Come Trattare la Secchezza Vaginale

Scritto in collaborazione con: Lacy Windham, MD

In questo Articolo:Usare Creme e LubrificantiProvare un Trattamento MedicoProvare Trattamenti Naturali18 Riferimenti

La secchezza vaginale interessa molte donne. Solitamente non è un disturbo grave e può essere dovuto a certi medicinali, menopausa o squilibri ormonali. Esistono diverse terapie per trattarla, da lubrificanti e creme a cure ormonali. Rivolgiti al tuo ginecologo per spiegargli i sintomi che accusi e stabilire la giusta strada da seguire.

Parte 1
Usare Creme e Lubrificanti

  1. 1
    Prova i lubrificanti. Se accusi secchezza vaginale durante i rapporti sessuali, l'utilizzo di un lubrificante può alleviare temporaneamente il problema.
    • I lubrificanti sono reperibili online, in farmacia e nei negozi che vendono articoli erotici. Esistono anche preservativi lubrificati che possono diminuire la secchezza vaginale durante un rapporto sessuale [1].
    • I lubrificanti vanno applicati localmente poco prima di un rapporto sessuale. La soluzione che offrono è esclusivamente temporanea, quindi è necessario cercare un altro metodo per trattare il disturbo a lungo termine [2].
  2. 2
    Prova una crema o un gel idratante vaginale. È un prodotto per uso topico da applicare localmente. Generalmente è reperibile senza ricetta.
    • Le creme e i gel idratanti vaginali sono reperibili in farmacia. Replens, Intiley Gel, il gel vaginale di Therabel Gienne Pharma e Saugella Idrocrema sono solo alcuni dei prodotti da banco disponibili [3].
    • Prima di usare un prodotto, chiedi delucidazioni al tuo ginecologo. In genere sono sicuri, ma alcuni possono aumentare il rischio di contrarre infezioni e soffrire di reazioni avverse, come eruzioni cutanee e irritazioni [4].
  3. 3
    Prove le creme a base di estrogeni. Si tratta di prodotti per uso topico a basso dosaggio di estrogeni che vanno applicati localmente. Per comprarli è necessaria una prescrizione medica.
    • La crema a base di estrogeni va applicata sulle pareti vaginali servendosi di un applicatore o un dito pulito. Generalmente il trattamento viene fatto prima di andare a dormire. Il tuo ginecologo ti indicherà la frequenza con cui applicare il prodotto e la quantità da usare basandosi sulla tua storia clinica [5].

Parte 2
Provare un Trattamento Medico

  1. 1
    Fissa un appuntamento con il tuo ginecologo. La secchezza vaginale può avere molte cause. Se nel tuo caso specifico è comparsa all'improvviso, dovresti rivolgerti a uno specialista per capirne la causa.
    • Solitamente, la causa della secchezza vaginale non è grave. La menopausa, il parto e l'allattamento possono alterare l'equilibrio ormonale e provocare secchezza. A volte è però dovuta a problemi più seri, come determinati tipi di cancro e disturbi autoimmuni. È per questo che è importante consultare un medico non appena si osservano dei cambiamenti. Per le patologie gravi è fondamentale intervenire il prima possibile [6].
    • La sindrome di Sjögren è una malattia autoimmune che si manifesta quando il sistema immunitario attacca i tessuti sani. Può causare secchezza vaginale, ma anche altri sintomi come secchezza oculare e xerostomia. È possibile diagnosticarla attraverso esami del sangue [7].
  2. 2
    Informati sulla terapia ormonale sostitutiva (TOS). Se stai entrando nella fase della menopausa, questo trattamento può alleviare molti sintomi, secchezza vaginale inclusa.
    • Questo trattamento non solo diminuirà la secchezza vaginale, può alleviare anche altri sintomi della menopausa, come le vampate di calore. In genere, va applicato semplicemente un cerotto. In alternativa, bisogna assumere pillole a basso dosaggio di estrogeni e altri ormoni la cui produzione si riduce con l'inizio della menopausa [8].
    • La terapia ormonale sostitutiva comporta alcuni pericoli. È stato dimostrato che le pillole combinate contenenti estrogeni e progesterone aumentano il rischio di cancro al seno, infarto e ictus. Chiedi al tuo medico di illustrarti i fattori di rischio in relazione al tuo caso specifico [9].
  3. 3
    Prova l'anello vaginale che rilascia estrogeni. È una forma di terapia ormonale sostitutiva che molte donne trovano più facile da usare rispetto alle pillole.
    • Il ginecologo inserirà un anellino flessibile nel tratto superiore della vagina. Il dispositivo libererà regolarmente una dose fissa di estrogeni. Va sostituito ogni tre mesi [10].
  4. 4
    Considera i medicinali che assumi attualmente. Spesso la secchezza vaginale è un effetto collaterale di alcuni farmaci. In particolare, possono provocarla le sostanze decongestionanti, che si trovano in molti medicinali per il raffreddore e le allergie. Se credi che sia questa la causa, chiedi al tuo medico di indicarti trattamenti alternativi [11].

Parte 3
Provare Trattamenti Naturali

  1. 1
    Prova i trattamenti privi di sostanze artificiali. Se ti interessano le terapie naturali, esistono molte soluzioni omeopatiche che si sono dimostrate efficaci per alcune donne.
    • I semi di soia contengono isoflavoni, che hanno un effetto simile a quello degli estrogeni. Una dieta ricca di soia può aiutare a combattere la secchezza vaginale [12].
    • L'actaea racemosa è una pianta usata come integratore alimentare da molte donne e potrebbe combattere la secchezza vaginale [13]. Bisogna però ricordare che gli studi condotti al riguardo non hanno riscontrato benefici. Alcune donne accusano effetti collaterali come dolori alle articolazioni, fiato corto, vertigini, diarrea e dolore addominale. Se soffri di disturbi epatici o di una patologia ormono-sensibile, come certi tipi di cancro o fibromi, dovresti evitare questa pianta. Evitala anche se sei incinta. Prima di iniziare un trattamento con estratti di origine vegetale, parlane con il tuo medico per essere certa che non ti facciano male [14].
    • Alcune donne usano creme contenenti dioscorea villosa a scopo integrativo, ma non esistono prove che ne dimostrino l'utilità e potrebbero danneggiare la vagina [15].
  2. 2
    Non fare lavande vaginali. Lavare la vagina con una soluzione comprata o fatta in casa altera l'equilibrio della flora vaginale, causando secchezza e infezioni. La vagina è provvista di un meccanismo che le permette di pulirsi da sola, quindi non ha bisogno di ulteriori interventi [16].
  3. 3
    Non trascurare i preliminari nell'intimità. Questo significa scambiarsi massaggi, coccolarsi, baciarsi, fare sesso orale e altre forme di gioco erotico prima di un rapporto sessuale. Aumentare il tempo dedicato ai preliminari può stimolare l'eccitazione e contrastare dunque la secchezza vaginale. Parlane con il tuo partner e chiedigli di fare più attenzione ai preliminari. Questo può aiutare a ridurre il problema.
    • In generale, una vita sessuale attiva può favorire la lubrificazione e prevenire la secchezza vaginale. Parla con il tuo partner in merito ai benefici di una vita sessuale regolare che, in una relazione, gioca un ruolo importante per la salute psicoemotiva di entrambi [17].
  4. 4
    Prova la masturbazione. Masturbarsi regolarmente, soprattutto dopo una certa età, può avere tutta una serie di benefici per la salute, tra cui combattere la secchezza vaginale.
    • L'autoerotismo femminile presenta diverse forme e tecniche, ma la stimolazione di clitoride, uretra e vagina può favorire una maggiore lubrificazione. Se osservi cambiamenti ormonali o di altro tipo che causano secchezza vaginale, la masturbazione regolare può aiutare a combatterli [18].

Consigli

  • La secchezza vaginale mette in imbarazzo molte donne, quindi non ne parlano con il proprio ginecologo. Fai del tuo meglio per superare questo disagio. Dal momento che la secchezza a volte è sintomo di patologie più gravi, è importante che il tuo medico ne sia a conoscenza.
  • Mai provare a idratare o a lubrificare la vagina con prodotti che non sono stati concepiti a questo scopo. Le lozioni e le creme classiche possono irritare la vagina o peggiorare il problema.
  • La secchezza vaginale solitamente è collegata a cambiamenti fisiologici che interessano il rivestimento vaginale quando si abbassano gli estrogeni.

Avvertenze

  • Rivolgiti al tuo ginecologo per conoscere i pericoli della terapia a base di estrogeni, che sia topica o sistemica. Secondo alcuni studi, la terapia ormonale può aumentare il rischio di malattie cardiache, coaguli ematici, cancro al seno e ictus. Come succede con qualsiasi altro medicinale, assicurati di parlarne con il tuo medico, poi soppesa attentamente eventuali problemi e benefici.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Lacy Windham, MD. La Dottoressa Windham lavora come Ostetrica e Ginecologa Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Tennessee. Ha completato l’internato alla Eastern Virginia Medical School nel 2010, dove ha ricevuto un premio per il suo eccezionale operato come medico interno.

Categorie: Salute Donna

In altre lingue:

English: Deal with Vaginal Dryness, Русский: справиться с вагинальной сухостью, Español: lidiar con la sequedad vaginal, Português: Lidar com Secura Vaginal, Français: traiter une sécheresse vaginale, Deutsch: Vaginale Trockenheit behandeln, Bahasa Indonesia: Mengatasi Masalah Vagina Kering, ไทย: แก้ปัญหาช่องคลอดแห้ง, Tiếng Việt: Đối phó với Tình trạng Khô âm đạo, 日本語: 膣の乾燥に対処する, العربية: التعامل مع الجفاف المهبلي, Nederlands: Een droge vagina behandelen, 中文: 应对阴道干涩

Questa pagina è stata letta 18 152 volte.
Hai trovato utile questo articolo?