Molti problemi medici provocano dolore alla pancia e potresti chiederti se è la cistifellea a causare il tuo. I calcoli alla cistifellea e la colecistite, l'infiammazione di questo organo, sono malattie piuttosto comuni. È importante diagnosticarle tempestivamente, in modo da ricevere i trattamenti adeguati e ridurre al minimo il rischio di complicazioni.[1] Se possibile, previeni le patologie della cistifellea con una dieta sana e mantenendo il peso forma. Se si manifestano dei sintomi, consulta il medico per ricevere una diagnosi e sapere a quale specialista o ospedale rivolgerti, prendi i farmaci che ti vengono prescritti e sottoponiti a un intervento chirurgico se necessario.

Metodo 1 di 3:
Cercare Cure Mediche

  1. 1
    Consulta il medico se provi dolore dopo aver mangiato. Il sintomo più comune della colecistite è il dolore dopo i pasti, in particolare abbondanti o ricchi di grassi. Il dolore di solito viene avvertito nella parte in alto a destra dell'addome. Consulta il medico se questo sintomo si presenta regolarmente o improvvisamente.[2]
    • In alcuni casi puoi avvertire il dolore anche nella spalla destra, tra le scapole nella schiena o al centro dell'addome, subito sotto lo sterno.[3] Il tuo addome può anche farti male quando lo tocchi e il dolore può durare da alcuni minuti fino a un'ora.
    • Potresti anche soffrire di nausea, vomito o febbre (a una temperatura di 38°C o superiore).
    • La colecistite viene spesso provocata da calcoli che bloccano i condotti biliari e provocano un accumulo di bile nella cistifellea. È importante consultare il medico per risolvere il problema ed evitare le complicazioni, come la rottura della cistifellea.
  2. 2
    Se hai dolori addominali intensi cerca subito cure mediche. Fallo se il dolore è così forte da non permetterti di stare seduto fermo o di sentirti a tuo agio. Questo sintomo può indicare una malattia grave che deve essere curata rapidamente. Fatti accompagnare all'ospedale o chiama il pronto intervento per ricevere assistenza.[4]
    • Se hai la febbre alta, sopra i 40°C, o se noti che la parte bianca degli occhi diventa gialla, chiama l'ambulanza.
    • Se hai sintomi acuti, devi subito andare in ospedale per ricevere una diagnosi e una flebo. Hai bisogno anche di un consulto chirurgico. Anche se non ti servirà un intervento immediato, sono comunque necessari il ricovero e le cure ospedaliere.
  3. 3
    Fatti ricoverare in ospedale. Se il tuo medico ritiene che tu soffra di colecistite, potrebbe mandarti in ospedale o farti visitare da un gastroenterologo, un medico specializzato nell'apparato digerente. Molti trattamenti per le malattie della cistifellea richiedono qualche giorno di ricovero. I dottori controlleranno i tuoi segni vitali e i tuoi sintomi, cercando di ridurre l'infiammazione nella cistifellea. Si tratta del normale corso d'azione, quindi non preoccuparti.[5]
    • I sintomi lievi di solito spariscono in un giorno o due, anche se in alcuni casi è necessario l'intervento chirurgico.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Trattare i Calcoli alla Cistifellea

  1. 1
    Chiedi informazioni al tuo medico. In base ai tuoi precedenti clinici e alla gravità del problema alla cistifellea, il tuo medico ti suggerirà un piano di trattamento. Questo può includere attendere con cautela lo sviluppo della situazione, variazioni alla dieta, farmaci, terapie a onde d'urto o interventi chirurgici facoltativi.
  2. 2
    Evita di digiunare e le diete estreme. Queste attività possono far peggiorare la tua malattia, perché aumentano le probabilità che la bile si trasformi in calcoli.
    • Potresti aver bisogno di una flebo di fluidi per non disidratarti.
  3. 3
    Prendi i farmaci che ti vengono prescritti. Se hai un'infezione alla cistifellea, hai bisogno di antibiotici. Assumili esattamente come ti viene indicato. Il tuo medico può anche prescriverti degli antidolorifici per farti sentire più a tuo agio. Usali solo seguendo le sue istruzioni e non prendere una dose superiore.[6]
  4. 4
    Sottoponiti a un intervento chirurgico se necessario. La colecistite spesso si ripresenta e in alcuni casi può essere grave, quindi potresti aver bisogno di un intervento per rimuovere la cistifellea. La tempistica dell'intervento dipende dalla gravità dei sintomi; in alcuni casi finirai sotto i ferri due giorni dopo la visita dal dottore, in altri avrai la possibilità di aspettare più tempo. Se è un tumore a provocare i tuoi problemi alla cistifellea, è necessario rimuoverlo.[7]
    • Quasi tutti gli interventi chirurgici alla cistifellea vengono eseguiti con strumenti molto piccoli e telecamere attraverso incisioni minuscole (chirurgia laparoscopica), quindi non ti resteranno grandi cicatrici.
    • La cistifellea non è indispensabile! Altre parti del corpo possono ricoprire il ruolo di questo organo una volta che viene rimosso.
  5. 5
    Riposati nelle due settimane che seguono l'intervento. Dovresti essere in grado di riprendere le tue normali attività circa 15 giorni dopo un'operazione di chirurgia laparoscopica. Nel frattempo, resta a casa dal lavoro. Non guidare per la prima settimana e inserisci nella tua routine delle passeggiate lente dopo qualche giorno di riposo completo, aumentando gradualmente l'intensità. Inizia a seguire una dieta sana e normale quando vieni dimesso dall'ospedale. Chiedi al tuo medico di chiarire tutti i tuoi dubbi in merito alla convalescenza.[8]
    • Chiedi al tuo medico come comportarti durante la convalescenza se ti sei sottoposto a un intervento chirurgico tradizionale. Le operazioni di questo tipo comportano un periodo di recupero più lungo rispetto a quelle laparoscopiche.
  6. 6
    Prendi dei farmaci per sciogliere i calcoli se non puoi sottoporti a un intervento chirurgico. Se per qualche motivo non puoi finire sotto i ferri, chiedi al tuo medico quali sono le possibili terapie farmacologiche. L'ursodiolo (Deursil) e il chenodiolo (Chenodeoxycholic) possono sciogliere alcuni tipi di calcoli, ma possono passare mesi o persino anni prima di vedere gli effetti. Inoltre i calcoli possono tornare al termine del trattamento, quindi non si tratta della scelta migliore se puoi sottoporti a un intervento chirurgico.[9]
  7. 7
    Chiedi se hai la possibilità di sottoporti al trattamento con onde d'urto. Solo il 15% circa delle persone che soffrono di calcoli alla cistifellea possono sottoporsi con successo a questo trattamento, chiamato litotripsia extracorporea a onde d'urto. La terapia prevede di utilizzare onde d'urto indolori per rompere i calcoli del paziente che viene immerso in una vasca.[10]
    • Chiedi al tuo medico se questo trattamento può risolvere il tuo problema. È efficace solo se hai un unico calcolo, più piccolo di due cm di diametro.
  8. 8
    Discuti con il tuo medico sui rischi e sui benefici dei rimedi naturali per purificare la cistifellea. I praticanti della medicina alternativa suggeriscono di provare a sciogliere i calcoli con un rimedio naturale, un mix di olio d'oliva, erbe e succo di frutta (non esiste una ricetta specifica). Non esistono dati che testimoniano l'efficacia di questo trattamento, che potrebbe persino rappresentare un rischio per la tua salute. Chiedi consiglio al tuo medico se sei interessato a provarlo.[11]
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Diagnosticare e Prevenire le Malattie alla Cistifellea

  1. 1
    Sottoponiti a dei test diagnostici. Recati all'ospedale pronto a sostenere gli esami necessari. Probabilmente ti sarà prelevato un campione di sangue e la tua cistifellea sarà esaminata con una macchina a ultrasuoni o una TAC. Svolgi questi test importanti appena il tuo medico te lo consiglia.[12]
    • Potresti anche aver bisogno di un test HIDA, che verifica come avviene il transito della bile da e verso la cistifellea. Per svolgere questo test ti verrà iniettato un liquido di contrasto radioattivo. Ricorda di avvisare il medico se hai problemi al fegato o ai reni prima di iniziare.
    • Una procedura nota come CPRE (colangio-pancreatografia endoscopica retrograda) può diagnosticare e rimuovere i calcoli alla cistifellea,[13] senza rimuovere interamente l'organo.[14]
  2. 2
    Mantieni il peso forma. Chi è sovrappeso è esposto a un rischio maggiore di sviluppare calcoli alla cistifellea. Raggiungi e mantieni un peso sano limitando l'apporto calorico e svolgendo attività aerobica per almeno 30 minuti, cinque giorni a settimana.[15]
    • Perdi peso lentamente per limitare il rischio di sviluppare calcoli alla cistifellea. Cerca di perdere 0,5-1 kg a settimana.
  3. 3
    Evita i farmaci che contengono estrogeni e clofibrato. I pazienti con calcoli alla cistifellea o quelli a rischio non dovrebbero prendere queste sostanze, che possono contribuire alla formazione dei calcoli.
  4. 4
    Assumi alcolici con moderazione. Limita il consumo di alcol a meno di 30 ml al giorno. Una quantità così piccola non fa male e per alcune donne assumere alcolici con questa dose tutti i giorni può persino ridurre l'incidenza delle malattie alla cistifellea.[16]
  5. 5
    Segui una dieta povera di grassi e ricca di fibre. Assumere cibi grassi aumenta il rischio di sviluppare calcoli alla cistifellea. Mangia sano limitando i grassi nella tua dieta e facendo pasti ricchi di frutta, verdura e cereali integrali.[17]
    • La base dei tuoi pasti deve essere pasta di grano integrale e riso con verdure fresche. Mangia proteine povere di grassi come salmone e pollo senza pelle. Se ti piace la carne rossa, scegli i tagli più magri e controlla le porzioni.
    • Segui un programma di pasti regolari e non saltarli. Restare a digiuno aumenta il rischio di sviluppare calcoli alla cistifellea.[18]
    Pubblicità

Consigli

  • Alcuni calcoli alla cistifellea che non provocano sintomi non hanno bisogno di trattamenti. Se avverti sintomi lievi, chiedi al medico qual è il passo successivo da fare.

Pubblicità

Avvertenze

  • Sei esposto a un rischio maggiore di sviluppare calcoli alla cistifellea se sei incinta, sovrappeso, di sesso femminile e sopra i 40 anni, se hai il diabete, se prendi farmaci che contengono estrogeno come la pillola anticoncezionale o se hai problemi al fegato.[19] Fai attenzione ai sintomi dei calcoli.
  • Il cancro alla cistifellea è molto raro, ma è più comune nelle persone con malattie a questo organo. Se avverti i sintomi dei calcoli alla cistifellea o della colecistite, sottoponiti subito ai trattamenti necessari, in modo da evitare le complicazioni.[20]
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Far Crescere più Velocemente il Seno

Come

Usare un Preservativo

Come

Riconoscere il Cancro allo Stomaco

Come

Crescere In Altezza

Come

Diventare Più Alti Naturalmente

Come

Farsi un Clistere

Come

Fumare una Sigaretta

Come

Fare Sesso Durante il Ciclo

Come

Capire se il Dolore al Braccio Sinistro è Correlato al Cuore

Come

Distinguere il Dolore Renale dal Dolore Lombare

Come

Far Durare il Sesso Più a Lungo

Come

Determinare il tuo Gruppo Sanguigno

Come

Eseguire la Manovra di Epley

Come

Far Abbassare Velocemente la Pressione del Sangue
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Joshua Ellenhorn, MD
Co-redatto da
Chirurgo Generale e Chirurgo Oncologo Iscritto all'Albo
Questo articolo è stato co-redatto da Joshua Ellenhorn, MD. Il Dottor Joshua Ellenhorn è un chirurgo iscritto all'albo con formazione avanzata nei campi dell'oncologia chirurgica, della chirurgia mini-invasiva e della chirurgia robotica. Gestisce uno studio privato presso il Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles e negli USA è un leader riconosciuto a livello nazionale nell'ambito di chirurgia, ricerca sul cancro e formazione chirurgica. Ha preparato più di 60 chirurgi oncologi e alle spalle ha oltre 18 anni di pratica presso il City of Hope National Medical Center, dove ha lavorato come professore e primario del Reparto di Chirurgia Generale e Oncologica. Esegue le seguenti procedure chirurgiche: colecistectomia, erniorrafia, cancro colorettale, cancro della pelle e melanoma, cancro gastrico e cancro del pancreas. Si è laureato in Medicina alla Boston University School of Medicine, ha ottenuto una fellowship presso la University of Chicago e il Memorial Sloan-Kettering Cancer Center e ha concluso la sua specializzazione in chirurgia presso la University of Cincinnati.
Categorie: Salute
Questa pagina è stata letta 926 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità