rimuovere un Fibroma Pendulo dal ColloRimuovere un Fibroma Pendulo dal Collo
Eliminare l'Arrossamento di un BrufoloEliminare l'Arrossamento di un Brufolo
Liberarsi Velocemente delle Croste dell'AcneLiberarsi Velocemente delle Croste dell'Acne
Rimuovere Rapidamente un NeoRimuovere Rapidamente un Neo
Curare le Croste sul VisoCurare le Croste sul Viso
Seccare i BrufoliSeccare i Brufoli
Riconoscere la ScabbiaRiconoscere la Scabbia
Togliere dei Punti di SuturaTogliere dei Punti di Sutura
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 11 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 43 707 volte
Questa pagina è stata letta 43 707 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità