Come Trattare le Lesioni Vaginali

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 20 Riferimenti

In questo Articolo:Trattare le Lesioni Causate dal PartoCombattere il DoloreTrattare le Ferite MinoriTrattamenti Medici

Le lesioni vaginali tendono a causare fastidio e dolore. Possono essere dovute ad attività di natura sessuale, uso di assorbenti interni, diverse patologie o parto. Sono generalmente di poco conto e tendono a rimarginarsi da sole, mentre quelle che si formano durante il parto potrebbero richiedere dei punti di sutura. La maggior parte delle lesioni guarisce senza che sia necessario alcun intervento, a condizione che si mantenga la zona pulita, si eviti di avere rapporti sessuali e di usare prodotti irritanti. In caso di ferite più profonde sono necessari dei punti di sutura.

1
Trattare le Lesioni Causate dal Parto

  1. 1
    Bisogna innanzitutto determinare il tipo di lesione. Quelle causate dal parto si suddividono in quattro categorie. Le lesioni di primo grado sono superficiali e interessano l'epidermide. Quelle di secondo grado colpiscono pelle e muscolo. Tali tipologie si considerano poco gravi [1].
    • Le lesioni di terzo grado interessano i muscoli perineali e il retto perineale, mentre quelle di quarto grado il condotto anale e il retto.
  2. 2
    I punti di sutura sono necessari in seguito al parto. Le lesioni di primo e secondo grado richiedono solo dei punti superficiali, mentre quelle di terzo e quarto grado necessitano di punti più profondi. Occorre cucire separatamente ciascun strato cutaneo e muscolare [2].
    • Per quanto riguarda le lesioni di terzo e quarto grado, il medico si soffermerà sulla ricucitura dei muscoli che sostengono ano e retto.
  3. 3
    Tieni pulita la zona interessata, indipendentemente dal tipo di lesione, in modo da combattere la proliferazione batterica e prevenire infezioni. Lava varie volte al giorno genitali e area perineale [3].
    • Tampona la zona interessata con un asciugamano pulito. Procedi dalla parte frontale al retro per evitare che i batteri del retto contaminino la vagina.
  4. 4
    Sostituisci spesso (ogni 4-6 ore) le bende o l'assorbente per mantenere la ferita pulita e ridurre il rischio di proliferazione batterica [4].

2
Combattere il Dolore

  1. 1
    Prova a usare una compressa fredda, che aiuta a combattere il dolore e l'infiammazione nella zona interessata. Cerca solo di non applicare il ghiaccio o la compressa fredda direttamente sulla pelle. Avvolgili invece con un panno per evitare di ustionare la cute. L'impacco dovrebbe durare circa 10 minuti [5].
    • Ripeti l'impacco sulla zona perineale ogni 3-4 ore.
  2. 2
    Assumi un antidolorifico da banco nel caso in cui la lesione sia dolorosa. L'acetaminofene, l'ibuprofene e i FANS (farmaci anti-infiammatori non steroidei) sono efficaci per combattere dolore e fastidio [6].
    • Leggi il bugiardino e segui alla lettera le indicazioni.
  3. 3
    Sdraiati una volta ogni ora. Se hai subito delle lesioni vaginali (specialmente se hai partorito), dovresti affrontare la vita quotidiana con estrema tranquillità. In caso di ferite profonde bisogna stare in piedi o sedersi solo per brevi intervalli di tempo, in quanto queste posizioni esercitano una maggiore pressione sulla zona genitale [7].
    • Dovresti sdraiarti per 20-40 minuti una volta ogni ora. Adotta questa abitudine per 2-4 giorni in seguito al parto.
  4. 4
    Prova a usare un olio o un altro prodotto lenitivo naturale ad applicazione topica, come gel di aloe vera, olio di vitamina E o olio calmante antibatterico. Ne basta qualche goccia. Non applicare creme antibatteriche sulla zona genitale, perché alterano l'equilibrio della flora batterica vaginale [8].
  5. 5
    Fai un bagno all'avena. Durante la guarigione, le lesioni vaginali possono iniziare a causare prurito, indolenzimento o secchezza nella zona interessata. Se dovesse succederti, fai un bagno all'avena. Riempi la vasca di acqua tiepida e versaci dei fiocchi d'avena. Oltre a farti un bel bagno rilassante, allevierai prurito e infiammazione [9].

3
Trattare le Ferite Minori

  1. 1
    Osserva se accusi dolore. Le lesioni vaginali possono causare un lieve indolenzimento nella zona inguinale. Potresti avvertirlo sedendoti, camminando o indossando vestiti stretti. Le ferite minori possono anche dare luogo a una leggera emorragia, provocare prurito o sensazione di fastidio [10].
  2. 2
    Determina la profondità della lesione. La gravità della ferita è preponderante per stabilire il trattamento da seguire. Se non riesci a capire se sia profonda o meno, valutala con l'aiuto di uno specchietto. Si trova in un posto difficile da osservare? Allora vai dal medico [11].
  3. 3
    Non toccare le lesioni di poco conto: guariranno da sole senza alcun trattamento. Queste ferite sono di piccole dimensioni, simili ai taglietti causati dalla carta o alle abrasioni. All'inizio è possibile osservare sanguinamento, pizzicore, fastidio e prurito. Sono dovute ad azioni facilmente individuabili, come rapporti sessuali o inserimento di assorbenti interni [12].
  4. 4
    Lava la zona vaginale tutti i giorni con un detergente delicato. In caso di lesione o taglio vaginale è bene procedere con delicatezza, evitando di strofinare. Utilizza un sapone ipoallergenico privo di ingredienti irritanti. Cerca di non eliminare lo strato protettivo esterno, che aiuta la vagina a guarire e a mantenersi sana naturalmente [13].
    • Lava solo le parti esterne, evita di toccare la zona interna.
    • Le lavande vaginali vanno evitate in caso di lesioni: possono alterare il pH naturale, fattore fondamentale per avere una vagina sana.
  5. 5
    In caso di lesioni vaginali bisogna evitare di avere rapporti sessuali o praticare autoerotismo. Qualsiasi tipo di attività sessuale che genera un contatto con la ferita può farla riaprire. Inoltre, avere un contatto con altre parti del corpo può causare l'introduzione di batteri nella lesione [14].
    • Guarita la lesione, procedi con estrema delicatezza le prime volte che hai rapporti sessuali, in modo da assicurarti di non causare ulteriori strappi cutanei nella zona. Ricorda che è molto sensibile.
  6. 6
    Durante la guarigione, evita che la vagina entri a contatto con oggetti estranei (internamente o esternamente), altrimenti rischi di irritarla. Non usare assorbenti interni, preservativi, diaframmi o altri oggetti simili. Dovresti anche evitare lubrificanti o lozioni irritanti [15].
    • Indossa degli slip di cotone morbidi che non costringano e non esercitino alcuna pressione sulla zona interessata.

4
Trattamenti Medici

  1. 1
    Rivolgiti al tuo ginecologo. Se hai una lesione vaginale particolarmente dolorosa che non sembra guarire e che appare visibilmente più grave rispetto a un taglietto o a un'abrasione, vai dal medico. Eseguirà un esame per valutare la portata dei danni e ti prescriverà un trattamento mirato.
    • Stabilirà anche se soffri di eventuali patologie responsabili della lesione.
  2. 2
    Assumi i medicinali che ti vengono indicati. Il ginecologo può infatti prescriverti dei farmaci (come quelli per combattere candidosi, herpes, vaginite o dermatite) allo scopo di trattare l'infezione e la lesione vaginale [16].
    • I medicinali possono essere sotto forma di compresse da assumere per via orale, creme o gel.
  3. 3
    Aumenta il livello di estrogeni. Se sono bassi, rischi di soffrire di vaginite atrofica, che causa secchezza vaginale e una maggiore predisposizione alle lesioni. Una carenza di estrogeni può essere dovuta anche ad altre patologie, come cancro o squilibri ormonali. Il ginecologo potrebbe prescriverti delle apposite creme, ma anche suggerirti di modificare l'alimentazione per aumentare l'apporto di estrogeni attraverso il consumo di cibi mirati [17].
    • Mai provare ad aumentare gli estrogeni senza prima aver consultato un medico, altrimenti rischi di causare squilibri chimici nell'organismo.
  4. 4
    Cambia alimentazione. Alcune donne soffrono di lesioni vaginali dovute alla carenza di certi nutrienti. Tale deficit indebolisce la pelle e le membrane vaginali, predisponendole alla formazione di lesioni. Se tendi ad avere spesso ferite di questo tipo che non guariscono con facilità, rivolgiti a un nutrizionista per esaminare la tua alimentazione. Lo specialista può aiutarti a identificare eventuali carenze di nutrienti, spiegandoti inoltre come integrarli in maniera efficace e sicura [18].
    • Le lesioni vaginali vengono comunemente causate da una carenza di zinco, vitamina A, acidi grassi omega-3, calcio e vitamina C.
  5. 5
    Rivolgiti immediatamente a un medico in caso di ferite profonde o particolarmente gravi. Alcune lesioni possono essere accompagnate da emorragie abbondanti, pus, rilassamento dei tessuti o dolore intenso. Se dovessi osservare questi sintomi, vai subito dal medico. Tali ferite tendono a manifestarsi a causa di parto, trauma o incidenti di natura sessuale [19].
    • Questi tipi di ferite sono gravi e andrebbero trattati come tali.
  6. 6
    Molte lesioni vaginali profonde vengono trattate con dei punti di sutura, applicati per ferite la cui lunghezza supera i 3 cm. Vai al pronto soccorso per farti ricucire la pelle. Generalmente queste lesioni guariscono senza particolari problemi. Durante la fase di recupero vanno mantenute asciutte e pulite. Indossa vestiti dalla tenuta morbida [20].
    • Evita le attività che possono causare l'apertura dei punti o della ferita.

Riferimenti

  1. https://www.nct.org.uk/parenting/episiotomy-or-tear-during-childbirth
  2. http://www.parents.com/pregnancy/giving-birth/vaginal/vaginal-tearing-during-childbirth-what-you-need-to-know/
  3. http://www.matermothers.org.au/journey/childbirth/recovering-from-a-perineal-tear
  4. http://www.matermothers.org.au/journey/childbirth/recovering-from-a-perineal-tear
  5. https://www.nct.org.uk/parenting/episiotomy-or-tear-during-childbirth
  6. https://www.nct.org.uk/parenting/episiotomy-or-tear-during-childbirth
  7. http://www.matermothers.org.au/journey/childbirth/recovering-from-a-perineal-tear
  8. https://www.allthingsvagina.com/how-to-treat-vaginal-fissures/
  9. https://www.fairview.org/HealthLibrary/Article/116680EN
Mostra altro ... (11)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Salute Donna

In altre lingue:

English: Heal Vaginal Tears, Português: Tratar Fissuras Vaginais, Español: curar los desgarros vaginales, Français: soigner les déchirures vaginales, Deutsch: Risse in der Vagina heilen, Bahasa Indonesia: Mengobati Vagina yang Robek

Questa pagina è stata letta 62 620 volte.
Hai trovato utile questo articolo?