Scarica PDF Scarica PDF

L'ulcera alle zampe, chiamata anche pododermatite, è un problema molto comune nei conigli domestici.[1] Si contrae sulla superficie inferiore delle zampe del coniglio, dove si sviluppano piaghe che possono infiammarsi o infettarsi. Ci sono molti fattori che contribuiscono alla formazione di questa patologia, come l'eccesso di peso o il pavimento della gabbia in rete metallica.[2] La pododermatite può essere molto dolorosa ed è molto importante trattarla immediatamente. Se il tuo coniglio l'ha contratta, utilizza dei farmaci per curarlo ed elimina le cause scatenanti.

Metodo 1
Metodo 1 di 3:
Ricevere un Trattamento Veterinario

  1. 1
    Porta immediatamente il coniglietto dal veterinario. Questa patologia gli provoca talmente dolore da non riuscire nemmeno a trovare una posizione per potersi riposare tranquillamente nella sua gabbia. Inoltre la zona inferiore della zampa potrebbe essere rossa, infiammata e produrre secrezioni (indice di infezione). Se il tuo coniglio è in queste condizioni, portalo dal veterinario prima possibile affinché riceva le cure necessarie.[3]
  2. 2
    Lascia che il veterinario pulisca le zampe del coniglietto. Dopo aver effettuato la diagnosi di pododermatite, pulirà le zone infette con un detergente apposito.[5] Se l'animale prova molto dolore potrebbe opporsi a questo trattamento. Tuttavia le sue zampe devono essere pulite prima di poter applicare qualsiasi altro farmaco.
    • Il veterinario potrebbe usare un sapone antibatterico per effettuare questa procedura, dopodiché potrà applicare una pomata antibiotica sulla zona infetta.[6]
    • Dopo questi passaggi applicherà un bendaggio sull'area colpita. Al coniglio, però, non piacerà avere la zampa fasciata. Non rimanere sorpreso se cerca di toglierselo.
  3. 3
    Inizia la cura a casa tenendo a bagno le zampe. Dopo la pulizia iniziale fatta dal veterinario, dovrai continuare a farla tu. Ti verranno consigliati diversi prodotti (Betadine, Clorexiderm) con cui dovrai effettuare le medicazioni 2-3 volte al giorno.[7] Il Betadine e il Clorexiderm sono dei disinfettanti che puoi trovare in farmacia.
    • Per farlo, usa una piccola ciotola. Tenendo fermo l'animale, immergi delicatamente le zampe interessate nel recipiente. Il veterinario ti dirà quanto prodotto usare e per quanto tempo devi tenere a bagno il piede del coniglio.
    • Una volta finito, asciugalo delicatamente con un panno pulito, applica la pomata antibiotica (se necessario) ed esegui il bendaggio.
  4. 4
    Continua a tenere la zampa fasciata anche a casa. Puoi trovare il materiale necessario (garze sterili e bende elastiche) in farmacia. Per eseguire la fasciatura, posiziona una garza sterile sulla superficie della zona colpita, dopodiché avvolgi quest'ultima e una parte del piede con la benda elastica, lasciando fuori le dita. Non stringere troppo forte per non ridurre il flusso di sangue.[8]
    • Fasciare una zampa può essere complicato, quindi chiedi al veterinario di mostrarti come si fa.
    • L'animale potrebbe opporsi a questi trattamenti, specialmente se prova molto dolore. Potresti provare a dargli del cibo mentre ti occupi della zampa. Se non funziona, chiedi al medico ulteriori strategie per distrarre il coniglio il tempo necessario.
  5. 5
    Somministra l'antibiotico. Se il piede del coniglietto si è infettato, il veterinario ti prescriverà un antibiotico. Può essere applicato direttamente sulla zona colpita (sotto forma di crema o pomata) o dato per via orale. Quest'ultimo metodo è raccomandato nei casi in cui lo stato della malattia sia gravemente avanzato.[9]
    • Alcuni antibiotici possono causare seri problemi gastrointestinali nei conigli, poiché riducono la flora batterica. Se però il tuo animale ne ha bisogno, il veterinario sarà molto attento a scegliere il farmaco giusto.[10]
    • Inoltre potrebbe prescrivere anche dei probiotici, che reintegrano la flora intestinale distrutta.
    • Gli antibiotici per via orale sono in forma liquida e di solito vengono somministrati inserendo una siringa a lato della bocca del coniglio.[11] Se utilizzi un farmaco in crema, presta attenzione a non far toccare la punta del tubetto con la superficie della pelle infetta.
    • Per dare questa medicina al tuo coniglietto, segui attentamente le istruzioni riportate sulla ricetta.
  6. 6
    Somministra un antidolorifico. Il veterinario te lo prescriverà per ridurre il dolore dell'animale. Potrebbe essere un antinfiammatorio, come il carprofene o il naprossene.[12] Così come per l'antibiotico, segui sempre le istruzioni riportate sulla ricetta.
    • Questo tipo di farmaco di solito si trova sotto forma di pastiglia. Per darla al coniglio, puoi nasconderla all'interno di un alimento che adora, oppure tritarla e mescolarla con il cibo o del succo di frutta. Per romperla, usa la parte inferiore di un coltello.[13]
    Pubblicità

Metodo 2
Metodo 2 di 3:
Modificare l'Ambiente in cui Vive il Coniglio

  1. 1
    Rendi confortevole il fondo della gabbia. In natura i conigli si muovono sull'erba o su terreno soffice, che consente loro di affondarvi le unghie e le dita per avere un supporto adeguato. Sfortunatamente è molto difficile replicare questo tipo di pavimentazione in ambiente domestico.[14] Se la gabbia ha solo una rete metallica come fondo e non c'è un'area morbida dove appoggiare le zampe, dovrai renderla più adeguata.
    • Se non puoi comprarne una con la parte inferiore liscia, copri la rete metallica con qualcosa di morbido.[15] Per esempio, posiziona un asciugamano e ricoprilo con della lettiera o della paglia su cui il coniglio possa dormire.
    • Sopra la rete metallica puoi anche mettere del cartone. È molto assorbente, quindi dovrai cambiarlo spesso.[16]
    • Se la gabba ha già un pavimento liscio, prova a coprirlo con un tappetino morbido di cotone che abbia la parte inferiore di gomma. Il coniglio potrà camminare su una superficie soffice senza scivolare.[17]
    • Assicurati che tutto il materiale sia abbastanza spesso e assorbente da ammortizzare in modo adeguato il movimento delle zampe.
  2. 2
    Rimuovi regolarmente la lettiera sporca. L'urina è molto irritante sulla pelle e può provocare la pododermatite. Se il tuo coniglio ama stare seduto sulla lettiera, le sue zampe vi saranno costantemente a contatto, aumentando il rischio di contrarre la malattia.[18] Come parte del trattamento per le ulcere, puliscila almeno una volta al giorno.
    • Quando lo fai, assicurati di rimuovere anche le feci. Queste contribuiscono, insieme alle urine, al prolificare di batteri nella gabbia, che possono peggiorare l'infezione [19]
  3. 3
    Pulisci la gabbia del coniglietto. Oltre a rimuovere regolarmente la lettiera sporca dovresti tenere anche l'intera gabbia pulita. Getta ogni giorno il cibo che non ha mangiato e lava le ciotole con acqua e sapone. Esegui una pulizia più profonda ogni due settimane: utilizza una soluzione di acqua e aceto (4 parti di acqua e 1 di aceto) per pulire gabbia e giocattoli.
    Pubblicità

Metodo 3
Metodo 3 di 3:
Affrontare Altre Cause Scatenanti

  1. 1
    Taglia le unghie del coniglio. Se troppo lunghe, possono incurvarsi fin sotto le zampe e danneggiare la pelle, causando ulcerazioni. Se necessario, tagliale durante il trattamento. Fai in modo di tenerle corte anche una volta guarito, come forma di prevenzione. Se non te la senti, fallo fare al veterinario.
    • Se decidi di farlo da solo, assicurati di non tagliargliele troppo corte Usa il tagliaunghie prima del punto in cui intravedi il vaso sanguigno, al centro di ogni unghia, altrimenti causerai molto dolore al coniglio, oltre a provocare una perdita di sangue.
  2. 2
    Aiuta il tuo coniglietto a perdere peso. Un coniglio in sovrappeso di solito non assume posizioni corrette, causando una pressione innaturale e irregolare sulle zampe. Questo può provocare la pododermatite.[20] Se il tuo animale si trova in queste condizioni devi farlo dimagrire in modo graduale, per diminuire il peso che grava sui suoi piedi. Significa che devi nutrirlo con una dieta salutare e fargli fare più attività fisica.
    • Parlane prima con il tuo veterinario. Ti dirà quanto peso deve perdere e ti aiuterà a seguire un piano di dimagrimento adeguato.
    • Alcuni esercizi che potresti fargli fare sono: scavare, inseguirti e correre attraverso un percorso a ostacoli. Ricordati che all'inizio del trattamento le zampe potrebbero fargli troppo male per poter fare attività fisica.
    • Una dieta sana comprende fieno, verdure fresche e quantità limitate di pellet e leccornie.
  3. 3
    Tratta eventuali problemi ortopedici. Un coniglio che soffre di artrite o di altri problemi alle ossa non riuscirà ad avere una postura corretta, aumentando il rischio di pododermatite.[21] Se il tuo animale si trova in questa condizione, il veterinario tratterà entrambi i problemi.
    • Puoi rendere la sua gabbia più confortevole usando una lettiera con la parte anteriore bassa e ciotole per acqua e cibo poco profonde.
    Pubblicità

Consigli

  • Trattare le cause della pododermatite è molto importante per non far diventare troppo frustrante la cura di questa patologia.
  • Alcune razze (Rex, Olandese) hanno il pelo molto corto e sottile sotto le zampe, il che le rende inclini a sviluppare la pododermatite.[22]
  • Di solito le ulcere sotto le zampe si formano a causa di danni alla pelle e ai follicoli piliferi.
Pubblicità

Avvertenze

  • Il trattamento della pododermatite può essere difficile e può richiedere molto tempo.[23]
  • Dopo la cura il pelo, di solito, non ricresce. Inoltre, la zampa potrebbe essere danneggiata in modo permanente.
  • In molti casi gravi è necessario amputare le dita, il piede o l'intera zampa.[24]
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Pippa Elliott, MRCVS
Co-redatto da:
Veterinaria
Questo articolo è stato co-redatto da Pippa Elliott, MRCVS. Laureata in Scienze Veterinarie e membro del Royal College of Veterinary Surgeons, la Dottoressa Elliott ha oltre 30 anni di esperienza nel settore della chirurgia veterinaria e nella pratica della medicina per animali di compagnia. Ha conseguito la laurea in medicina e chirurgia veterinaria alla University of Glasgow nel 1987. Lavora da più di 20 anni presso la stessa clinica veterinaria della sua città natale. Questo articolo è stato visualizzato 12 719 volte
Categorie: Animali
Questa pagina è stata letta 12 719 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità