Come Trovare Lavoro Dopo Essere Stato Licenziato

5 Metodi:Decidere il passo successivoCandidaturaIl colloquioFare uso delle referenzeEssere Realisti nella Ricerca di un Nuovo Lavoro

Essere licenziati non è certamente la situazione ideale in cui trovarsi. Ciò nonostante è una situazione che può essere gestita in maniera strategica, in modo da ritornare subito a lavorare, con un disagio minimo.

1
Decidere il passo successivo

  1. 1
    Accetta cosa ti è successo. È molto difficile andare avanti, se non hai superato gli eventi del passato. Anche se hai delle responsabilità, devi essere pronto ad andare avanti e trovare un modo positivo per superare la situazione. È importante risolvere i problemi che riguardano un licenziamento ingiusto, perché questo può ostacolarti nel tentativo di fartene una ragione.
    • Lasciati alle spalle la vergogna. Nella maggior parte dei casi non devi vergognarti per essere stato licenziato. Se un datore di lavoro ti chiede come mai, e la ragione sta in una riduzione del personale, spiega che si trattava di tagli ai costi, di solito annoverati tra le strategie finanziarie, che hanno poco a che vedere con le prestazioni di un dipendente.
    • Cerca di capire perché sei stato licenziato. Se anche altre persone sono state licenziate non devi prenderla come un attacco personale ma come parte dei tagli, che avvengono sempre più di frequente nel mondo delle grandi aziende.
    • Non prendere troppo a cuore le ragioni. Alcune aziende possono dare motivazioni specifiche al perché stanno licenziando, ma potrebbero essere solo il loro modo di condurre i tagli.
    • Usa il momento dei tagli a tuo favore. Se anche gli altri sono stati licenziati, usa questa motivazione per dire che l'azienda ha licenziato anche altre persone durante quel periodo e che tu sei stato licenziato insieme agli altri.
  2. 2
    Pensa in quale settore vorresti lavorare. Questo è un passaggio molto importante dato che non devi necessariamente lavorare dove hai sempre lavorato. Ricerca altre opzioni e vedi se hai i prerequisiti o se hai tempo per studiare, in modo da integrare le tue conoscenze pregresse nel nuovo settore.
  3. 3
    Accetta lo sforzo richiesto per cercare un nuovo lavoro. Cercare lavoro è un lavoro a tutti gli effetti. Avrai bisogno di fare ricerche, preparare il curriculum (vedi il passaggio successivo), cercare posizioni aperte, parlare con le persone, prendere decisioni su cosa ti può condurre o meno a ottenere risultati più vantaggiosi. Calcola di dover impiegare un numero considerevole di ore ogni giorno per cercare un altro lavoro.
  4. 4
    Sistema il curriculum. È probabile che non sia in perfetta forma. Data la natura soggettiva del curriculum, è il momento buono per pensare di investire una piccola somma per farlo rivedere da un professionista, per assicurarti che tu venga messo sotto la migliore luce possibile e rimetterti in discussione. Altrimenti, se preferisci fare da te, dedica tempo ed energia, e fai delle ricerche per trovare strumenti gratuiti in modo da renderlo il più efficace possibile.
  5. 5
    Fai networking. Parla con le persone che conosci per scoprire quali sono le posizioni aperte o se c'è qualcosa di disponibile. Non dimenticare la famiglia e la tua rete di amici. Cerca le referenze, alcune di queste persone potrebbero avere qualcosa per te.

2
Candidatura

  1. 1
    Non parlare del tuo licenziamento nella lettera di presentazione o nel curriculum. Questi documenti devono rimanere positivi e ottimisti nella loro presentazione.
  2. 2
    Non dare troppe spiegazioni all’interno della candidatura. Nella tua candidatura scrivi 'vorrei discuterlo di persona', oppure 'fine del rapporto di lavoro', o 'terminato', nel campo in cui ti chiedono il motivo per cui hai lasciato l'azienda.
  3. 3
    Non scrivere qualcosa che potrebbe destare dei dubbi per nessuna ragione. Se hai lavorato per pochi giorni o settimane prima di essere licenziato, non c'è nessun motivo per cui dovresti includerlo nella tua candidatura/curriculum. Consideralo come un periodo di prova piuttosto che un vero e proprio lavoro.

3
Il colloquio

  1. 1
    Sii preparato. Potrebbero chiederti "Perché sei stato licenziato?" appena capiscono dalla candidatura che c'è qualcosa che non va. Leggi delle riviste del settore per preparati delle risposte. Non sforzarti di dare troppe spiegazioni; come dicono gli esperti "Esercitati anticipatamente su quello che devi dire. Dillo brevemente, onestamente e vai avanti."
  2. 2
    Sii onesto. Quando dici a chi ti intervista perché sei stato licenziato, inizia col dire la verità. Di' alle persone cosa ti è successo e cosa hai imparato da questa esperienza.
    • Puoi mascherare le ragioni del licenziamento ma non al punto da mentire su quanto accaduto. Mentire al datore di lavoro sulle ragioni per cui si lascia un impiego può avere come conseguenza il licenziamento immediato. Molti non specificano se si tratta di licenziamento o tagli al personale, ma i tagli di solito sono indice di decisioni commerciali.
  3. 3
    Prenditi le tue responsabilità per quanto accaduto. È incredibilmente importante non puntare il dito per incolpare gli altri. Ciò potrebbe suggerire al tuo datore di lavoro che non sai prenderti le tue responsabilità, ma che sparli per vendicarti.
    • Non parlare male del tuo precedente datore di lavoro anche se sei stato licenziato. Ciò è particolarmente importante quando si tratta di futuri datori di lavoro e intervistatori. Di' quanto sei stato leale e fedele all'azienda, di come speravi di andare in pensione un giorno rimanendo con loro,e a quanto spiacevole sia stato essere licenziato a causa dei tagli.
    • Di' come tutti fossero bravi. Anche se sei stato semplicemente licenziato, un’opinione positiva della tua vecchia azienda ti rende meno minaccioso.
  4. 4
    Dai delle risposte brevi sulla questione del licenziamento. Non parlare di continuo o raccontare tutta la storia, perché potrebbe metterti nei guai o farti sembrare sulla difensiva.

4
Fare uso delle referenze

  1. 1
    Usa le tue referenze per difenderti. Se hai ex-colleghi o personale a livello manageriale che possono lasciarti una referenza e spiegare positivamente il motivo per cui sei andato via, sarai un passo più vicino dal trovare lavoro.
  2. 2
    Ricordati che non tutti i datori di lavoro hanno il tempo o sono disposti a controllare le referenze, perciò tienilo a mente. Se il lavoro da cui sei stato licenziato non è tra i primi lavori della lista, c'è un buona probabilità che il datore di lavoro non si prenderà il disturbo di chiederti nulla, perciò non sempre è nel tuo interesse ammettere di essere stato licenziato.
  3. 3
    Sappi che la maggior parte delle referenze dei tuoi precedenti datori di lavoro diranno semplicemente che hai lavorato lì (data di inizio e fine del rapporto di lavoro). In un certo numero di giurisdizioni i datori di lavoro possono essere denunciati se diffondono questioni specifiche legate al tuo lavoro.

5
Essere Realisti nella Ricerca di un Nuovo Lavoro

  1. 1
    Sii pronto a perdere diverse occasioni. La realtà è che alcuni potenziali datori di lavoro scapperanno di fronte al fatto che sei stato licenziato e le ragioni che possono esserci dietro. In alcuni casi però, potresti non poterlo evitare, soprattutto se il datore di lavoro non è di mentalità aperta o se il motivo del licenziamento è grave.

Consigli

  • Ricorda che la gravità della ragione del tuo licenziamento può rendere le cose molto difficili. È molto più semplice giustificare il ritardo o giorni di lavoro persi, che motivare razionalmente l'aver rubato milioni di euro di merce.
  • Ricorda che i tagli, i licenziamenti, la riduzione del personale, e la riorganizzazione aziendale sono comuni sul lavoro al giorno d'oggi. A seconda del settore in cui lavori, questo tipo di cambiamenti è abbastanza comune, ma viene completamente bypassato nelle decisioni di assunzione. Essere licenziati oggi non comporta lo stesso marchio negativo che poteva avere 20-30 anni fa.
  • Se puoi evita di includere quel lavoro nel tuo curriculum. Se hai lavorato lì per meno di 3 mesi, è più facile dire che sei stato disoccupato durante quel periodo, che cercare di spiegare perché sei stato licenziato da un lavoro che non faceva per te. Chiaramente non dovresti nemmeno citare qualcosa di positivo di questo precedente lavoro. Essere licenziati ha una connotazione estremamente negativa, ed evitarlo (se possibile) è la cosa migliore da fare.
  • C'è una scuola di pensiero che suggerisce sia meglio non ammettere di essere stati licenziati. In questo caso puoi dire che hai lasciato per fare consulenza, che l'azienda ha fatto dei tagli al personale, ecc., ma evita di usare la parola "licenziato". Secondo questa teoria di pensiero, parola 'licenziamento' mette in cattiva luce soprattutto davanti a chi tende a non dare una seconda possibilità a chi è stato licenziato. Il problema di questo approccio è dimostrare di aver fatto altro nel frattempo, perciò pensaci bene. La miglior cosa da fare è di far apparire la situazione al meglio possibile.
  • Considera la questione della privacy. Vista da questa prospettiva si è portati a pensare che non debba interessare a nessuno il motivo per cui hai lasciato il tuo precedente lavoro. Un eventuale datore di lavoro deve valutare le tue capacità basandosi sul colloquio, il tuo curriculum, e le tue referenze. Come già accennato, il problema di questo approccio è che la maggior parte dei datori di lavoro pensa che saperlo li riguarda, per ragioni commerciali, o perché vogliono essere sicuri che stanno assumendo una persona che valga e sia affidabile.

Avvertenze

  • Probabilmente la cosa peggiore che puoi fare è mentire durante un colloquio mentre spieghi il motivo per cui sei stato licenziato. Se sei stato licenziato e vieni scoperto a dire una bugia, sei un bugiardo che è stato licenziato, perciò hai due cose contro di te. Se vieni licenziato di nuovo, è difficile spiegare che sei stato licenziato per aver mentito sul motivo del tuo precedente licenziamento. Come possono fidarsi di te?
  • Stai molto attento se vivi in una città piccola che ha una mentalità provinciale, in cui tutti sanno di tutti. Nello stesso settore la gente tende a sapere cosa è successo, perciò sii onesto!

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Cercare Lavoro

In altre lingue:

English: Get a Job After You've Been Fired, Español: conseguir un trabajo después de haber sido despedido

Questa pagina è stata letta 16 112 volte.

Hai trovato utile questo articolo?