Come Usare gli Antistaminici Naturali per Trattare le Allergie al Polline

Scritto in collaborazione con: Zora Degrandpre, ND

In questo Articolo:Usare Prodotti Presenti in CucinaSperimentare Rimedi ErboristiciUsare i Trattamenti al Vapore29 Riferimenti

Le allergie al polline affliggono moltissime persone in tutto il mondo; i sintomi sono rinite (febbre da fieno), congiuntivite allergica, asma, starnuti, lacrimazione, congestione nasale, rinorrea, tosse e prurito alla gola.[1] L'insieme di questi disturbi è il risultato di una reazione esagerata del sistema immunitario che innesca una produzione dell'istamina come meccanismo di difesa contro diversi microrganismi.[2] Dato che l'istamina è la causa dei sintomi dell'allergia ai pollini, un modo per trattare il problema è sbarazzarsi dell'istamina stessa. Esistono centinaia di farmaci da banco (che non richiedono ricetta medica) che puoi provare, ma molti comportano degli effetti collaterali, vale quindi la pena fare un tentativo con gli antistaminici naturali che possono donarti un po' di sollievo.[3]

1
Usare Prodotti Presenti in Cucina

  1. 1
    Usa la curcuma per lenire le vie aeree infiammate. Questa spezia contiene una sostanza chiamata curcumina che previene il rilascio dell'istamina (responsabile dei sintomi dell'allergia); agisce inoltre come antinfiammatorio donando un po' di sollievo alla gola irritata dalla reazione allergica.[4]
    • Puoi aumentare il consumo di curcuma aggiungendone un pizzico sui piatti di verdure, pesce o carne. Non ha un sapore intenso, ma dona alle pietanze un gradevole colore giallo/arancione.
    • La dose giornaliera raccomandata è di 300 mg.
  2. 2
    Mangia del miele di produzione locale per aumentare l'immunità al polline. Il polline d'api che si trova nel miele grezzo aiuta il sistema immunitario, previene le allergie e le infezioni. Consumando quotidianamente una piccola dose di polline, in pratica ti "vaccini" contro le allergie.[5]
    • Dovresti mangiare il miele a chilometro zero, dato che contiene i pollini della zona in cui vivi ed è quindi un sostituto dell'antistaminico più efficace.
    • Cerca di consumare due cucchiai di miele grezzo e di produzione locale ogni giorno per trarne ottimi benefici.
  3. 3
    Mangia il basilico per controllare l'infiammazione. Questa pianta possiede proprietà antistaminiche che si rivelano utili per evitare la flogosi allergica. Può essere usato anche per rimuovere il veleno dalle punture d'api e di altri insetti.[6]
    • Puoi tritare le foglie fresche e utilizzarle per insaporire le insalate, le zuppe e i condimenti.
    • In alternativa, prepara una tisana con basilico fresco tritato lasciato in infusione in una tazza di acqua bollente. Lascia macerare le foglie per 5 minuti, filtra il liquido e aggiungi un po' di miele per migliorarne il sapore.
  4. 4
    Consuma le cipolle per ridurre la produzione di istamina. Questi bulbi contengono un composto chimico, chiamato quercetina, che mantiene sotto controllo la secrezione di istamina e quindi i sintomi dell'allergia.[7]
    • Cerca di usare una quantità maggiore di cipolle in cucina. Puoi mangiarle crude, quando possibile, dato che in questo modo la concentrazione di quercetina è maggiore.
    • Questa sostanza chimica aiuta anche a liberare le vie aeree e ti fa respirare meglio.
  5. 5
    Aggiungi lo zenzero nella tua alimentazione per ridurre la risposta allergica. Questa radice ha proprietà antiflogistiche e antistaminiche – entrambe molto utili per prevenire le reazioni allergiche.[8]
    • Se vuoi preparare una tisana allo zenzero, prendi un pezzo di radice lungo 2-3 cm, schiaccialo o grattugialo prima di aggiungerlo all'acqua bollita. Lascialo in infusione per cinque minuti prima di filtrare e bere la tisana.
    • Puoi anche incorporare lo zenzero grattugiato fresco nei curry, nelle pietanze saltate in padella e nelle insalate, per conferire alle preparazioni un tocco orientale.
  6. 6
    Sfrutta le proprietà dell'aglio per aumentare la resistenza agli allergeni. Questo bulbo sopprime alcuni enzimi che innescano la flogosi. Si tratta di un antibiotico naturale che rafforza il sistema immunitario e lo aiuta a contrastare sia le allergie sia le infezioni.
    • L'aglio crudo è più efficace rispetto a quello cotto, cerca quindi di mangiarne due o tre spicchi piccoli ogni giorno.
    • Se il sapore è troppo forte, prova a tritarlo o grattugiarlo nelle zuppe, nei condimenti o nei piatti saltati in padella.
  7. 7
    Bevi il tè verde per contrastare tutti i tipi di allergia. Questo tipo di tè contiene un composto chiamato catechina che previene la conversione dell'istidina in istamina, bloccando quindi la reazione allergica prima che possa produrre dei sintomi.[9]
    • Cerca di berne due o tre tazze al giorno per sfruttarne al massimo gli effetti antistaminici.
    • Il tè verde è utile anche contro altri tipi di allergie (polvere, pelo animale e così via) e non solo per quella al polline.
  8. 8
    Consuma una quantità maggiore di mele per tenere sotto controllo il rilascio di istamina. Questo frutto contiene un flavonoide, la quercetina, che è in grado di ridurre la produzione di istamina e quindi di controllare la risposta allergica al polline.[10]
    • Tutti conoscono il proverbio: "una mela al giorno leva il medico di torno", ma una mela al giorno previene anche le allergie.
  9. 9
    Aumenta l'apporto di vitamina C, dato che è in grado di scomporre l'istamina. Questo elemento nutritivo ne riduce il rilascio, scompone rapidamente quella già in circolo e abbassa la sensibilità delle vie aeree all'istamina stessa.
    • Gli alimenti ricchi di vitamina C sono la papaya, la banana, il mango, la guaiava, l'ananas, i broccoli, il cavolfiore, il cavolo e le patate dolci.
    • La dose giornaliera raccomandata di vitamina C è pari a 1000 mg.
  10. 10
    Consuma alimenti ricchi di acidi grassi omega-3 per ridurre la flogosi dei seni nasali. Questi grassi hanno proprietà antinfiammatorie che agiscono sui seni nasali irritati dall'allergia. Gli omega-3 migliorano anche le condizioni di salute dei polmoni e rafforzano il sistema immunitario, aiutando così l'organismo a combattere le allergie da polline.[10]
    • I cibi che sono naturalmente ricchi di acidi grassi omega-3 sono: semi di lino, noci, fagioli di soia, cavolfiori, sardine, salmone e gamberi.
    • Dovresti assumere 1000 mg di omega-3 tre volte al giorno.
  11. 11
    Bevi una tisana di menta per migliorare la respirazione. Questa pianta erbacea contiene il mentolo, che è in grado di decongestionare il naso chiuso e rilassare i muscoli delle vie aeree, aiutandoti a respirare meglio.[11]
    • La menta possiede anche proprietà antiflogistiche e leggermente antibatteriche, che aiutano l'organismo a sbarazzarsi delle infezioni.
    • Per preparare una tisana di menta, metti 15 g di foglie secche in un barattolo da un litro. Riempi due terzi del contenitore con acqua bollente e lascia la menta in infusione per cinque minuti. Se lo desideri, puoi inalarne i vapori. Aspetta che la tisana si raffreddi, filtrala e addolciscila a piacere prima di berla.

2
Sperimentare Rimedi Erboristici

  1. 1
    Consuma l'ortica per ridurre la quantità di istamina nell'organismo. Chiunque sia incappato in un cespuglio di ortica resterà sorpreso da questo consiglio, dato che la maggior parte delle persone sviluppa una brutta eruzione cutanea al solo contatto. Tuttavia, la ricerca scientifica dimostra che è in grado di ridurre i livelli di istamina. In particolare, uno studio ha riportato che oltre la metà dei pazienti che hanno utilizzato delle foglie liofilizzate di ortica per trattare le allergie ha ottenuto dei benefici. Altre ricerche indicano che l'assunzione di integratori o di tisane, soprattutto durante la stagione delle allergie, è particolarmente utile per chi ha cattive reazioni ai pollini, perché comporta una diminuzione dei sintomi.[12][13][14]
    • È meglio assumere l'ortica sotto forma di integratore – rispettando le indicazioni del produttore – oppure come tisana. Inizia a prendere le compresse o a bere la tisana (2-3 tazze al giorno) una o due settimane prima della stagione dei pollini e continua per tutto il periodo delle allergie.
    • Questa pianta erbacea è sicura per tutti tranne che per le donne incinte, perché stimola le contrazioni uterine.
  2. 2
    Prova la quercetina e la rutina. Queste sostanze sono correlate chimicamente fra loro e si trovano in una grande varietà di piante. Entrambe sono dei bioflavonoidi e sembrano in grado di proteggere i vasi sanguigni da un eccessivo trasudamento, riducendo l'edema associato alle allergie; agiscono inoltre come agenti antiflogistici.[15]
    • La quercetina e la rutina sembrano essere sicure, dato che sono stati riportati solo rari casi di eruzioni cutanee e disturbi digestivi.
    • Entrambe si assumono sotto forma di integratori rispettando la posologia indicata dal produttore.
    • La sicurezza di queste sostanze non è stata testata per i bambini e le donne incinte.
    • Ci sono alcune prove che dimostrano gli effetti ipotensivi della quercetina e della rutina – se stai assumendo dei farmaci per controllare la pressione arteriosa, parla con il medico prima di prendere questi integratori.
    • In ogni caso, non dovresti prenderle in associazione alle ciclosporine.
    • Parla con il medico prima di assumerle anche se sei in terapia anticoagulante con il warfarin o l'aspirina.
  3. 3
    Prova la bromelina per ridurre il gonfiore dei seni nasali.[16] Si tratta di un enzima presente nell'ananas e in altre piante. Viene usato per aiutare la digestione e trattare l'infiammazione.[17]
    • Gli studi condotti sugli animali indicano che questa sostanza potrebbe essere efficace contro l'asma allergica.[18]
    • La Commission E della "Bundesinstitut für Arzneimittel und Medizinprodukte" (l'organismo tedesco che controlla i medicinali e i dispositivi medici) consiglia di assumere 80-320 mg di bromelina, 2-3 volte al giorno sotto forma di integratore.
    • Non prenderla se sei allergico al lattice. La sensibilità a entrambe le sostanze è piuttosto comune, ma le ragioni non sono chiare.
    • Se stai seguendo una terapia con amoxicillina o con degli anticoagulanti, chiedi consiglio al medico prima di prendere la bromelina.
  4. 4
    Usa l'eufrasia per trattare l'infiammazione e l'irritazione oculare. In lingua inglese questa pianta viene comunemente chiamata "eyebright" (occhio luminoso) proprio per le sue capacità di lenire il disagio agli occhi causato dalle reazioni allergiche e non solo. La sua efficacia antiflogistica è comparabile a quella dell'indometacina.[19] Quando viene assunta per via orale, può trattare le allergie a livello sistemico.
    • L'eufrasia non è stata testata per le donne incinte.
    • Può essere presa come integratore o tisana.
    • Questa pianta riduce l'infiammazione oculare causata dalla blefarite (infiammazione dei follicoli delle ciglia) e dalla congiuntivite (infiammazione o infezione della membrana che riveste la parte interna delle palpebre). Può essere utilizzata come lavaggio oculare o collirio; inoltre, il suo infuso può essere bevuto o applicato sugli occhi.[20]
    • L'eufrasia trova applicazione anche nel controllo dell'infiammazione correlata alla febbre da fieno, alla sinusite, alle infezioni del tratto respiratorio superiore e al catarro.
  5. 5
    Prova la tisana o gli integratori di sambuco. Questa pianta viene tradizionalmente usata per curare i soggetti con allergie ai pollini.[21] È ricca di bioflavonoidi, sostanze antinfiammatorie e antiossidanti che svolgono un ruolo importante nel controllo delle allergie.[22]
    • Il sambuco è considerato sicuro per i bambini, sia come integratore sia come tisana.
  6. 6
    Prova il fanfaraccio al posto degli antistaminici. Deriva da un'erba molto comune in Europa, la Petasites hybridus, e rappresenta una valida alternativa ai farmaci antistaminici. Gli studi hanno dimostrato che diminuisce la concentrazione di istamina e di altri mediatori infiammatori nelle persone allergiche.[23]
    • Secondo questi studi, il fanfaraccio è efficace quanto la cetirizina, il principio attivo di un noto farmaco antistaminico, lo Zirtec.[24] Sebbene si ritenga che la cetirizina non causi sonnolenza, i ricercatori hanno riportato questo effetto collaterale, [25] mentre il fanfaraccio non altera la soglia di vigilanza.
    • È importante sottolineare che questa pianta appartiene alla stessa famiglia dell'ambrosia, potrebbe quindi peggiorare i sintomi nelle persone che ne sono sensibili.
    • Il fanfaraccio non è consigliato per le donne in gravidanza, anche se è ben tollerato e sicuro per la maggior parte degli adulti e dei bambini.
  7. 7
    Prendi l'Angelica sinensis per trattare le allergie e i problemi respiratori. In questa pianta sono presenti diversi agenti chimici con effetto antistaminico che inibiscono anche la serotonina. L'istamina, la serotonina e le altre sostanze che vengono rilasciate dalle cellule del sangue in risposta a un agente irritante – come il polline, la polvere, i vapori chimici o il pelo animale – sono le responsabili dei sintomi associati all'allergia. Le proprietà dell'Angelica sinensis contribuiscono a evitare tali disagi.
    • Puoi trovarla in forma di integratori nelle erboristerie oppure puoi far bollire le foglie in acqua per preparare una tisana.[26]
  8. 8
    Prendi l'idraste. Si tratta di un rimedio molto popolare fra gli erboristi. Viene utilizzata per l'ampia varietà di benefici che la rendono perfetta come alternativa ai farmaci antinfiammatori, antisettici, astringenti, lassativi e contro il catarro. È inoltre un aiuto efficace per la digestione, per il controllo del diabete e agisce come stimolante muscolare.
    • Per quanto riguarda le allergie, si ritiene che l'idraste abbia un effetto astringente sulle mucose delle vie respiratorie superiori, del tratto gastrointestinale, della vescica, del retto (per applicazione topica) e sulla pelle.
    • Quando viene utilizzata in associazione agli spray nasali salini, è in grado di ridurre ampiamente i sintomi delle allergie ai pollini.[27]
  9. 9
    Sfrutta le proprietà decongestionanti dell'eucalipto. Si tratta di un ingrediente molto diffuso nelle caramelle balsamiche e negli sciroppi contro la tosse. I suoi effetti sono dovuti a un composto noto come eucaliptolo. Questa sostanza apporta numerosi benefici alla salute – è un espettorante, combatte la congestione e lenisce i passaggi nasali irritati.[28]
    • L'olio di eucalipto ha proprietà antibatteriche, antivirali e antinfiammatorie. I suoi vapori agiscono come decongestionanti quando vengono inalati e rappresentano un valido trattamento per la sinusite.

3
Usare i Trattamenti al Vapore

  1. 1
    Procurati le erbe da utilizzare con i trattamenti al vapore. L'ortica, l'eufrasia e il farfaraccio essiccati possono essere utilizzati a questo scopo. Ti basterà un cucchiaino di erba essiccata per ciascun trattamento.
  2. 2
    Aggiungi la pianta erbacea in 250 ml di acqua bollita e fumante. Mescola con cura per miscelare i due ingredienti. L'acqua non deve essere bollente, ma deve emettere il vapore.
  3. 3
    Inspira il vapore. Copri la testa con un asciugamano e inala il vapore attraverso il naso e la bocca. Continua per tutto il tempo che desideri, ma ricorda che più dura il trattamento e più puliti saranno i seni nasali.
  4. 4
    Fai attenzione! Non scottarti con il vapore bollente! Inoltre, se è la prima volta che usi questo metodo, fai un respiro e poi allontanati dal vapore. In tal modo, puoi fare una prova e verificare di non avere reazioni negative alle erbe. D'altronde, se hai delle reazioni allergiche a un elemento delle piante, puoi essere anche allergico alle erbe!

Consigli

  • L'istamina aumenta la fuoriuscita di liquidi dai vasi sanguigni e agisce come messaggero chimico che stimola le altre cellule a produrre sostanze infiammatorie.
  • L'istamina svolge anche un ruolo di neurotrasmettitore, regola il ciclo sonno-veglia, rilascia gli acidi gastrici e agisce sui polmoni aumentando la costrizione dei bronchioli.[29]
  • Oltre ai rimedi naturali descritti in questo articolo, puoi usare una soluzione salina e un neti pot per irrigare il naso.
  • Puoi ridurre i sintomi dell'allergia evitando che il polline contamini l'abitazione. Durante la stagione dei pollini chiudi le finestre e le porte che danno sull'esterno; evita di usare i ventilatori collegati alle finestre e al tetto, accendi invece un condizionatore per rinfrescare la casa. Asciuga gli abiti e le lenzuola nell'asciugatrice e non stenderli all'aperto. Ricorda che gli animali domestici possono trasportare del polline sul proprio pelo, non consentire loro di entrare nella tua camera da letto.
  • Quando guidi, chiudi i finestrini. Usa il condizionatore d'aria, se necessario. Se devi stare all'aperto, riduci al minimo l'esposizione ai pollini verificandone la concentrazione nell'aria prima di pianificare le tue attività.

Riferimenti

  1. http://www.nhs.uk/Conditions/Antihistamines/Pages/How-does-it-work.aspx
  2. http://www.news-medical.net/health/What-is-Histamine.aspx
  3. http://www.drugs.com/sfx/allergy-relief-tablets-side-effects.html
  4. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17569205
  5. http://www.healthline.com/health/allergies/honey-remedy
  6. http://thelowhistaminechef.com/holy-basil-the-anti-inflammatory-anti-histamine-superstar/
  7. http://undergroundhealthreporter.com/health-benefits-of-onions/#axzz34vPQV6HL
  8. http://www.jpost.com/Health-and-Science/Healthy-Eating-Anti-histamine-Foods
  9. http://www.prevention.com/health/health-concerns/relief-seasonal-allergies?s=8
Mostra altro ... (21)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Zora Degrandpre, ND. La Dottoressa Degrandpre lavora come Medico Naturopata Registrato a Washington. Ha conseguito la Laurea in Naturopatia presso il National College of Natural Medicine nel 2007.

Categorie: Disturbi & Trattamenti

In altre lingue:

English: Use Natural Antihistamines to Treat Pollen Allergies, Español: usar antihistamínicos naturales para tratar las alergias al polen, Français: utiliser des antihistaminiques naturels pour traiter des allergies dues aux pollens, Português: Tratar a Alergia ao Pólen Naturalmente, Русский: использовать натуральные антигистаминные средства для лечения пыльцевой аллергии, Nederlands: Natuurlijke antihistamines gebruiken om pollenallergieën te behandelen, Tiếng Việt: Điều trị dị ứng phấn hoa bằng nguyên liệu kháng Histamin tự nhiên, العربية: استخدام مضادات الهيستامين الطبيعية لعلاج حساسية حبوب اللقاح, Deutsch: Pollenallergien mit natürlichen Antihistaminika behandeln, Bahasa Indonesia: Menggunakan Antihistamin Alami untuk Mengobati Alergi Serbuk Sari, 한국어: 천연 항히스타민제로 꽃가루 알레르기 이겨내기, ไทย: รักษาอาการแพ้เกสรดอกไม้โดยใช้สารต้านฮีสตามีนจากธรรมชาติ, 中文: 利用天然抗组胺剂治疗花粉过敏

Questa pagina è stata letta 2 381 volte.
Hai trovato utile questo articolo?