L'alcool isopropilico, o anche isopropanolo, è una sostanza formidabile. Si può usare come antisettico, detergente e persino come strumento di sopravvivenza. Non è destinato al consumo umano o animale e, se viene ingerito accidentalmente, è necessario contattare immediatamente un medico.[1] Imparando a usare questo prodotto con le dovute precauzioni, è possibile curare le ferite e mantenere la casa più pulita.

Metodo 1 di 3:
Usare l'Alcool Isopropilico come Antisettico

  1. 1
    Utilizzalo per pulire le mani. L'alcool isopropilico è un ingrediente impiegato solitamente nella preparazione dei disinfettanti per le mani disponibili in commercio. Questi prodotti permettono di igienizzare le mani in assenza di acqua e sapone. Basta strofinare per circa 30 secondi o finché il liquido non evapora e riescono a uccidere la maggior parte dei batteri presenti sulla pelle. Spesso contengono altre sostanze, ad esempio ad azione idratante per evitare di seccare la cute, ma non sono necessarie. Se non hai la possibilità di lavare le mani con acqua e sapone o vuoi essere certo che siano completamente pulite, puoi usare l'alcool isopropilico per disinfettarle.[2]
    • Versane una piccola quantità nel palmo di una mano.
    • Distribuiscilo strofinando energicamente entrambe le mani per circa 30 secondi finché non inizia a evaporare.[3]
    • Tieni presente che l'alcool isopropilico e il disinfettante per le mani non puliscono le mani. Se sono visibilmente imbrattate, dovresti lavarle con acqua e sapone per eliminare lo sporco.[4]
  2. 2
    Usalo per curare le ferite. Grazie alle sue proprietà antisettiche l'alcool isopropilico spesso viene adoperato per trattare le ferite. Uccide i germi coagulando le loro proteine. Quando la proteina di un microrganismo si solidifica, quest'ultimo muore rapidamente.[5]
    • Versane una piccola quantità sulla pelle circostante la ferita. Vale soprattutto per le ferite da perforazione, da cui i germi rischiano di introdursi all'interno del corpo umano.[6] Una volta pulita la lesione, puoi fasciarla e, se necessario, consultare il medico.
  3. 3
    Disinfetta la pelle prima di praticare un'iniezione. Alcuni farmaci, come l'insulina, devono essere iniettati. Prima di somministrarli, è importante disinfettare la pelle per impedire ai batteri di entrare nel corpo.[7]
  4. 4
    Disinfetta alcuni utensili. Alcuni strumenti per uso personale o domestico, come le pinzette, possono ospitare batteri che rischiano di introdursi nel corpo in caso di ferite. Pertanto, è importante disinfettarli prima dell'uso. Puoi farlo con l'alcool isopropilico.[11]
    • Immergi accuratamente le punte delle pinzette nell'alcool. Lasciale asciugare prima dell'uso per essere sicuro che tutti i batteri presenti siano stati eliminati.[12]
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Usare l'Alcool Isopropilico come Detergente

  1. 1
    Utilizzalo per rimuovere le macchie. L'alcool isopropilico ha una forte azione smacchiante. Basta mescolarne 1 parte con 2 di acqua. Una volta ottenuta la soluzione, puoi nebulizzarla o versarla su un panno o un asciugamano e pulire i tessuti macchiati.[13]
    • L'alcool isopropilico può essere impiegato per trattare le macchie d'erba prima di fare il bucato. Applica la miscela sopra descritta su una macchia, strofinando accuratamente il tessuto. Lasciala agire per dieci minuti, quindi lava il capo di abbigliamento come faresti normalmente.[14]
  2. 2
    Adoperalo per pulire il bagno. Grazie alle sue proprietà antisettiche, l'alcool isopropilico viene spesso utilizzato per pulire le zone più esposte ai germi, come i bagni. Applicalo su un tovagliolo di carta e passalo sui sanitari, tra cui rubinetti, lavandini e water, in modo da pulire e disinfettare rapidamente le superfici.[15]
  3. 3
    Prepara un detergente per i vetri. Oltre a essere un valido aiuto nelle altre pulizie domestiche, è utile anche per pulire i vetri. Basta mescolarne 500 ml con due cucchiai di ammoniaca e due cucchiai di detersivo per piatti. Mescola accuratamente la soluzione, quindi applicala sulle finestre usando un flacone spray o una spugna.[16]
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Trovare Altri Impieghi

  1. 1
    Rimuovi le zecche. Secondo alcune persone è possibile applicare l'alcool isopropilico sulle zecche per stordirle e toglierle più facilmente. Anche se non dovesse funzionare, gli esperti raccomandano questo metodo per uccidere e conservare l'insetto dopo la rimozione. In questo modo il medico riuscirà a determinare se si tratta di un parassita in grado di trasmettere la malattia di Lyme.[17]
    • Usa un batuffolo di cotone per applicare l'alcool sulla zona interessata. In mancanza, puoi versarlo direttamente sulla pelle.[18]
    • Usa un paio di pinzette pulite (preferibilmente sterilizzate con l'alcool) per afferrare il corpo della zecca il più vicino possibile alla superficie della pelle.[19]
    • Tirala delicatamente verso l'alto facendo attenzione a non romperla in nessuna parte del corpo.[20]
    • Mettila in un barattolo o una bottiglia piena di alcool isopropilico. Assicurati che sia completamente immersa.[21]
    • Usa l'alcool per pulire la superficie cutanea da cui hai rimosso la zecca.[22]
  2. 2
    Deodora le scarpe da ginnastica. Usa un flacone spray per applicare l'alcool isopropilico sulle scarpe da ginnastica. Ucciderà i batteri che causano cattivi odori, lasciandole pulite e deodorate.[23]
  3. 3
    Rimuovi lo smalto. Se hai finito il solvente per lo smalto, puoi ricorrere all'alcool isopropilico. Versane un po' su un batuffolo di cotone e strofinalo energicamente sulle unghie per rimuovere le tracce di smalto. Non le scioglierà facilmente come l'apposito solvente, ma farà comunque il suo lavoro.[24]
  4. 4
    Non usare l'alcool isopropilico in caso di febbre. Un antico rimedio popolare consiglia di applicarlo sulla pelle per abbassare la febbre. Si crede che, mentre evapora, sia in grado di offrire una sensazione di freschezza.[25] Tuttavia, può essere molto pericoloso se applicato sul corpo, soprattutto su quello di un bambino. Infatti, è accaduto che alcuni bambini sono entrati in coma dopo che i genitori lo avevano applicato come rimedio antipiretico. Pertanto, è fortemente sconsigliato l'uso dell'alcool isopropilico per alleviare i sintomi della febbre.[26]
    Pubblicità

Consigli

  • Medica tutti i giorni le ferite con un apposito unguento e fasciale con bende sterili.
  • Procurati tutto l'occorrente per il primo soccorso, come alcool isopropilico al 70%, medicazioni sterili e unguento per ferite, in caso di emergenza.
  • Aspetta che l'alcool evapori prima di medicare le ferite o eseguire un'iniezione.
  • L'alcool isopropilico può essere usato anche per eliminare le tracce di colla degli adesivi dalle superfici dure e pulire alcuni prodotti di bellezza, come il tubo del mascara se si vuole riutilizzarlo.

Pubblicità

Avvertenze

  • Non applicare l'alcool isopropilico sulle ferite profonde.
  • Non usarlo in caso di febbre. È molto pericoloso e sconsigliato dai medici.
  • Fai attenzione a non ingerirlo. Se capita accidentalmente, chiama immediatamente il medico o i servizi di emergenza. I sintomi includono stato di ebbrezza, torpore e coma. Può causare persino la morte.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Pulire le Fughe nel Pavimento

Come

Rimuovere i Colori che si Sono Trasferiti sul Bucato

Come

Organizzare l'Armadio

Come

Rimuovere i Trasferibili a Caldo dai Vestiti

Come

Far Tornare Bianchi i Capi Bianchi

Come

Sturare un WC

Come

Usare una Lavatrice

Come

Rimuovere l'Odore di Urina del Gatto

Come

Allargare i Vestiti Ristretti

Come

Eliminare i Cattivi Odori da Cuoio e Pelle

Come

Rimuovere i Residui di Colla

Come

Rimuovere la Cera dai Tessuti

Come

Pulire la Custodia di un Cellulare

Come

Pulire le Cromature e Rimuovere la Ruggine senza Usare Detergenti Costosi
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Luba Lee, FNP-BC, MS
Co-redatto da
Comitato di Revisione Medica
Questo articolo è stato co-redatto da Luba Lee, FNP-BC, MS. Luba Lee lavora come Infermiera di Famiglia Iscritta all’Albo in Tennessee. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche alla University of Tennessee nel 2006. Questo articolo è stato visualizzato 5 976 volte
Categorie: Pulizia
Questa pagina è stata letta 5 976 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità