Scarica PDF Scarica PDF

Una distorsione prevede la lacerazione delle fibre dei legamenti che mantengono le ossa nella corretta sede articolare.[1] Questo trauma causa dolore acuto, gonfiore, ematoma e perdita della mobilità. I legamenti delle articolazioni guariscono in fretta e le distorsioni in genere non hanno bisogno di un intervento chirurgico o di altre cure mediche intense. Tuttavia, è importante trattarle correttamente seguendo delle procedure di primo soccorso per recuperare più in fretta.

Parte 1 di 2:
Procedere con le Prime Cure

  1. 1
    Metti in pratica il protocollo RICE che viene consigliato dai professionisti del primo soccorso. Il termine è un acronimo inglese formato dalle parole Rest (riposo), Ice (ghiaccio), Compress (comprimere) e Elevate (sollevare). Rispetta tutte e quattro queste indicazioni per guarire in fretta, ridurre il dolore e il gonfiore iniziali.
  2. 2
    Lascia riposare l'articolazione colpita evitando di usarla, a meno che non sia strettamente necessario. Il riposo è indispensabile per il processo di recupero e per evitare di provare dolore inutile. Se devi utilizzare l'arto lesionato (ad esempio per camminare), fallo con precauzione e sfrutta dei dispositivi di supporto.
    • Utilizza delle stampelle per camminare, nel caso il trauma fosse localizzato alla caviglia o al ginocchio.
    • Indossa una tracolla per le distorsioni al polso e al braccio.
    • Avvolgi una stecca attorno al dito slogato e supportalo con il dito adiacente.
    • Non evitare completamente di muoverti a causa della lesione; tuttavia, non utilizzare l'articolazione interessata per almeno 48 ore o finché il dolore non diminuisce.
    • Se pratichi qualche sport, parla con l'allenatore o il medico per sapere quando potrai partecipare di nuovo alle competizioni.
  3. 3
    Applica del ghiaccio sulla lesione il più rapidamente possibile. Metti pressione sull'articolazione usando un impacco freddo o la borsa del ghiaccio per un periodo massimo di tre giorni, finché il gonfiore non sarà sparito.
    • Usa qualunque tipo di impacco freddo, come dei cubetti di ghiaccio in un sacchetto, un panno congelato, una confezione di verdure surgelate o gli impacchi riutilizzabili di ghiaccio che puoi acquistare in farmacia.
    • Applica la terapia del freddo entro 30 minuti dall'infortunio, se possibile.
    • Non appoggiare il ghiaccio direttamente sulla pelle – usa un panno o un asciugamano per proteggere l'epidermide.
    • Riapplica il ghiaccio o l'impacco freddo ogni 20-30 minuti durante tutto il giorno.
    • Al termine del trattamento, togli il ghiaccio per consentire alla cute di ritornare alla temperatura normale prima della sessione successiva.
    • Lascia l'impacco freddo o il ghiaccio sulla lesione per un tempo sufficiente a percepire una lieve dolenzia e intorpidimento – 15-20 minuti – che permettono di ridurre il dolore.[2]
  4. 4
    Comprimi l'articolazione con una fasciatura o un bendaggio. In questo modo, proteggi e doni supporto all'arto.
    • Avvolgi l'articolazione in maniera abbastanza stretta, ma senza causare intorpidimento o formicolio all'arto.
    • Usa un tutore per le caviglie, perché potrebbe rivelarsi più efficace rispetto a una fasciatura o un bendaggio.
    • Usa delle fasciature elastiche per garantire supporto e flessibilità.
    • In alternativa, scegli del nastro adesivo kinesiologico.
    • Se hai dei dubbi in merito al tipo di benda o al suo utilizzo, chiedi maggiori informazioni al medico o al farmacista.
  5. 5
    Solleva l'articolazione oltre il livello del cuore, se possibile. In questo modo, riduci o previeni il gonfiore. Cerca di mantenere tale posizione per 2-3 ore ogni giorno.
    • Siediti o sdraiati sollevando il ginocchio o la caviglia infortunata con un cuscino.
    • Usa una tracolla per tenere il polso o il braccio sopra il livello del cuore.
    • Quando dormi, solleva il braccio o la gamba lesionata con uno o due cuscini, se riesci a farlo.
    • Se non puoi portare l'arto oltre il livello del cuore, fai in modo che si trovi almeno alla sua stessa altezza.
    • Presta attenzione a ogni sensazione di formicolio o intorpidimento quando alzi l'arto; se il disagio persiste, chiama il medico.
  6. 6
    Tratta l'infortunio con degli antidolorifici da banco. Questi farmaci aiutano a gestire il dolore e l'infiammazione correlati alla distorsione. Tuttavia, non prendere l'aspirina perché favorisce il sanguinamento, causa maggiori complicazioni e peggiora le condizioni dell'ematoma. Scegli dei FANS come l'ibuprofene (Brufen) o il naprossene (Aleve), che sono consigliati nei casi di distorsione per le loro proprietà antinfiammatorie. Puoi anche prendere il paracetamolo (Tachipirina) per gestire il dolore.[3]
    • Chiedi al farmacista o al medico di consigliarti il prodotto e il dosaggio più efficaci per te.
    • Se stai assumendo altri medicinali su prescrizione, consulta il medico o il farmacista prima di prendere questi antidolorifici.
    • Segui le istruzioni riportate sul bugiardino per conoscere la posologia.
    • Sii consapevole dei potenziali effetti collaterali degli analgesici da banco.[4]
    • Abbina l'assunzione degli antidolorifici al protocollo RICE.
  7. 7
    Gestisci il dolore con trattamenti omeopatici. Sebbene queste terapie non siano scientificamente provate contro il dolore, molte persone ritengono che siano utili.
    • La curcuma è nota per le sue proprietà antinfiammatorie. Mescolane due cucchiai con uno di succo di lime e un po' d'acqua, per creare un impasto da applicare sulla sede della distorsione. Avvolgi il tutto con un bendaggio e lascia agire per diverse ore.
    • Procurati dei sali di Epsom in farmacia. Versane una tazza in una vasca o in un secchio di acqua calda e aspetta che si sciolgano completamente. Metti in ammollo l'articolazione colpita per 30 minuti, diverse volte al giorno.
    • Spalma un balsamo o una crema all'arnica (disponibile in farmacia) sulla lesione per ridurre l'infiammazione, il gonfiore e promuovere la circolazione sanguigna. Dopo l'applicazione, avvolgi la zona con un bendaggio.
  8. 8
    Evita quelle attività che possono peggiorare la situazione. È importante essere particolarmente cauti nelle prime 72 ore dall'incidente.[5]
    • Evita l'acqua molto calda. Non fare bagni caldi, non usare l'idromassaggio, non entrare nella sauna e non applicare impacchi caldi.
    • Non bere alcolici perché aumentano il gonfiore, il sanguinamento e rallentano il processo di guarigione.
    • Prenditi una pausa dalle attività faticose come la corsa, il ciclismo o sport simili.
    • Risparmia i massaggi per la fase terminale di guarigione, dato che potrebbero favorire il gonfiore e l'emorragia.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Cercare Aiuto Medico

  1. 1
    Vai al pronto soccorso se la lesione non migliora entro 72 ore o se manifesti i sintomi di una frattura. Qualunque infortunio più grave di una semplice slogatura deve essere valutato da un medico.
    • Chiama un'ambulanza, se non puoi appoggiare il peso corporeo sull'arto infortunato, perché potrebbe essere sintomo di una frattura o di una grave distorsione.
    • Non cercare di sopportare il dolore e ignorare l'accaduto, non vale la pena se la ferita è più grave di quanto pensi.
    • Non tentare di auto-diagnosticare la lesione.
    • Vai al pronto soccorso per evitare di prolungare la sofferenza e/o di peggiorare la situazione con ulteriori danni.
  2. 2
    Osserva i sintomi di una frattura ossea. Ci sono diversi aspetti che indicano la rottura dell'osso e la vittima o la persona che se ne prende cura dovrebbe valutarli. Se mostri qualunque sintomo descritto di seguito, dovresti andare al pronto soccorso.
    • Verifica se non puoi muovere l'arto o l'articolazione infortunata;[6]
    • Valuta se provi insensibilità tattile, formicolio o se la zona è estremamente gonfia;
    • Cerca la presenza di ferite associate all'infortunio;
    • Cerca di ricordare se hai udito un schiocco durante l'incidente;
    • Osserva se l'articolazione o l'arto è deformato;
    • Presta attenzione se provi dolenzia al tatto a un osso specifico (punto dolente) o se la zona presenta un grave ematoma.
  3. 3
    Monitora la lesione alla ricerca di segni di infezione. È importante intervenire a ogni cenno di infezione, per evitare che il problema si diffonda e possa aggravare la situazione.
    • Cerca ogni taglio o abrasione cutanea attorno alla sede della distorsione che potrebbe consentire l'accesso ai batteri.
    • Fai attenzione nel caso avessi la febbre durante le prime ore o giorni dall'incidente.
    • Controlla l'arto o l'articolazione per la presenza di arrossamento o striature rosse che si diramano dalla zona lesionata.
    • Tocca l'arto per capire se è caldo o se il gonfiore è peggiorato, entrambi sono segni tipici di infezione.[7]
    Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Fasciatura elastica, benda o nastro adesivo kinesiologico
  • Tutore o tracolla
  • Impacco freddo o borsa del ghiaccio
  • Stampelle

wikiHow Correlati

Trattare una Frattura Esposta Durante il Primo SoccorsoTrattare una Frattura Esposta Durante il Primo Soccorso
Fare un Bendaggio durante il Primo SoccorsoFare un Bendaggio durante il Primo Soccorso
Togliere una SpinaTogliere una Spina
Guarire un Labbro SpaccatoGuarire un Labbro Spaccato
Stabilire se un Dito è FratturatoStabilire se un Dito è Fratturato
Rimuovere una Scheggia ProfondaRimuovere una Scheggia Profonda
Rimarginare la Lingua MorsicataRimarginare la Lingua Morsicata
Eseguire la Manovra di HeimlichEseguire la Manovra di Heimlich
Curare Velocemente le Ferite (Usando Metodi Semplici e Naturali)Curare Velocemente le Ferite (Usando Metodi Semplici e Naturali)
Sapere se ti Sei Rotto un Dito del Piede
Trattare le Costole IncrinateTrattare le Costole Incrinate
Capire se hai la Nocca FratturataCapire se hai la Nocca Fratturata
Far Guarire un Taglio sulla LinguaFar Guarire un Taglio sulla Lingua
Trattare i Tagli ProfondiTrattare i Tagli Profondi
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Laura Marusinec, MD
Co-redatto da:
Dottoressa in Medicina
Questo articolo è stato co-redatto da Laura Marusinec, MD. La Dottoressa Marusinec è una Pediatra Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea in Medicina al Medical College of Wisconsin School of Medicine nel 1995. Questo articolo è stato visualizzato 5 264 volte
Categorie: Incidenti & Ferite
Questa pagina è stata letta 5 264 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità