Come Trattenere le Lacrime

In questo Articolo:Metodi FisiciSoluzioni nel Lungo TermineEvitare il Pianto Emotivo

Sebbene il pianto sia una reazione perfettamente normale per alleviare la tensione, esprimere le proprie emozioni o superare situazioni difficili, ci sono delle volte in cui non vorresti proprio piangere. A prescindere dai motivi, trattenere le lacrime non è sempre facile. Tuttavia, ci sono alcuni trucchi che puoi mettere in pratica per distrarti ed evitare di piangere.

1
Metodi Fisici

  1. 1
    Datti un pizzicotto. Provocarsi un leggero dolore fisico per distrarsi da quello emotivo può impedire di piangere. Pizzica una zona sensibile, come il ponte del naso o la pelle tra le dita. Questo è un metodo davvero efficace per molte persone che non vogliono piangere.[1]
  2. 2
    Concentrati sul respiro. Se presti attenzione al naturale flusso del respiro, all'inspirazione e all'espirazione, puoi riuscire a trattenere le lacrime. Puoi praticare la respirazione profonda inspirando dal naso ed espirando attraverso la bocca, canalizzando l'aria nell'addome. Questa è una tecnica per calmarti e farti sentire meglio, qualunque sia il motivo che ti induce a piangere.[2]
  3. 3
    Cerca di distrarti con il freddo. Si tratta di un altro rimedio per evitare le lacrime. Metti una bottiglia di acqua fredda o dei cubetti di ghiaccio sui polsi. Spruzzati dell'acqua ghiacciata sul viso. Qualunque cosa tu possa fare in maniera discreta per indurti una sensazione fisica rappresenta una distrazione concreta dal pianto.[3]
  4. 4
    Solleva lo sguardo. Alcune persone ritengono che guardare in alto sia di aiuto per evitare le lacrime, dato che sono le lacrime stesse che impediscono alle altre di scendere. Tuttavia, questo metodo non è efficace come gli altri; una volta rimessa la testa in posizione naturale, infatti, le lacrime inevitabilmente cadranno.[4]

2
Soluzioni nel Lungo Termine

  1. 1
    Informati sui benefici del pianto occasionale. Sappi che va bene piangere ed è anche salutare. Non dovresti sempre trattenere le lacrime. Se puoi, concediti di piangere una volta a settimana. Guarda un film triste o uno spettacolo in televisione nell'intimità della tua casa. Permettiti di provare tristezza.
    • Le lacrime rappresentano un potente e necessario sfogo emotivo; inoltre aiutano a eliminare alcune tossine dal corpo e possono rafforzare il sistema immunitario. Concederti di piangere ogni tanto può essere una cosa positiva per il tuo benessere fisico ed emotivo.[5]
    • Piangere occasionalmente può renderti più forte. Il pianto incoraggia la capacità di recupero e rafforza l'empatia, perché si tratta di un modo di gestire lo stress. In genere le persone si sentono meglio dopo un buon pianto liberatorio.[6]
  2. 2
    Cerca sostegno nella terapia comportamentale. Si tratta di un tipo di terapia in cui ti viene insegnato a riconoscere gli schemi comportamentali negativi e a lavorare in modo cosciente per cambiarli. Se tendi a piangere spesso, questo tipo di terapia può aiutarti a trovare i modi migliori di gestire e superare lo stress emotivo. Puoi chiedere al tuo medico di consigliarti uno psicologo o un terapista che segue questo approccio. Se sei uno studente, puoi rivolgerti alle strutture scolastiche per trovare un supporto psicologico (in alcune scuole è presente la figura dello psicologo).[7]
  3. 3
    Sii sincero in merito alle tue necessità emotive. Il pianto frequente spesso è dovuto all'incapacità di esprimere le tue esigenze emotive alle persone vicine. Parla con i tuoi cari e spiega loro quando e perché hai bisogno di supporto. Non devi vergognarti di chiedere a qualcuno di dedicarti del tempo per ascoltare i tuoi sfoghi, tenerti la mano e darti conforto.

3
Evitare il Pianto Emotivo

  1. 1
    Prendi le distanze dalla situazione. Se senti che stai per piangere a causa dello stress emotivo, a volte puoi trovare beneficio assumendo una posizione distaccata. Se frapponi una certa distanza tra te e ciò che genera stress, allora puoi impedire alle lacrime di uscire.
    • Se stai per piangere durante una discussione accesa con un amico, un familiare o il partner, allora comunica al tuo interlocutore che hai bisogno di calmarti. Puoi limitarti a dire che hai "bisogno di un minuto" e lasciare la stanza. Fai una passeggiata, leggi un libro o fai qualunque altra cosa ti distragga un po' dalle emozioni che crescono.[8]
    • Se ti trovi a scuola o al lavoro, abbandona la riunione o la lezione e corri in bagno. Se possibile, prenditi una breve pausa di cinque minuti. Ritorna in ufficio, alla tua postazione e semplicemente respira per qualche momento.[9]
  2. 2
    Trova delle distrazioni. Non puoi sempre lasciare la stanza quando senti le lacrime che stanno per sgorgare. Se non puoi abbandonare la riunione o la lezione, cerca di distrarti dal disagio emotivo.
    • Prendi degli appunti. Non devono essere pertinenti con quello che sta accadendo. Puoi scrivere il testo di una canzone, una poesia, tracciare dei ghirigori o qualunque altra cosa ti permetta di non pensare al presente.[10]
    • Usa il cellulare. Se ti è permesso, allora il cellulare ti aiuta a non pensare al momento. Naviga su internet e trova una pagina web divertente. Controlla il profilo Facebook o manda un messaggio a un amico.[11]
  3. 3
    Concediti di provare della rabbia. Le persone spesso usano il pianto per trasmettere frustrazione e angoscia. Questo non è necessariamente un comportamento cosciente. Le sostanze chimiche rilasciate nelle lacrime sono in grado di calmare un'aggressione e possono essere un mezzo per difendersi. Tuttavia, quando vieni trattato senza rispetto, è più efficace provare ed esprimere rabbia piuttosto che piangere.[12]
    • Supponiamo, ad esempio, che ti presenti all'appuntamento con il medico, il quale però è assente. Hai un'agenda molto fitta e oggi è l'unico giorno in cui hai tempo per il tuo controllo annuale. Al tuo arrivo il medico non c'è e alla reception ti informano in maniera poco cortese che si è dimenticato di comunicarti che l'appuntamento è stato annullato. In una situazione del genere potresti avere la tentazione di piangere per la frustrazione, ma dovresti invece esprimere la tua rabbia.[13]
    • Dimostra che sei arrabbiato in modo fermo ma con le dovute maniere. Non inveire contro il personale della reception e non cominciare a urlare facendo una scenata in ambulatorio. Prova invece a sottolineare quanto sia stato scortese il comportamento del medico e quanto la situazione ti infastidisca. Chiedi che ti venga dato un altro appuntamento in base alle tue necessità. In questo modo hai espresso la tua irritazione in maniera diretta e sei stato meno tentato di affrontare inconsciamente la situazione con le lacrime[14]

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 115 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Sviluppo Personale

In altre lingue:

English: Hold Back Tears, Français: retenir ses larmes, Español: contener las lágrimas, Deutsch: Tränen zurückhalten, Português: Conter Suas Lagrimas, Nederlands: Je tranen inhouden, Русский: сдерживать слезы, Bahasa Indonesia: Menahan Tangisan, العربية: مسك الدموع

Questa pagina è stata letta 68 020 volte.
Hai trovato utile questo articolo?