Le ferite aperte o in via di guarigione possono essere accompagnate da diverse tipologie di essudazione. Alcune delle più comuni? Liquido trasparente, secrezioni giallastre o tracce di sangue. L'essudazione si manifesta a causa dei fluidi e delle proteine che si trovano fra tessuti e muscoli. Il colore cambia a seconda della gravità dell'infiammazione o del tipo di infezione.

Parte 1 di 2:
Prepararsi a Medicare la Ferita

  1. 1
    Impara a identificare una secrezione normale. Per trattare una ferita accompagnata da essudazione è importante farsi un'idea in merito alle caratteristiche tipiche delle secrezioni. Ecco alcune delle più comuni [1]:
    • Essudato sieroso – è un tipo di secrezione che può manifestarsi per mezzo di un liquido trasparente o leggermente giallastro. Essendo poco abbondante, è difficile che inumidisca le bende.
    • Essudato sierosanguigno – questo tipo di secrezione si manifesta per mezzo di perdite acquose formate da sangue e siero. Dato che contengono una piccola quantità di sangue, possono essere rosate.
  2. 2
    Identifica gli episodi anomali. Se da un lato è utile conoscere l'aspetto delle secrezioni normali, dall'altro è importante essere consapevoli di quali sintomi cercare in caso di infezione. Ecco alcuni tipi di secrezioni anomale [2]:
    • Essudato sanguinolento – è un tipo di secrezione che contiene grandi quantità di sangue ed è quindi di un rosso acceso.
    • Essudato purulento – viene chiamato anche pus. Il colore varia: può essere verde, giallo, bianco, grigio, rosa o marrone. Di norma ha un pessimo odore.
  3. 3
    Lava correttamente le mani prima di medicare la ferita e anche dopo. Il lavaggio delle mani limiterà la quantità di batteri a cui verrà esposta la ferita. Ecco come lavarle a fondo:
    • Inumidisci le mani con acqua tiepida o fredda;
    • Insaponale;
    • Massaggiale per 30 secondi allo scopo di rimuovere con efficacia sporcizia e batteri;
    • Risciacquale sotto il getto dell'acqua di rubinetto;
    • Tamponale con un asciugamano pulito.
  4. 4
    Indossa un paio di guanti puliti. Lavare le mani solitamente basta a evitare che la ferita si infetti, ma l'acqua e il sapone lasciano comunque dei microbi. Di conseguenza, indossare un paio di guanti crea un'ulteriore barriera fra i batteri e la ferita.
    • Togliti i guanti dopo aver medicato la ferita.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Medicare la Ferita

  1. 1
    Pulisci la ferita con una soluzione antisettica. Lavare la ferita con acqua ossigenata o iodopovidone aiuta a rimuovere cellule morte e altri residui di sporcizia. Le soluzioni antisettiche contengono sostanze germicide che facilitano la guarigione della ferita.
    • La pulizia della ferita essudante va fatta almeno una volta al giorno e ogni volta in cui la benda si sporca o si bagna.
    • Assicurati di lavare la ferita con dell'acqua di rubinetto prima di pulirla con la soluzione antisettica.
    • Quando la pulisci con acqua ossigenata o iodopovidone, versa la soluzione su un batuffolo di cotone o un pezzo di garza e passalo delicatamente sulla ferita. Puliscila seguendo un movimento circolare. Parti dal centro e procedi fino ai bordi.
  2. 2
    Applica una pomata antibatterica. Combatterà i batteri e aiuterà la pelle a mantenersi idratata. Ecco alcune pomate antibatteriche comunemente usate [3]:
    • Pomate a base di bacitracina – vanno applicate sulla ferita tre volte al giorno;
    • Pomate a base di mupirocina al 2% – vanno applicate sulla ferita tre volte al giorno, ogni otto ore.
  3. 3
    Copri la ferita usando una garza. Coprila prima che si asciughi la pomata. La ferita va tenuta umida, in quanto un'eccessiva secchezza può causare spaccature cutanee durante il processo di guarigione.
    • Sistema un pezzo di garza sulla ferita e fissalo ai bordi con del nastro adesivo medico. In alternativa, compra della garza adesiva.
  4. 4
    Cambia la garza ogni volta che si bagna. Mantenendo la medicazione asciutta e pulita, eviterai che la ferita si infetti. Sostituisci la garza qualora dovesse inumidirsi.
    • Va cambiata immediatamente nel caso in cui si bagni, in modo da evitare la proliferazione dei batteri che si trovano nelle secrezioni.
  5. 5
    Devi sapere quando rivolgerti a un medico. Dovresti tenere sotto controllo la quantità e le caratteristiche delle secrezioni. Una ferita normale è accompagnata da un essudato lieve o moderato.
    • Se la garza si bagna varie volte al giorno, questo significa che le secrezioni sono anomale.
    • Dovresti chiamare subito un medico o andare all'ospedale più vicino, in quanto le emorragie gravi possono essere letali a causa dell'elevata quantità di sangue perduta.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Sapere se ti Sei Rotto un Dito del Piede

Come

Togliere una Spina

Come

Trattare una Frattura del Mignolo del Piede

Come

Eliminare un Livido

Come

Stabilire se un Dito è Fratturato

Come

Curare una Contusione al Dito del Piede

Come

Trattare le Costole Incrinate

Come

Curare Velocemente le Ferite (Usando Metodi Semplici e Naturali)

Come

Trattare una Abrasione da Asfalto

Come

Fasciare il Mignolo del Piede Fratturato con il Nastro Adesivo Medico

Come

Curare un Ginocchio Sbucciato

Come

Rimuovere una Scheggia Profonda

Come

Capire se il Polso è Slogato

Come

Capire se una Caduta ha Causato una Frattura Ossea senza Fare una Radiografia
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 2 497 volte
Categorie: Incidenti & Ferite
Questa pagina è stata letta 2 497 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità