Scarica PDF Scarica PDF

Il pancreas, situato nell'addome superiore, produce degli enzimi atti a favorire la digestione, e l'insulina, necessaria per regolare i livelli di glucosio. La pancreatite si manifesta quando il pancreas si infiamma, portando a un malassorbimento delle sostanze nutritive. La malattia può presentarsi all'improvviso o diventare cronica, danneggiando a lungo termine il pancreas. I sintomi includono nausea, vomito, febbre, sudorazione, respiro affannato e dolore addominale. La pancreatite può essere lieve o acuta; il suo trattamento di solito richiede il ricovero in ospedale.

Parte 1 di 4:
Diagnosi e Valutazione

  1. 1
    Riconosci i sintomi. È importante riconoscere i sintomi della pancreatite per cercare assistenza medica il più presto possibile. Prima si nota il problema, più semplice sarà la cura. Se uno dei seguenti sintomi si manifesta per diversi giorni, o se provoca grave malessere, contatta il tuo medico:
    • Dolore nell'addome superiore che può radiarsi verso la schiena. Questo dolore di solito peggiora dopo avere mangiato. Inoltre, l'addome potrebbe essere dolorante al tatto.[1]
    • Nausea e vomito.
    • Feci mucose dall'aspetto unto.
    • Perdita di peso senza motivo apparente.
  2. 2
    Fai attenzione ad altri problemi possibili. Questi sintomi possono essere riconducibili ad altre patologie e non necessariamente alla pancreatite. Tuttavia, possono essere altrettanto gravi, quindi è comunque importante consultare un medico. Altre possibili cause del malessere includono:[2] :
    • Ulcere - feci nere o insanguinate sono la caratteristica principale di ulcere.
    • Calcoli biliari - febbre e macchie della pelle sono alcuni sintomi di calcoli biliari e non di pancreatite, anche se ci sono molti sintomi che accomunano entrambe le malattie.
    • Malattia del fegato - ingiallimento della pelle o macchie sono generalmente indice di problemi al fegato.
    • Infarto - un formicolio alle braccia è un chiaro segnale di problemi cardiaci.
  3. 3
    Riconosci le cause. L'alcolismo, la fibrosi cistica, l'iperparatiroidismo, infezioni e cancro sono alcune delle cause della pancreatite.[3] Queste malattie sono molto gravi, hanno numerosi impatti negativi sulla salute e sul benessere dell'individuo; è quindi fondamentale curarle.
    • L'alcolismo è una delle cause più comuni della pancreatite. Anche se pensi di non avere un problema, è comunque il caso di prenderlo in considerazione.
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Consultare un Medico

  1. 1
    Contatta il tuo medico o vai al pronto soccorso. Dato che le cause della pancreatite sono generalmente molto gravi, e visto che il trattamento di cui hai bisogno non può essere eseguito a casa, sarai obbligato ad andare in ospedale. Vai immediatamente dal tuo medico di base, che ti farà subito ricoverare; oppure, se non hai un medico di base, vai direttamente al pronto soccorso per une diagnosi corretta.
  2. 2
    Se ti trovi negli USA e non hai un'assicurazione sanitaria, cerca comunque assistenza medica. Se vivi negli Stati Uniti, è possibile che tu non abbia accesso all'assicurazione sanitaria. Tuttavia, questo non deve impedire la ricerca di una cura medica. Ci sono dei programmi in atto e dei centri dove ricevere le cure in tutto il Paese. Consulta le liste ufficiali per trovare il posto più vicino a te.
  3. 3
    Accetta le conseguenze. Ignorare la pancreatite può portare a una significativa perdita di peso e causare diabete, dolori debilitanti, insufficienza respiratoria o nei casi peggiori la morte. Cerca assistenza immediata se hai il sospetto di avere la pancreatite e pensi che il problema non si risolverà da solo. Molte forme di questa malattia non richiedono l'utilizzo di medicinali; tuttavia, è necessario seguire determinate procedure sanitarie, impossibili da effettuare a casa.
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Ricevere la Cure

  1. 1
    Preparati a fare degli esami. Dovrai essere sottoposto ad alcuni esami per confermare la diagnosi; questi includono: analisi del sangue e delle feci, TAC ed ecografia.
  2. 2
    Ricevi cure di base. Per il 75% dei pazienti, le cure ospedaliere saranno sufficienti per la guarigione.[6] Questi trattamenti sono abbastanza complessi e devono essere per forza effettuati in ospedale. Il tuo medico sarà in grado di spiegarti in dettaglio la tua situazione.
    • Preparati a digiunare. Il trattamento base per la pancreatite è il digiuno totale per diversi giorni; il cibo solido è sostituito da flebo, diete speciali e altri rimedi. Questo perché mangiare peggiora il problema e rende la guarigione impossibile.
    • Ricevi liquidi per endovena. La disidratazione acuta è uno dei problemi principali della pancreatite; preparati quindi alla somministrazione di grandi quantità di liquidi, generalmente via endovena. Potrebbero anche chiederti di bere molta acqua.
    • Molto probabilmente ti saranno somministrati dei medicinali. La pancreatite provoca un dolore intenso e costante; quindi è facile che il tuo medico ti dia degli antidolorifici. Il Demerol è un antidolorifico generalmente somministrato per ridurre il dolore.[7] Se il tuo medico li prescrive, prendi anche degli antibiotici, necessari per prevenire infezioni o per trattarle se già presenti.
  3. 3
    Cura la causa scatenante. Per forme lievi o meno gravi, la causa scatenante potrebbe essere molto semplice da trattare (ad esempio, un cambiamento di medicinali). Ciò nonostante, forme più acute o croniche richiedono delle cure più importanti.
    • L'intervento chirurgico è l'opzione più probabile se il problema è molto grave. Il tipo di intervento dipenderà dalla causa scatenante della malattia. Alcune tipologie di intervento includono: la rimozione della cistifellea; un intervento per riparare o rimuovere alcune zone del pancreas; la rimozione di ostruzioni che bloccano il condotto della bile.
    • Potresti avere bisogno di sottoporti a un intervento per drenare le cisti che potrebbero formarsi intorno al pancreas.[8]
    • Il trattamento per la dipendenza da alcool è consigliato se questa è la causa scatenante della malattia. Anche se pensi di non avere un problema, è importante che tu segua il parere del tuo medico per il tuo benessere e la tua felicità.
    • Esistono degli integratori di enzimi che dovrai probabilmente assumere se il tuo problema è ereditario, o se non può essere curato con altri rimedi. Questi integratori si presentano in forma di pastiglia e favoriscono la digestione per alleviare la pressione dal pancreas.
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Prevenire Problemi Futuri

  1. 1
    Mangia sano e fai esercizio fisico. Se soffri di pancreatite lieve, dovrai prendere delle precauzioni per prevenire la ricomparsa della malattia in futuro. Una delle azioni migliori da fare è mangiare sano e fare esercizio fisico per perdere peso. La pancreatite può manifestarsi in presenza di diabete o trigliceridi elevati. Prenderti cura della tua salute aiuta ad alleviare i sintomi; è bene quindi seguire una dieta povera di zuccheri e ricca in verdure e proteine.
    • Mangia pochi carboidrati (come pasta e patatine) ed elimina cibi ricchi in zuccheri dalla tua dieta. Mangia più verdure rispetto alla frutta (che contiene molto zucchero) e dì addio alle bibite gassate! Le carni magre, il pesce e il pollo sono l'ideale.
    • Puoi anche migliorare la tua salute imparando a fare esercizio fisico, se hai bisogno d'aiuto. Sarai sorpreso di scoprire quanto sia semplice dedicare del tempo all'allenamento.
  2. 2
    Riduci il consumo di alcool. Le bevande alcoliche, se assunte regolarmente, possono causare la pancreatite. Smetti subito di bere se ti è stata diagnosticata la malattia o se sei soggetto a soffrire di malattie al pancreas.
    • Se vuoi comunque fare parte del tuo gruppo di amici e socializzare, ordina un succo di mela o dell'acqua servita in un bicchiere da martini o whiskey. Entrambe le bevande possono sembrare alcolici senza però esserlo davvero.
  3. 3
    Smetti di fumare. Anche il fumo causa problemi al pancreas e può peggiorare la pancreatite. Inoltre, ha molti altri effetti negativi sulla salute in genere. Prova a smettere; ci sono molti metodi che ti possono aiutare.
  4. 4
    Prendi in considerazione la possibilità di cambiare le medicine. Parla con il tuo medico circa i farmaci che assumi; alcuni, infatti, possono causare la pancreatite. Il tuo medico sarà in grado di individuarli da solo, ma è comunque una buona idea parlargliene, soprattutto se ti rivolgi a un medico nuovo che ancora non ti conosce.
    Pubblicità

Consigli

  • Bevi molta acqua: la pancreatite causa disidratazione.
  • Le erbe, come il tè verde, olio di vinaccioli e il basilico sacro possono aiutare ad alleviare i sintomi della pancreatite lieve; consulta comunque il tuo medico prima di inserire delle erbe nella tua dieta.
Pubblicità

Avvertenze

  • Se la pancreatite non è curata può avere conseguenze letali a causa della perdita di tessuto ed emorragie interne.
  • L'agopuntura può aiutare a ridurre il dolore associato alla malattia; tuttavia le prove scientifiche non sono sufficienti per supportare questa tesi.
  • Smetti di fumare (o non cominciare affatto). Il fumo è causa di grande stress per il pancreas.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Trattenere la PipìTrattenere la Pipì
Liberarsi di un'Unghia IncarnitaLiberarsi di un'Unghia Incarnita
Far Scrocchiare la Parte Bassa della Schiena
Riconoscere i Sintomi dell'HIVRiconoscere i Sintomi dell'HIV
Rimuovere una Cisti SebaceaRimuovere una Cisti Sebacea
Controllare i LinfonodiControllare i Linfonodi
Rallentare il tuo Battito Cardiaco
Capire Se Hai un'Intolleranza all'AlcoolCapire Se Hai un'Intolleranza all'Alcool
Migliorare la PosturaMigliorare la Postura
Trattare una Cisti Sebacea infettaTrattare una Cisti Sebacea infetta
Sentirsi Meglio Dopo il VomitoSentirsi Meglio Dopo il Vomito
Liberarsi Velocemente delle EmorroidiLiberarsi Velocemente delle Emorroidi
Capire se Hai una Neuropatia ai PiediCapire se Hai una Neuropatia ai Piedi
Togliere le Uova dei Pidocchi dai CapelliTogliere le Uova dei Pidocchi dai Capelli
Pubblicità

Riferimenti

Informazioni su questo wikiHow

Roy Nattiv, MD
Co-redatto da:
Gastroenterologo Iscritto all'Albo
Questo articolo è stato co-redatto da Roy Nattiv, MD. Il Dottor Roy Nattiv è un gastroenterologo pediatrico iscritto all’albo che vive a Los Angeles. È specializzato in una vasta gamma di malattie gastrointestinali e nutrizionali pediatriche, come stitichezza, diarrea, reflusso, allergie alimentari, scarso aumento di peso, SIBO, malattie infiammatorie croniche intestinali e sindrome dell’intestino irritabile. Si è laureato alla University of California – Berkeley e si è specializzato in Medicina alla Sackler School of Medicine di Tel Aviv. Ha poi realizzato un internato in pediatria al Children’s Hospital at Montefiore/Albert Einstein College of Medicine. Ha completato una fellowship e ha approfondito la sua formazione in gastroenterologia, epatologia e nutrizione pediatrica presso la University of California - San Francisco (UCSF). Era un tirocinante del California Institute of Regenerative Medicine (CIRM) e ha ricevuto il premio "Fellow to Faculty Award in Pediatric IBD Research" dalla North American Society for Pediatric Gastroenterology, Hepatology, and Nutrition (NASPGHAN). Questo articolo è stato visualizzato 6 418 volte
Questa pagina è stata letta 6 418 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità