Come Trattare la Psoriasi del Viso

Scritto in collaborazione con: Daniel Wozniczka, MD, MPH

La psoriasi è una patologia che si manifesta quando le cellule cutanee muoiono e si accumulano rapidamente. Tale processo causa la formazione di chiazze e squame che possono provocare prurito o dolore. Può interessare qualsiasi parte del corpo, viso incluso. In quest'ultimo caso, la malattia va trattata con particolare attenzione, in quanto l'epidermide è molto sensibile. È possibile ricorrere a trattamenti topici, fototerapia (o elioterapia), assunzione di medicinali sistemici o una combinazione di terapie, a seconda della gravità della situazione. È stato inoltre dimostrato che i sintomi della psoriasi possono essere limitati apportando dei cambiamenti allo stile di vita.

Metodo 1 di 4:
Gestire la Psoriasi con Trattamenti Topici

  1. 1
    Usa prodotti emollienti e idratanti. Le pomate emollienti sono ricche e idratanti, efficaci per ammorbidire la pelle. Non solo riducono l'accumulo di cellule morte (sintomo associato alla psoriasi), fanno anche in modo che la cute sia maggiormente ricettiva ad altri trattamenti topici [1].
    • Chiedi al tuo dermatologo di raccomandarti un emolliente adatto al tuo tipo di pelle. Esistono prodotti efficaci da banco o su prescrizione.
  2. 2
    Informati sui corticosteroidi. Il tuo dermatologo potrebbe raccomandarti di usare una crema o una pomata steroidea per combattere l'infiammazione associata alla psoriasi. I trattamenti steroidei topici possono anche attenuare il prurito e rallentare la rigenerazione cellulare [2].
    • Bisogna usare i corticosteroidi per trattare la psoriasi solo su raccomandazione del proprio dermatologo.
    • Gli steroidi topici possono avere diversi effetti collaterali, fra cui irritazioni o eruzioni cutanee (dermatite da contatto), assottigliamento della pelle, sfoghi acneici, irsutismo o alterazioni cromatiche cutanee [3]. Se dovessi osservare la comparsa di questi sintomi, interrompi l'uso degli steroidi e rivolgiti al tuo dermatologo.
  3. 3
    Considera una forma sintetica di vitamina D, che rallenta la rigenerazione cellulare. Viene generalmente somministrata per via topica. In ogni caso, dal momento che le forme sintetiche della vitamina D possono irritare la pelle, è bene utilizzarle con parsimonia e attenzione [4].
    • In molti casi, si prescrivono creme a base di vitamina D mescolata con corticosteroidi.
    • Se la pelle è sensibile alle pomate contenenti vitamina D, il calcitriolo è un'alternativa relativamente delicata, seppur costosa.
  4. 4
    Informati sugli inibitori della calcineurina, come il tacrolimus o il pimecrolimus. La loro funzione è quella di inibire e limitare le attività del sistema immunitario che possono causare infiammazioni e accumuli di placche. Sono particolarmente efficaci per trattare zone sensibili come viso e cuoio capelluto [5].
    • Gli inibitori della calcineurina vanno usati con cautela e solo su raccomandazione di un dermatologo. Un utilizzo prolungato può aumentare il rischio di contrarre tumori della pelle e linfomi [6].
  5. 5
    Tratta la psoriasi con del catrame di carbone, un rimedio della nonna che attenua l'infiammazione, rallentando inoltre l'accumulo di placche e cellule morte. Viene spesso usato insieme alla terapia con i raggi ultravioletti (UVB). Tuttavia, ha un odore sgradevole, può macchiare i vestiti o il letto e causare irritazioni o reazioni allergiche in alcuni soggetti [7].
    • Il catrame di carbone può essere applicato prima di andare a letto e lasciato agire per tutta la notte. Può anche essere usato al mattino, risciacquandolo dopo 10-15 minuti. Se decidi di lasciarlo in posa per tutta la notte, fallo asciugare per 10-15 minuti prima di andare a letto, in modo da evitare di macchiare le lenzuola.
    • Il tuo dermatologo potrebbe raccomandarti di associare il catrame di carbone a un trattamento steroideo topico.
  6. 6
    Applica una crema ai retinoidi, derivati della vitamina A usati per trattare diverse patologie cutanee. Va applicata direttamente sul viso per rimuovere le squame e alleviare l'infiammazione. L'acitretina è uno dei retinoidi più utilizzati per combattere la psoriasi che interessa il viso [8].
    • Non andrebbe usata in caso di gravidanza o allattamento.
    • I retinoidi possono aumentare la fotosensibilità. Se usi una crema ai retinoidi, applica sempre la protezione solare prima di uscire.
    Pubblicità

Metodo 2 di 4:
Sottoporsi alla Fototerapia

  1. 1
    Potresti trattare la psoriasi per mezzo di una terapia con i raggi ultravioletti (UVB), che rallenta la rigenerazione cellulare, senza contare che può ridurre la desquamazione e l'accumulo di cellule morte, classici sintomi della psoriasi. Questa terapia prevede una breve esposizione della zona interessata a una luce ultravioletta. La frequenza con cui sottoporsi al trattamento dipende dallo stato della propria pelle o dal tipo di trattamento. È possibile usare questa terapia per una psoriasi che non risponde bene ad altre cure [9].
    • Esistono diversi tipi di trattamenti, fra cui la terapia UVB a banda larga, la terapia UVB a banda stretta o un'esposizione quotidiana limitata alla luce del sole (seguendo le raccomandazioni del proprio medico).
    • Qualsiasi tipo di terapia UVB può dare luogo a irritazioni o ustioni. Il dermatologo potrebbe raccomandarti di ricorrere a una crema idratante o ad altri trattamenti topici per ridurre la gravità di questi effetti collaterali.
  2. 2
    Per una psoriasi grave o difficile da trattare è possibile ricorrere a una terapia chiamata PUVA (psoraleni e raggi UVA), che combina l'assunzione di medicinali (psoraleni) ed esposizione ai raggi UVA. Il farmaco favorisce una penetrazione profonda dei raggi all'interno della cute, rallentando la rigenerazione cellulare [10].
    • I psoraleni possono essere somministrati per via orale (sotto forma di pillola o compressa) o topica.
    • Questo trattamento può causare effetti collaterali più gravi rispetto alla terapia UVB, fra cui nausea, mal di testa e irritazioni cutanee. La terapia può inoltre incidere sul rischio di contrarre tumori della pelle e soffrire di cataratta.
  3. 3
    Considera la fototerapia in associazione ad altri tipi di trattamenti. Per esempio, il dermatologo potrebbe raccomandarti di combinare la terapia UVB con l'applicazione topica del catrame di carbone, che non solo allevia i sintomi della psoriasi, può anche rendere la pelle più ricettiva ai raggi UVB [11].
    Pubblicità

Metodo 3 di 4:
Prendere Medicinali Sistemici

  1. 1
    Tratta la psoriasi con il metotressato. Oltre ai trattamenti topici, un dermatologo potrebbe prescriverti medicinali a somministrazione orale o tramite iniezione, specialmente se la patologia è particolarmente acuta. Molto spesso viene prescritto un farmaco chiamato metotressato, antinfiammatorio da assumere sotto forma di compressa o somministrato mediante un'iniezione. La maggior parte dei pazienti prende una pastiglia alla settimana [12].
    • Se sei una donna incinta o stai cercando una gravidanza, non prendere il metotressato, che può danneggiare gravemente lo sviluppo del feto e gli spermatozoi.
    • Un uso prolungato del metrotressato può compromettere il fegato. Non usarlo se dovessi soffrire di disturbi epatici, inoltre mai combinarlo con l'alcool.
  2. 2
    Informati sulla ciclosporina, un medicinale che sopprime il sistema immunitario e riduce l'infiammazione associata alla psoriasi. Viene solitamente assunto quotidianamente sotto forma di compressa. Può danneggiare i reni e aumentare il rischio di contrarre patologie infettive o cancro. Dovrebbe essere preso solo sotto stretta supervisione del medico in un intervallo di tempo relativamente breve [13].
    • Mentre si assume questo farmaco bisogna tenere sotto controllo la pressione del sangue e il funzionamento dei reni.
  3. 3
    In caso di psoriasi grave, puoi prendere dei retinoidi a somministrazione orale, come l'acitretina. Possono essere efficaci per combattere una psoriasi acuta che non risponde ad altri tipi di trattamento. Tuttavia, possono anche avere spiacevoli effetti collaterali, come labbra spaccate e infiammate, caduta dei capelli o (in casi rari) danni epatici. Sono inoltre estremamente dannosi per lo sviluppo del feto [14].
    • Stai cercando una gravidanza? Dopo questo trattamento devi aspettare per almeno 3 anni prima di provare a concepire un bambino.
    • Non è stato dimostrato che i retinoidi a somministrazione orale causino mutazioni a carico degli spermatozoi, quindi un uomo può provare a concepire un bambino in tutta sicurezza durante il trattamento [15].
  4. 4
    Considera gli agenti biologici, medicinali preparati con ingredienti naturali come piante o microrganismi, talvolta chiamati modificatori della risposta biologica o terapie biologiche. Interagiscono con parti specifiche del sistema immunitario, impedendogli di attaccare la pelle e causare infiammazioni. Sebbene siano efficaci in caso di psoriasi grave o ostinata, possono anche esporre al rischio di contrarre infezioni letali. Ecco alcuni degli agenti biologici più prescritti per trattare la psoriasi del viso [16]:
    • Infliximab.
    • Etanercept.
    • Adalimumab.
    • Ustekinumab.
    • Secukinumab.
    Pubblicità

Metodo 4 di 4:
Apportare Cambiamenti allo Stile di Vita

  1. 1
    Lava il viso tutti i giorni. Una detersione regolare può aiutare a lenire la pelle, alleviando il prurito, la secchezza e l'infiammazione associati alla psoriasi. Lava il viso con acqua tiepida e un detergente delicato formulato per pelli secche o sensibili, come quelli Avène o Vichy [17]. A lavaggio ultimato, assicurati di idratare la cute con un emolliente o una crema idratante ricca [18].
  2. 2
    Evita i fattori che innescano i sintomi associati alla psoriasi. Le fasi acute della patologia possono essere scatenate da diverse cause. Cerca di fare attenzione per evitare tutto quello che potrebbe aggravare i sintomi della psoriasi. Ecco alcuni dei fattori scatenanti più comuni [19]:
    • Stress;
    • Fumo;
    • Eccessiva esposizione al sole;
    • Qualsiasi elemento che potrebbe danneggiare o irritare la pelle.
  3. 3
    Limita il consumo di alcool, che disidrata e può ridurre l'efficacia di molti trattamenti per la psoriasi. Può anche avere interazioni pericolose con alcuni medicinali usati per il disturbo. Cerca di ridurre al minimo l'uso di alcolici o eliminali completamente qualora dovessi assumere farmaci come il metotressato.
  4. 4
    Adotta un'alimentazione sana. È stato dimostrato che i sintomi della psoriasi possono essere attenuati tenendo sotto controllo il peso e seguendo un'alimentazione salutare. Pare che le diete ipocaloriche o principalmente basate sul consumo di frutta, verdura e proteine magre (come quella mediterranea) possono aiutare ad attenuare i sintomi associati alla psoriasi [20].
    • La psoriasi può rispondere positivamente anche ad alcuni integratori alimentari, come l'olio di pesce e la vitamina D.
  5. 5
    Tieniti in movimento. Sebbene non si conosca il motivo esatto, l'attività fisica può essere efficace per limitare i sintomi della psoriasi. L'esposizione al sole e il controllo del peso possono minimizzare gli effetti della malattia, quindi fare sport all'aperto può aiutare ad attenuarli almeno parzialmente [21].
    • Rivolgiti al tuo medico se dovessi avere domande sul tipo di sport o attività fisica più adatto a te.
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Medico Internista
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Daniel Wozniczka, MD, MPH. Il Dottor Wozniczka lavora come Internista a Chicago, e vanta un'esperienza globale nel settore sanitario, in quanto ha lavorato nell'Africa subsahariana, nell'Europa orientale e nel Sudest asiatico. Ha conseguito la Laurea in Medicina presso la Jagiellonian University nel 2014, inoltre possiede un MBA (Master in Business Administration) e un Master in Salute Pubblica conseguito presso la University of Illinois a Chicago.
Questa pagina è stata letta 6 951 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità