Scarica PDF Scarica PDF

L'argilla autoindurente è un mezzo molto usato e poco costoso per piccoli e grandi progetti d'arte. È il materiale ideale per gli artisti e gli artigiani alle prime armi che vogliono fare pratica con le loro abilità, ma anche quelli più esperti apprezzano spesso la sua semplicità. Puoi usarla per creare gioielli, ornamenti e vari progetti fai da te. Il suo vantaggio principale è che non devi scaldarla in forno per ottenere prodotti unici e bellissimi. Di solito, si secca completamente dopo 24 ore. Più è spessa, più tempo impiegherà per asciugarsi, fino a un massimo di 72 ore.

Parte 1 di 3:
Scegliere e Acquistare l'Argilla

  1. 1
    Determina il tipo di progetto che vuoi realizzare. I vari tipi di argilla autoindurente sono più adatti a scopi specifici.[1] Devi sapere quale sarà l'utilizzo dell'argilla per scegliere la migliore per te. Ecco cosa dovresti chiederti:
    • Quali sono le dimensioni finali del progetto?
    • Quanto peserà il prodotto finito?
    • A quanto ammonta il budget?
    • Vuoi che l'argilla abbia una consistenza solida e professionale (di solito perché vuoi creare un gioiello/ciondolo/perlina)?
  2. 2
    Scegli l'argilla autoindurente a base di carta per i progetti più grandi. Di solito, questo tipo di argilla è ideale per i progetti di grandi dimensioni. Dato che richiedono molto materiale, risparmierai denaro e il prodotto finito sarà molto più leggero.
    • L'argilla a base di carta ha una consistenza spugnosa quando la lavori, ma è resistente e leggera una volta indurita.[2]
    • L'argilla a base di carta è morbida e i pezzi si staccano come zucchero filato.[3]
  3. 3
    Scegli l'argilla autoindurente a base di resina per i progetti più piccoli, come i gioielli. Forte quanto quella a base di carta, questo tipo di argilla (in alcuni casi chiamata argilla a base di porcellana) è molto più densa e quando si secca assomiglia molto all'argilla polimerica cotta in forno. Si tratta di un materiale molto più costoso e pesante.[4]
    • I progetti più piccoli come gioielli o perline beneficiano della consistenza più solida dell'argilla a base di resina.[5]
    • Questo tipo di argilla è più densa e i pezzi si separano come crema, caramello o toffee.[6]
  4. 4
    Acquista l'argilla. Una volta deciso che tipo di argilla comprare, è il momento di recarsi in negozio. Assicurati di averne abbastanza per il tuo progetto, ma non superare troppo le quantità richieste. Una volta aperta, l'argilla è difficile da conservare e può facilmente diventare dura da lavorare e inutilizzabile.[7] . Puoi acquistare l'argilla in un negozio locale di articoli per il fai da te oppure su internet.
    • Se non sei certo di quale tipo di argilla ti convenga usare, o se vuoi dei consigli per il tuo progetto, i commessi di alcuni negozi saranno in grado di rispondere alle tue domande e in alcuni casi potrai persino trovare dei corsi.[8]
    • Acquistando l'argilla su internet di solito troverai offerte e opzioni migliori, ma dovrai aspettare alcuni giorni per la consegna.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Modellare l'Argilla

  1. 1
    Apri l'argilla. Inizia a lavorare su una superficie pulita, liscia e non porosa. Apri la confezione sigillata di argilla e stacca la quantità di materiale che vuoi usare. Se vuoi realizzare un progetto di grandi dimensioni e ti servono più pacchetti di argilla, aprine uno solo per il momento.
    • Puoi usare un filo interdentale o un filo di ferro per "tagliare" sezioni di argilla da un blocco. Questo metodo è utile per misurare con precisione quanto materiale stai usando.
  2. 2
    Lavora l'argilla fino a farla diventare morbida. Lavorando e impastando l'argilla diventerà morbida e più semplice da modellare. Il calore delle tue mani si diffonderà nel materiale, rendendolo malleabile. Preparare l'argilla è fondamentale per usarla correttamente. Se hai intenzione di usare più pacchetti di argilla, lavorane uno alla volta.
    • Se stai usando più pacchetti di argilla per un singolo progetto, impasta insieme il materiale dopo aver scaldato e lavorato ogni pacchetto separatamente.
    • Se stai usando l'argilla a base di carta, puoi aggiungere una piccola quantità d'acqua per renderla ancora più morbida.[9]
    • Puoi ammorbidire (e colorare!) l'argilla a base di resina con la pittura acrilica.[10]
  3. 3
    Modella l'argilla. È semplice realizzare figure tridimensionali o piatte con l'argilla autoindurente. Usa le mani e strumenti come coltelli, cucchiai o persino rotelle per dare al materiale la forma che desideri.
    • Gli attrezzi da artigiano (o persino gli strumenti da dentista!) possono essere molto utili nella creazione di progetti più complessi, perché ti permettono di essere più preciso.[11]
    • Se vuoi realizzare un progetto di grandi dimensioni che deve stare in piedi da solo, come un vaso, assicurati che abbia una grande base piatta.
  4. 4
    Decora l'argilla. Puoi premere perline, fili colorati o altri pezzi di argilla sul tuo progetto. Assicurati di fare attenzione, perché dovrai premere abbastanza da far aderire la decorazione all'argilla, senza modificare o schiacciare l'opera originale.[12]
  5. 5
    Conserva l'argilla in eccesso. Dato che questo materiale si rovina facilmente una volta aperto, in teoria dovresti usarlo tutto. In caso contrario, puoi avvolgere quello rimasto nella carta cerata e conservarlo in un sacchetto di plastica. Tuttavia, in futuro non sarà altrettanto semplice lavorarlo.[13]
    • In alcuni casi i resti induriti di argilla possono essere riutilizzati riscaldandoli (con attenzione) nel forno a microonde.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Far Seccare l'Argilla

  1. 1
    Fai seccare l'argilla. Trova una superficie pulita, liscia e non porosa dove lasciar riposare l'argilla per 24 ore.[14] Metti lì il materiale e non toccarlo finché non si è seccato. Devi essere paziente per non rischiare di rovinare il progetto.
    • Un ambiente fresco e secco (con poca umidità) è ideale. Anche una buona circolazione dell'aria favorisce il processo.
    • I progetti più spessi (oltre 1 cm) impiegheranno più tempo per asciugarsi.[15] Meglio non correre rischi e aspettare.
  2. 2
    Controlla se l'argilla è secca. Dopo 24 ore l'argilla dovrebbe essere asciutta al tatto, ma questo non significa che sia pronta. Se il tuo progetto è spesso, attendi ancora un po' di tempo. Ci sono altri modi per valutare visivamente se il materiale è pronto.
    • L'argilla a base di resina diventa più scura e trasparente.[16]
    • L'argilla a base di carta resta molto opaca.
  3. 3
    Prendi l'argilla dal punto in cui l'hai lasciata seccare. Una volta pronta, prendila con attenzione e riportala nella zona di lavoro. Stendi prima dei fogli di giornale o un vecchio lenzuolo. Fai attenzione, quando si sarà indurita l'argilla sarà abbastanza fragile. Non farla cadere o rischi di romperla.
  4. 4
    Decora l'argilla. Se lo desideri, puoi decorare ulteriormente il tuo progetto! Puoi usare colori a tempera, acrilici e acquerelli.[17] Puoi incollare perline, lustrini, stoffe e altre decorazioni.
    Pubblicità

Consigli

  • L'argilla si restringe leggermente con il tempo, quindi fai attenzione quando crei degli stampini.[18]
  • L'argilla lavorata bene è morbida e appiccicosa. È per questo che dovresti lavorare su una superficie non porosa.
  • Mescola argille di vari colori impastandole insieme tra le dita. Questo metodo funziona meglio per i colori chiari.[19]
  • Alza spesso l'argilla dalla superficie di lavoro, altrimenti potrebbe attaccarsi.
  • Assicurati di risciacquare e poi asciugare l'argilla, usando della carta assorbente.
  • Impasta l'argilla un paio di volte prima di provare a modellarla.
Pubblicità

Avvertenze

  • L'argilla indurita è dura ma fragile e può rompersi facilmente.
  • L'argilla è appiccicosa e può attaccarsi a mobili, superfici porose, vestiti e tappeti.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Argilla autoindurente
  • Perline, pittura, pennarelli, ecc. (facoltativi)
  • Sacchetti di plastica
  • Frigorifero o congelatore
  • Forno a microonde

wikiHow Correlati

Rimuovere una Placca AntitaccheggioRimuovere una Placca Antitaccheggio
Liberare lo Scarico della DocciaLiberare lo Scarico della Doccia
Tingere il PoliestereTingere il Poliestere
Verniciare una BiciclettaVerniciare una Bicicletta
Verniciare il CementoVerniciare il Cemento
Cambiare il Filo di un DecespugliatoreCambiare il Filo di un Decespugliatore
Autoprodurre Argilla Polimerica
Sistemare un Letto che CigolaSistemare un Letto che Cigola
Creare Angoli Retti Usando la Proporzione 3 4 5 del Teorema di PitagoraCreare Angoli Retti Usando la Proporzione 3 4 5 del Teorema di Pitagora
Rimuovere la Ruggine dalla BiciclettaRimuovere la Ruggine dalla Bicicletta
Costruire una ScalaCostruire una Scala
Usare il Cemento PremiscelatoUsare il Cemento Premiscelato
Prendere le Misure per una ScalaPrendere le Misure per una Scala
Calcolare le Iarde delle Aree in CalcestruzzoCalcolare le Iarde delle Aree in Calcestruzzo
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 20 185 volte
Categorie: Fai da Te
Questa pagina è stata letta 20 185 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità