Scarica PDF Scarica PDF

La fascite tibiale è una sindrome dolorosa piuttosto comune fra le persone che svolgono attività ad alto impatto, come i corridori, i ballerini e il personale militare.[1] Sebbene le calzature con un buon sostegno possano aiutare a prevenirla, è comunque possibile provare dolore lungo l'osso della tibia dopo lunghi periodi di esercizio fisico intenso.[2] Fasciando gli stinchi con del nastro adesivo medico o kinesiologico puoi alleviare il disagio.

Parte 1
Parte 1 di 3:
Applicare il Nastro Adesivo per Trattare la Fascite Tibiale

  1. 1
    Acquista il nastro per fasciare la gamba. Puoi scegliere quello medico oppure quello kinesiologico per trovare sollievo dalla sindrome. Questa soluzione limita l'ampiezza di movimento e migliora la circolazione sanguigna nell'area interessata.[3]
    • Puoi comprare entrambi i prodotti in tutte le farmacie, nei negozi di articoli sportivi e perfino in alcuni grandi supermercati.
    • Alcuni professionisti suggeriscono il nastro di colore nero, perché aderisce meglio alla pelle sudata.[4]
    • Sebbene il nastro adesivo americano possa rivelarsi utile, dato che offre lo stesso sostegno di quello medico, non è però prodotto per essere utilizzato sulla pelle e potrebbe avere un potere adesivo troppo forte.[5] Se fasci le gambe con questo nastro, corri il rischio di lacerare la pelle e di soffrire di vesciche.
  2. 2
    Lava e asciuga la gamba. Elimina ogni traccia di sebo, sudore o sporcizia utilizzando acqua e sapone delicato; asciuga poi accuratamente la pelle con un panno. Questa procedura preliminare aiuta il nastro ad aderire bene alla pelle.[6]
    • Puoi usare un qualunque tipo di sapone delicato.
  3. 3
    Radi la gamba (o le gambe). Se non vuoi usare il salvapelle o se sei particolarmente peloso, valuta di raderti, affinché il nastro aderisca bene; in questo modo, sarà meno doloroso togliere la fasciatura al termine del trattamento.[7]
    • Procedi con attenzione per evitare di tagliarti e causare altri infortuni.[8]
  4. 4
    Applica il salvapelle prima del nastro. Se preferisci evitare il contatto diretto fra l'epidermide e l'adesivo, puoi valutare l'utilizzo di questa protezione; ricorda però che in tal modo riduci leggermente l'efficacia della fasciatura.[9]
    • Il salvapelle e la colla spray sono facoltativi.[10]
    • Applica semplicemente la colla e la fasciatura protettiva sulle zone che prevedi di bendare.[11]
    • Puoi comprare entrambi questi prodotti nella maggior parte delle farmacie e anche in alcuni negozi di articoli sportivi.[12]
  5. 5
    Taglia il nastro per applicarlo. In base al tipo che hai acquistato – nastro medico o strisce kinesiologiche – potrebbe essere necessario tagliare la fasciatura prima di applicarla allo stinco; così facendo, hai la certezza di usare la quantità corretta di nastro per trattare adeguatamente la fascite tibiale senza sprechi.[13]
    • Taglia dei segmenti lunghi 30-38 cm in base alla tua altezza. Se sei basso, usa meno nastro; se invece sei piuttosto alto, devi usare strisce più lunghe.[14]
    • Arrotonda i bordi dei segmenti per semplificare l'applicazione.[15]
    • Togli la pellicola protettiva che si trova sulla parte posteriore del nastro prima di fasciare la gamba.[16]
  6. 6
    Fletti il piede e inizia ad avvolgere il bendaggio. In questa maniera, il nastro aderisce meglio alla pelle; una volta sollevata la punta del piede, appoggia un'estremità della striscia sul dorso del piede stesso, appena sotto il dito mignolo.[17]
    • Fletti il piede a un angolo di 45°.[18]
  7. 7
    Continua ad avvolgere il nastro attorno al piede. Portalo dal dorso verso la pianta e poi fallo incrociare sull'arco plantare nel punto più alto, inclinandolo verso la pelle.[19]
    • Il nastro dovrebbe essere ben teso, ma non stretto al punto da bloccare la circolazione del sangue.[20]
    • Se la pelle diventa molto arrossata o inizia a pulsare, potresti averlo stretto eccessivamente.[21]
  8. 8
    Porta la striscia adesiva verso lo stinco. Avvolgila in diagonale e verso l'alto sulla parte anteriore della gamba; puoi bendare tutto lo stinco o solo l'area sofferente.[22]
    • Fascia la gamba altre due volte, sovrapponendo leggermente ogni striscia a quella precedente. Il nastro dovrebbe coprire trasversalmente la zona dello stinco che ti fa male.[23]
    • Non bendare il polpaccio.[24]
  9. 9
    Verifica la fasciatura. Cammina un po' prima di svolgere attività fisica. Se hai la sensazione che il nastro sia troppo stretto, toglilo e ripeti tutta la procedura, questa volta in maniera più lasca.
  10. 10
    Prova dei metodi differenti. Esistono un paio di tecniche diverse, oltre a quella di base, e potrebbero rivelarsi più efficaci per il tuo caso specifico.[25]
    • Prova ad applicare il nastro seguendo un movimento a "X". Il piede deve formare un angolo di 90° e le dita dovrebbero restare leggermente incurvate verso il basso.[26] Avvolgi una striscia attorno all'avampiede per creare un punto di ancoraggio; applica altri segmenti alla base di ogni dito, estendendoli poi verso lo stinco. Puoi anche valutare di aggiungere delle strisce attorno all'arco plantare, per un maggior sostegno.[27]
    • Usa la tecnica "laterale", cominciando ad applicare il nastro nella zona anteriore della caviglia e avvolgendolo attorno alla zona posteriore; in seguito, fai aderire il bendaggio alla parte esterna del polpaccio e dello stinco inclinandolo a 45°. Ripeti la procedura quattro volte per dare supporto alla gamba.[28]
  11. 11
    Togli il bendaggio. Quando la gamba inizia a migliorare o quando non fai attività fisica, stacca il nastro adesivo dallo stinco e dal piede. Così facendo, permetti alla pelle di respirare e previeni le infezioni dermatologiche.
    • Se non ti sei rasato in precedenza, potresti provare un po' di dolore durante questa procedura.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Trattare la Fascite Tibiale

  1. 1
    Concediti del tempo per riposare. Offri al corpo la possibilità di recuperare oppure passa a esercizi fisici più leggeri. L'immobilità e/o l'attività a basso impatto aiutano il processo di guarigione.[29]
    • Se pratichi degli sport ad alto impatto, come la corsa o il tennis, valuta di passare ad attività meno intense. Puoi provare il ciclismo, la camminata o il nuoto per mantenerti in movimento, mentre concedi alle tibie di riposare.[30]
    • Valuta di mettere le gambe completamente a riposo per un po'.[31]
    • Se ti sei concesso due giorni di assoluto riposo, inizia a eseguire dei movimenti delicati della zona sofferente per evitare la rigidità. Segui questo consiglio solo se non provi troppo dolore.[32]
  2. 2
    Applica del ghiaccio sulla parte anteriore della gamba. Tratta la sindrome da stress mediale della tibia con un impacco di ghiaccio che può ridurre il gonfiore e controllare la sofferenza fisica.[33]
    • Puoi sfruttare la terapia del freddo ogni volta che ne senti il bisogno, rispettando delle sessioni di applicazione di 20 minuti.[34]
    • Puoi fare un bagno freddo mescolando del ghiaccio all'acqua nella vasca; immergi le gambe per un massimo di 20 minuti.[35]
    • Puoi mettere nel congelatore un bicchiere di polistirolo pieno d'acqua e poi usarlo per fare un delicato massaggio sull'area dolorante.[36]
    • Se l'impacco è troppo freddo o la pelle si intorpidisce, rimuovilo.[37]
  3. 3
    Prendi degli antidolorifici. Se il dolore è intenso e/o ne senti il bisogno, assumi dei medicinali analgesici che sono in grado di controllare il disagio e anche il gonfiore.[38]
    • Prendi degli analgesici da banco come l'ibuprofene, il naprossene sodico o il paracetamolo.[39]
    • L'ibuprofene e il naprossene sodico agiscono anche sul gonfiore.[40]
    • Le persone con meno di 18 anni non dovrebbero prendere l'aspirina senza il consenso del medico, perché questo farmaco è stato associato alla sindrome di Reye.
  4. 4
    Vai dal medico. Se i trattamenti casalinghi e gli altri rimedi non hanno portato a risultati soddisfacenti, fatti visitare dal dottore. La fascite tibiale è un problema comune e assolutamente curabile; ottenere una diagnosi formale permette di stabilire le giuste terapie.[41]
    • Puoi andare dal medico di famiglia oppure da un ortopedico che è specializzato nei disturbi dell'apparato muscolo-scheletrico, come la sindrome da stress mediale della tibia.[42]
    • Il medico esegue un esame fisico per controllare i segni di fascite tibiale e procede con l'anamnesi, chiedendoti anche maggiori informazioni in merito al tipo di attività che svolgi e quali scarpe utilizzi.[43]
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Prevenire la Fascite Tibiale

  1. 1
    Indossa le scarpe giuste. Scegli delle calzature adatte al tipo di sport che svolgi e al livello di attività. Questo semplice dettaglio garantisce che le gambe e i piedi godano del sostegno e dell'ammortizzamento adeguati, prevenendo potenzialmente la fascite tibiale.[44]
    • Ad esempio, se corri su strada, scegli delle scarpe che attutiscono molto l'impatto; inoltre, sostituisci le calzature ogni 550-800 km.[45]
    • Nella maggior parte dei negozi di articoli sportivi e in quelli specializzati puoi trovare del personale che ti aiuta nella scelta delle scarpe giuste per la tua attività.
  2. 2
    Valuta di indossare un supporto plantare. Prendi in considerazione questa opportunità, perché i supporti plantari possono prevenire il dolore causato dalla fascite tibiale, soprattutto se hai i piedi piatti.[46]
    • Puoi acquistare tali solette speciali in parecchie farmacie e nella maggior parte dei negozi di articoli per lo sport.
  3. 3
    Svolgi attività a basso impatto. Prova l'allenamento incrociato con sport che non sollecitano troppo le gambe con continui contraccolpi, ad esempio il nuoto, il ciclismo o la camminata. Così facendo, puoi alleviare i sintomi della sindrome, pur mantenendoti in movimento, ed evitare che il dolore si ripresenti in futuro.[47]
  4. 4
    Inserisci delle sessioni di allenamento di forza. La fascite tibiale si manifesta quando i muscoli del polpaccio o dello stinco sono deboli. Aggiungi qualche esercizio di forza per migliorare la resistenza della muscolatura della parte inferiore della gamba e prevenire in questa maniera delle possibili recidive.[49]
    Pubblicità

Avvertenze

  • Alcune persone sono allergiche ai materiali contenuti nel nastro adesivo medico o kinesiologico; dovresti fare un test cutaneo prima di applicarlo.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Nastro adesivo medico o kinesiologico
  • Colla spray specifica per la pelle (facoltativa)
  • Salvapelle (facoltativo)
  • Forbici

wikiHow Correlati

Curare la PeriostiteCurare la Periostite
Alleviare il Dolore agli Stinchi Mediante lo Stretching
Far Scrocchiare la Parte Bassa della Schiena
Trattenere la PipìTrattenere la Pipì
Scrocchiarsi la Schiena AltaScrocchiarsi la Schiena Alta
Rallentare il tuo Battito Cardiaco
Controllare i LinfonodiControllare i Linfonodi
Riconoscere i Sintomi dell'HIVRiconoscere i Sintomi dell'HIV
Rimuovere una Cisti SebaceaRimuovere una Cisti Sebacea
Riconoscere i Sintomi della LeucemiaRiconoscere i Sintomi della Leucemia
Liberarsi di un'Unghia IncarnitaLiberarsi di un'Unghia Incarnita
Curare un Dito Insaccato
Liberarsi Velocemente delle EmorroidiLiberarsi Velocemente delle Emorroidi
Camminare con una StampellaCamminare con una Stampella
Pubblicità
  1. http://www.sportsinjuryclinic.net/sport-injuries/ankle-achilles-shin-pain/shin-splints/shin-splints-taping
  2. http://www.sportsinjuryclinic.net/sport-injuries/ankle-achilles-shin-pain/shin-splints/shin-splints-taping
  3. http://www.sportsinjuryclinic.net/sport-injuries/ankle-achilles-shin-pain/shin-splints/shin-splints-taping
  4. http://www.runnersworld.com/injury-treatment/relief-for-irritated-shins
  5. http://www.runnersworld.com/injury-treatment/relief-for-irritated-shins
  6. http://www.runnersworld.com/injury-treatment/relief-for-irritated-shins
  7. http://www.runnersworld.com/injury-treatment/relief-for-irritated-shins
  8. http://www.runnersworld.com/injury-treatment/relief-for-irritated-shins
  9. http://www.runnersworld.com/injury-treatment/relief-for-irritated-shins
  10. http://www.runnersworld.com/injury-treatment/relief-for-irritated-shins
  11. http://www.runnersworld.com/injury-treatment/relief-for-irritated-shins
  12. http://www.runnersworld.com/injury-treatment/relief-for-irritated-shins
  13. http://www.runnersworld.com/injury-treatment/relief-for-irritated-shins
  14. http://www.runnersworld.com/injury-treatment/relief-for-irritated-shins
  15. http://www.runnersworld.com/injury-treatment/relief-for-irritated-shins
  16. http://www.shinsplintsclinic.com/taping-shin-splints/
  17. http://www.shinsplintsclinic.com/taping-shin-splints/
  18. http://www.shinsplintsclinic.com/taping-shin-splints/
  19. http://www.shinsplintsclinic.com/taping-shin-splints/
  20. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/treatment/con-20023428
  21. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/treatment/con-20023428
  22. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/treatment/con-20023428
  23. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/treatment/con-20023428
  24. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/treatment/con-20023428
  25. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/treatment/con-20023428
  26. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/treatment/con-20023428
  27. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/treatment/con-20023428
  28. http://www.orthoinfo.aaos.org/topic.cfm?topic=A00147
  29. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/treatment/con-20023428
  30. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/treatment/con-20023428
  31. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/treatment/con-20023428
  32. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/tests-diagnosis/con-20023428
  33. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/tests-diagnosis/con-20023428
  34. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/tests-diagnosis/con-20023428
  35. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/prevention/con-20023428
  36. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/prevention/con-20023428
  37. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/prevention/con-20023428
  38. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/prevention/con-20023428
  39. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/prevention/con-20023428
  40. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/prevention/con-20023428
  41. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/prevention/con-20023428
  42. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/prevention/con-20023428
  43. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/shin-splints/basics/prevention/con-20023428

Informazioni su questo wikiHow

Troy A. Miles, MD
Co-redatto da:
Chirurgo Ortopedico
Questo articolo è stato co-redatto da Troy A. Miles, MD. Il Dottor Miles lavora come Chirurgo Ortopedico specializzato in Ricostruzione Articolare per Adulti in California. Si è laureato in Medicina all'Albert Einstein College of Medicine nel 2010. In seguito ha realizzato un internato alla Oregon Health & Science University e ha ottenuto una borsa di studio all'UC Davis. Questo articolo è stato visualizzato 3 927 volte
Questa pagina è stata letta 3 927 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità