Come Usare la Carta Stagnola

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 13 Riferimenti

In questo Articolo:Preparazione e Conservazione del CiboPulizia e Cura della CasaBricolage e Svago

La carta stagnola si usa comunemente per cucinare, per cuocere al forno e per confezionare gli alimenti. Tuttavia, le sue proprietà riflettenti e isolanti ne fanno un materiale perfetto per tanti altri utilizzi, non necessariamente in cucina. Impara a pensare fuori dagli schemi e sfrutta al massimo il rotolo di carta stagnola!

Parte 1
Preparazione e Conservazione del Cibo

  1. 1
    Cuoci gli alimenti nella carta stagnola. Se la ricetta prevede la cottura alla griglia o al forno, avvolgere la carne, le verdure o altri alimenti nella stagnola evita che la pietanza si asciughi troppo e mantiene meglio i sapori al suo interno. Un altro aspetto positivo è che, alla fine della cottura, puoi semplicemente buttare via il foglio di carta stagnola: niente più pentole o padelle da lavare!
    • Fai il pesce alla griglia o le verdure grigliate. Condisci il pesce o le verdure a crudo e poi impacchettali saldamente nella carta stagnola. Disponi gli alimenti sulla griglia, dopo averla riscaldata. Quando sono ben cotti, apri il pacchetto, trasferisci il pesce o le verdure su un piatto di portata e butta via la stagnola. La comodità di questo metodo consiste nel fatto che non c'è niente da lavare.
    • Fai il tacchino arrosto. Disponi il tacchino a crudo su una teglia e stendici sopra un foglio di carta stagnola, dandogli una forma "a tenda" in modo che rimanga un po' di spazio per la circolazione dell'aria. Questo tratterrà i succhi nella carne durante la cottura e farà in modo che la pietanza si cuocia bene senza bruciarsi. Quando manca circa un'ora, togli la stagnola e prosegui la cottura: alla fine, la pelle del tacchino risulterà ben rosolata e croccante.
    • Fodera una teglia con un foglio di carta stagnola robusta. Aggiungi la carne e/o le verdure, insieme al condimento che preferisci. Forma un pacchetto con la stagnola e chiudilo saldamente. Metti l'arrosto in forno e procedi con la cottura. Quando è pronto, trasferiscilo su un piatto di portata e alla fine butta via la stagnola: anche in questo caso, niente pentole da lavare!
  2. 2
    Non usare mai la carta stagnola nel microonde. L'alluminio ha la proprietà di deviare le onde elettomagnetiche, responsabili dell'efficienza di questo metodo di cottura. Il risultato sarebbe una cottura poco uniforme o addirittura il danneggiamento dell'apparecchio. Ricorda: microonde e metallo non vanno d'accordo! [1]
  3. 3
    Mantieni gli alimenti caldi o freschi, a seconda delle esigenze. L'alluminio è un ottimo isolante, quindi è l'ideale per mantenere le pietanze calde, oppure fresche. Usalo per incartare gli avanzi o per portarti il pranzo da casa. Avvolgi ogni singola pietanza in un foglio di carta stagnola robusta. Dai all'involucro la forma di una "tenda" e fissa bene gli angoli sotto il pacchetto, in modo da trattenere il calore all'interno. Se riesci a sigillarlo correttamente, la temperatura si manterrà per ore.
  4. 4
    Conserva gli alimenti nella carta stagnola. Tra i materiali di imballaggio, l'alluminio è quello con il tasso più basso di dispersione del vapore e dell'umidità. Questo significa che è il materiale ideale per evitare che gli alimenti si secchino. [2] È ottimo anche per evitare che si formino cattivi odori. [3] Avvolgi gli avanzi in un involucro ermetico di carta stagnola e riponili in frigo o nel congelatore finché non decidi di consumarli.
    • Se non hai frigo e congelatore, un modo per mantenere fresco il cibo è proprio avvolgerlo in un foglio di carta stagnola. Conserva l'involucro con gli alimenti in un luogo fresco e asciutto, al riparo dal sole.
    • La carta stagnola funziona anche meglio della plastica per trattenere gli aromi ed evitare che gli alimenti si secchino. Assicurati solo di sigillare accuratamente ogni singolo alimento nel modo più ermetico possibile! In questo modo il cibo sarà meno soggetto a fenomeni di disidratazione e di ossidazione durante il congelamento.
  5. 5
    Sciogli i grumi dello zucchero di canna solidificato. Avvolgi nella carta stagnola qualche cucchiaiata di zucchero di canna solidificato. Inforna a 150 °C per 5-10 minuti: i grumi si scioglieranno. [4]

Parte 2
Pulizia e Cura della Casa

  1. 1
    Elimina l'elettricità statica dall'asciugatrice. Schiaccia alcuni fogli di carta stagnola per farne delle "palline per asciugatrice", utili a ridurre l'aderenza statica che si sviluppa durante l'asciugatura. Comprimi la stagnola formando due o tre palline del diametro di circa 5 cm. Controlla che le palline siano ben compatte e pressate in modo uniforme, per non rischiare che si impiglino negli indumenti. Si tratta di un'alternativa economica e priva di sostanze chimiche ai fogli antistatici in commercio. [5]
    • Puoi usare le stesse palline per mesi. Quando cominciano a disfarsi, sostituiscile con delle nuove.
    • Tieni presente che non avranno sul bucato lo stesso effetto ammorbidente che hanno i prodotti in commercio. Inoltre, potrebbero rendere l'asciugatrice un po' più rumorosa. Tenendo in considerazione questi inconvenienti, valuta il rapporto costi-benefici e decidi se vale la pena utilizzarle.
  2. 2
    Fodera l'asse da stiro con la carta stagnola. Un'asse da stiro standard è progettata per assorbire il calore e l'umidità. La stagnola trattiene il calore e l'umidità intorno agli indumenti, cosa che dovrebbe velocizzare lo stiro. Sii consapevole dei pericoli che comportano il calore intenso e l'elevata umidità concentrati in un solo punto: se non fai attenzione, aumenterai di gran lunga il rischio di bruciarti. [6]
    • Usa questo metodo per stirare indumenti non adatti al ferro da stiro. Stendi i vestiti sull'asse rivestito di carta stagnola e tieni il ferro a 3-5 cm dalla stoffa. Tieni premuto il tasto "vapore" per distendere rapidamente tutte le pieghe.
  3. 3
    Lucida il metallo annerito. Prima di tutto rivesti di carta stagnola l'interno di un recipiente. Riempilo poi di acqua calda e aggiungi un cucchiaio di sale, un cucchiaio di bicarbonato di sodio e un cucchiaino di detersivo liquido per piatti. Immergi all'interno del recipiente gli oggetti di metallo annerito che vorresti pulire: gioielli, argenteria, monete, eccetera. Lascia agire per dieci minuti. Togli dall'acqua gli oggetti e asciugali bene. [7]
  4. 4
    Affila un paio di forbici. Ripiega un pezzo di carta stagnola fino a creare 5-6 strati sovrapposti. Taglialo poi con le forbici che vorresti affilare. Questa operazione affila la lama e ne prolunga la durata.[8]
  5. 5
    Sposta un mobile pesante con l'aiuto della carta stagnola. Prima di cominciare a spostare il mobile, ritaglia dei pezzi di carta stagnola. Pressali insieme e falli scivolare sotto le gambe del mobile, con il lato opaco rivolto verso il basso. Il cuscinetto di stagnola dovrebbe aiutare il mobile a scivolare più facilmente sul pavimento.
  6. 6
    Pulisci le stoviglie. Usa un pezzo di carta stagnola appallottolata come se fosse una paglietta di lana d'acciaio. Sfrega energicamente pentole e padelle: dovrebbe rimuovere buona parte dei residui di cibo incrostato e bruciacchiato. Non sarà efficace come una vera paglietta, ma in caso di necessità può essere sufficiente. Usa la stagnola per pulire tutti i tipi di metallo: la griglia, il barbecue, parti della bicicletta, ecc. [9]

Parte 3
Bricolage e Svago

  1. 1
    Fai giocare i gatti. Prendi un pezzo di carta stagnola e appallottolalo. Tiralo al gatto e osservalo mentre si diverte a dargli zampate e a tenerlo fra i denti. Questo ti risparmierà la spesa per l'acquisto di una palla di gomma. Una palla di stagnola è un'ottima idea anche se hai dei gattini, perché puoi farla delle dimensioni che preferisci.
    • Stendi un foglio di carta stagnola sui cuscini del divano per evitare che gli animali domestici ci saltino sopra. Quando si butteranno sul divano sentiranno il crepitio: quanto scommetti che non ci salgono più?
  2. 2
    Usa la carta stagnola per il bricolage e per i piccoli lavoretti. È un elemento di decorazione molto vivace e suggestivo e può servire anche per rivestire il piano di lavoro in caso di utilizzo di prodotti per il fai-da-te che sporcano particolarmente. Scatena la creatività e immagina per quali altri usi può tornare utile!
    • Impacchetta i regali con la carta stagnola. La puoi trovare nelle forme e nei colori più svariati. Può diventare un modo economico e creativo per fare i pacchetti!
    • Usala al posto della carta normale per fare dei lavoretti. Ritagliala in forme geometriche o nelle lettere dell'alfabeto. Si piega con facilità e può dare un tocco di raffinata eleganza ai tuoi progetti!
    • Usa la carta stagnola per foderare il secchio della pittura. Quando imbianchi, fodera con la stagnola un secchio di metallo prima di versarci dentro la pittura. Così le pulizie finali diventano un gioco da ragazzi: basta buttare via la stagnola!
  3. 3
    Accendi un fuoco. Per accendere un fuoco in pochi minuti procurati della stagnola, del cotone idrofilo e una pila stilo (AA). [10] Per fare il connettore, taglia una striscia di carta stagnola lunga circa 10 cm e larga poco più di 1 cm. Al centro della striscia assottiglia ulteriormente la stagnola: per circa 2 cm deve essere larga un paio di millimetri. Avvolgi il cotone idrofilo intorno alla parte centrale del connettore, quella più sottile. Collega poi ognuna delle due estremità del connettore ai poli opposti della pila stilo. Il cotone dovrebbe prendere rapidamente fuoco. [11]
    • Quando il cotone comincia a fare scintille, aggiungi altri ramoscelli. Disponi la legna e alimenta il fuoco man mano che si sviluppa.
    • Attieniti scrupolosamente alle regole di sicurezza antincendio!

Consigli

  • Un utile accorgimento (che però seguono in pochi) per fare in modo che il rotolo di alluminio non cada dalla scatola dispenser, finendo per terra, è premere i triangolini che si trovano alle estremità della scatola: servono proprio a bloccare il rotolo.
  • Generalmente, la stagnola ha un lato lucido e uno opaco. Se si tratta di carta stagnola standard, non importa che lato usi. Se invece usi il tipo antiaderente, per sfruttarne le caratteristiche devi usare il lato opaco, che è quello che deve trovarsi a contatto con l'alimento che vuoi avvolgere. [12]

Avvertenze

  • La carta stagnola non è adatta al microonde. Nella migliore delle ipotesi, il cibo risulterà cotto in maniera disomogenea. Nella peggiore, potrebbe prendere fuoco.
  • Non conservare nella carta stagnola alimenti con un alto grado di acidità (ad esempio crostate, aceto, pomodori). Gli acidi rischiano di corroderla nel giro di qualche giorno, esponendo l'alimento all'aria e disseminando la pietanza di minuscoli pezzetti di alluminio. Questi "sali di alluminio" non sono pericolosi da ingerire, ma possono conferire al cibo un gusto metallico. [13]

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Cucina | Fai da Te

In altre lingue:

English: Use Aluminum Foil, Español: usar el papel aluminio, Português: Usar Papel Alumínio, Русский: использовать алюминиевую фольгу

Questa pagina è stata letta 10 602 volte.
Hai trovato utile questo articolo?