Scarica PDF Scarica PDF

La vitamina E possiede proprietà antiossidanti ed è di origine naturale[1] . Viene secreta sulla superficie cutanea, in modo da mantenere in ottima salute pelle e capelli. È parte integrante del sebo, ovvero la materia untuosa secreta dalle cellule ghiandolari. Può apportare numerosi benefici a livello cutaneo, fra cui rimuovere sostanze dannose da pelle e cuoio capelluto, assorbire i raggi UV e prevenire ustioni, favorire la crescita dei capelli, rallentarne la caduta e ridurne l'ingrigimento [2] . Puoi usarla al posto del normale balsamo, per fare un trattamento nutriente o per trattare le doppie punte.

Parte 1 di 2:
Prepararsi a Usare l'Olio di Vitamina E

  1. 1
    Scegli una versione naturale dell'olio di vitamina E, in modo il corpo possa assorbirlo e utilizzarlo facilmente. La versione sintetica viene chiamata invece tocoferolo acetato. Essa può reagire con alcuni cosmetici, quindi meglio preferire una versione naturale, reperibile nei negozi di prodotti salutari, nel reparto delle vitamine al supermercato o su internet. Anche alcuni oli alimentari la contengono, come olio di germe di grano, girasole e mandorle dolci [3] .
    • Controlla l'elenco degli ingredienti riportato sulla confezione alla ricerca di sostanze come tocoferolo D-alfa, tocoferolo D-alfa acetato o tocoferolo D-alfa succinato.[4]
  2. 2
    Prova l'olio prima di usarlo. Alcune persone sono allergiche all'olio di vitamina E, quindi è bene testarne una piccola quantità sulla pelle prima di procedere con l'utilizzo sui capelli. È anche possibile sviluppare un'intolleranza nel tempo, quindi osserva la situazione del cuoio capelluto alla vista e al tatto qualche giorno dopo l'utilizzo.
    • Per testare l'olio, applicane una-due gocce sul polso e massaggialo. Aspetta 24 ore e controllalo per osservare eventuali reazioni allergiche. Se noti rossore, secchezza, prurito o gonfiore, non usarlo. Se la zona sembra normale, allora puoi procedere.
  3. 3
    Prova a prendere un integratore di vitamina E per favorire la crescita dei capelli. Assunta sotto forma di integratore a somministrazione orale, si è dimostrata efficace per favorire la crescita dei capelli. Prova a prendere due capsule da 50 mg al giorno dopo i pasti [5] . Per esempio, potresti assumerne una dopo la colazione e una dopo la cena.
    • Come succede con qualsiasi tipo di integratore, prima di prenderlo consulta il tuo medico.
    • Integra altre fonti naturali di vitamina E nella tua alimentazione. Prova frutta secca, semi, verdure a foglia verde e oli vegetali, specialmente quello di germe di grano e semi di girasole.
    • Assumerai più vitamine mangiando alimenti naturali ricchi di vitamina E rispetto all'utilizzo di un integratore.
  4. 4
    Valuta la possibilità di aggiungere la vitamina C. La vitamina E e la C possono tranquillamente essere abbinate, in quanto insieme sono più efficaci per proteggere la pelle e i capelli dai raggi ultravioletti. Se fai un uso topico della vitamina E, dovresti combinarla con la C, sempre a uso locale. Analogamente, se assumi la vitamina E per via orale, dovresti fare lo stesso con la C. Insieme saranno più efficaci che da sole.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Idratare i Capelli con l'Olio di Vitamina E

  1. 1
    Usane una piccola quantità. L'olio è molto efficace e ricco, quindi non è necessario utilizzarne tanto. Per iniziare, applicane qualche goccia, aggiungendone di più qualora fosse il caso. La quantità specifica dipende dalla lunghezza e dallo spessore dei capelli.
    Consiglio dell'Esperto
    Ndeye Anta Niang

    Ndeye Anta Niang

    Parrucchiera Professionista
    Ndeye Anta Niang è una parrucchiera, esperta in trecce e fondatrice di AntaBraids, un servizio itinerante di trecce per capelli che si trova a New York. Ndeye ha oltre 20 anni di esperienza nel settore delle trecce per capelli afro, tra cui box braids, trecce senegalesi, trecce "all'uncinetto", locs faux dread, goddess locs, kinky twists e trecce lakhass. È stata la prima donna della sua tribù a trasferirsi in America dall'Africa e ora condivide le sue conoscenze in materia di trecce africane, impiegando tecniche che sono state tramandate di generazione in generazione.
    Ndeye Anta Niang
    Ndeye Anta Niang
    Parrucchiera Professionista

    Il nostro Esperto concorda: trattare i capelli con l'olio di vitamina E caldo può aiutare a prevenire che si formino le doppie punte. Non strafare tuttavia - usa solo quel tanto che basta per creare una patina leggera sul capello. Se li impregni troppo di olio, quello in eccesso rimarrà sul capello occludendo i pori.

  2. 2
    Applica l'olio di vitamina E come se fosse un balsamo. Puoi usarlo al posto del tuo solito balsamo per avere capelli morbidi e disciplinati. Lavali e risciacquali bene, quindi strizzali per eliminare gli eccessi d'acqua. Poi, versa qualche goccia di olio di vitamina E sul palmo. Ha una consistenza spessa e ricca.
    • Invece di usarlo come balsamo, puoi anche applicarlo di notte come se fosse una crema idratante.
  3. 3
    Massaggia l'olio sul cuoio capelluto con le dita. Puoi applicarlo direttamente sul cuoio capelluto e iniziare a lavorarlo sulle radici con i polpastrelli. Fai delicati movimenti circolari per favorire un assorbimento ottimale.
    • La vitamina E può essere assorbita dalla pelle. Questo metodo può essere ancora più efficace per distribuirla alle cellule [6] .
  4. 4
    Avvolgi la testa con un asciugamano di cotone caldo e umido per fare un trattamento nutriente. Lascialo in posa massimo un'ora [7] . Il calore favorirà l'assorbimento della vitamina E nei capelli e nel cuoio capelluto.
    • Per fare in modo che un asciugamano sia caldo e umido, riempi il lavandino o una ciotola grande di acqua calda e immergilo. Poi, strizza gli eccessi d'acqua e avvolgilo intorno alla testa.
  5. 5
    Risciacqua l'olio di vitamina E. A questo punto, togliti l'asciugamano (se l'hai usato) e risciacqua i capelli con acqua tiepida. Asciugali e mettili in piega come al solito.
  6. 6
    Tratta le doppie punte con l'olio di vitamina E. Puoi infatti usarlo anche come trattamento localizzato. Per riparare i danni, versa qualche goccia di olio sul palmo. Strofina le mani fra di loro e afferra i capelli, lavorandolo sulle punte. Non risciacquare e metti in piega come al solito.
    • Puoi fare il trattamento sia sui capelli asciutti sia bagnati.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Se hai problemi cutanei, per esempio eczema, psoriasi o acne, consulta un dermatologo prima di usare la vitamina E.
  • Ricorda che l'olio può macchiare irrimediabilmente i vestiti, quindi fai attenzione quando lo applichi sui capelli asciutti. Se dovesse sgocciolare, elimina gli eccessi. Puoi proteggere gli indumenti anche avvolgendo il collo e le spalle con un asciugamano.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Fare un Taglio ScalatoFare un Taglio Scalato
Far Crescere i Capelli in una SettimanaFar Crescere i Capelli in una Settimana
Fare la Doppia Treccia Francese
Fare la Treccia alla Francese
Applicare l'Olio di Ricino sui CapelliApplicare l'Olio di Ricino sui Capelli
Schiarirsi i Capelli con l'Acqua OssigenataSchiarirsi i Capelli con l'Acqua Ossigenata
Scegliere lo Stile di Capelli più AdattoScegliere lo Stile di Capelli più Adatto
Togliere le Uova dei Pidocchi dai CapelliTogliere le Uova dei Pidocchi dai Capelli
Tenere a Bada i Capelli GonfiTenere a Bada i Capelli Gonfi
Decolorare i Capelli Castano Scuro o Neri al Biondo Platino o al BiancoDecolorare i Capelli Castano Scuro o Neri al Biondo Platino o al Bianco
Prendersi Cura dei Capelli con la PermanentePrendersi Cura dei Capelli con la Permanente
Fare una Treccia con i Capelli
Farsi un Taglio di Capelli Scalato da Soli
Fare le Treccine AfroFare le Treccine Afro
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Ndeye Anta Niang
Co-redatto da:
Parrucchiera Professionista
Questo articolo è stato co-redatto da Ndeye Anta Niang. Ndeye Anta Niang è una parrucchiera, esperta in trecce e fondatrice di AntaBraids, un servizio itinerante di trecce per capelli che si trova a New York. Ndeye ha oltre 20 anni di esperienza nel settore delle trecce per capelli afro, tra cui box braids, trecce senegalesi, trecce "all'uncinetto", locs faux dread, goddess locs, kinky twists e trecce lakhass. È stata la prima donna della sua tribù a trasferirsi in America dall'Africa e ora condivide le sue conoscenze in materia di trecce africane, impiegando tecniche che sono state tramandate di generazione in generazione. Questo articolo è stato visualizzato 6 231 volte
Categorie: Cura dei Capelli
Questa pagina è stata letta 6 231 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità