Scarica PDF Scarica PDF

La Priorità Diaframma o Apertura è la modalità di esposizione automatica preferita di molti fotografi per via del controllo che da, da quelli che fotografano vasti paesaggi a quelli che fotografano il più piccolo insetto. È considerata da molti la modalità che si avvicina di più a certi standard che i fotografi richiedono per le loro foto. Uscire dalla semplice modalità automatica ed entrare in un’altra modalità ti costringe a pensare e ti permette di controllare alcuni aspetti importanti dell’immagine.

Nota: Questa guida è per principianti; per dettagli più tecnici vai su Come Scegliere la Giusta Apertura del Diaframma (F Stop), che copre molti aspetti che in questo articolo vengono appena sfiorati o ignorati.

Passaggi

  1. 1
    Imposta la tua macchina fotografica su Priorità Diaframma. La dicitura è diversa per ogni produttore (leggi il manuale), ma qui trovi qualche consiglio per le marche più importanti di fotocamere digitali:
  2. 2
    Memorizza alcuna terminologia di base. Ti serve per capire il resto dell’articolo.
  3. 3
    Verifica gli obiettivi. Tutti gli obiettivi sono diversi e hanno un diaframma a cui scattano meglio. Esci e fai qualche scatto a qualcosa che abbia una trama fitta a diverse aperture e compara le immagini per capire come l’obiettivo si comporta a diversi diaframmi. Ecco qualche consiglio su cosa cercare:
  4. 4
    Esci e scatta.
  5. 5
    Controlla la profondità di campo. È semplice: un’apertura minore significa più profondità di campo, una maggiore meno. Un’apertura maggiore (diaframma minore) significa anche sfondo più sfocato (che simile, ma non identica, alla profondità di campo). In breve lo sfondo può essere sfocato anche se distrae l’attenzione. Ecco qualche esempio.
  6. 6
    Controlla la velocità dell'otturatore. Usare un diaframma più aperto significa poter usare una velocità di shutter maggiore (o un ISO minore con la stessa velocità); per dire, un diaframma più chiuso costringe a una velocità di otturatore più bassa, o ad alzare gli ISO per fare la stessa foto. Ciò ha alcune implicazioni pratiche:
    • Ottieni la maggiore velocità di otturatore che puoi. Se per esempio stai scattando con la macchina a mano o se cerchi di catturare il movimento con poca luce, imposta il diaframma più aperto che puoi. Spingiti anche al limite degli ISO (la quantità di rumore tollerabile è qualcosa che devi sperimentare da solo). La macchina fotografica scatterà alla maggiore velocità possibile.
    • Ottieni la minore velocità di otturatore che puoi. Questo è ottimo se per esempio vuoi fare un effetto movimento (pensa a quelle foto sognanti di acqua che scorre). Imposta gli ISO al minimo, chiudi il diaframma a f/16 (o meno, se vuoi sfidare le leggi della fisica, o se ti va bene la diffrazione). La camera darà la più bassa velocità dell’otturatore possibile (anche se solitamente le fotocamere moderne non espongono automaticamente per più di 30 secondi).
  7. 7
    Cerca la migliore incisione dell’immagine. Come già accennato, quasi tutti gli obiettivi sono più incisi se chiudi un po’ il diaframma. Se hai fatto i test come suggerito, usa quest’apertura per tutti gli scatti in cui pensi che avrai adeguate profondità di campo e velocità dell’otturatore. Per quelli di voi che fotografano usando un cavalletto, usa quest’apertura tutto il tempo.
    • Se sei troppo pigro per fare i tuoi test (e davvero fare i test su soggetti come i muri è noioso), allora la saggezza popolare ti viene in aiuto: f/8 va bene. f/8 solitamente dà una profondità di campo sufficiente per la maggior parte dei soggetti fermi e solitamente l’immagine è nitida al massimo (o quasi) nella maggior parte delle reflex digitali e pellicola 35mm.
    Pubblicità

Consigli


Pubblicità

Avvertenze

  • Usare un diaframma chiuso (numero f/ alto) può anche portare a fuoco cose indesiderate, come polvere sul sensore o sporco o danni alla lente. Potresti dover pulire il sensore o la lente, o modificare le immagini al computer. Se la lente ha un grosso graffio, evita di puntare dritto verso il sole, che potrebbe causare un flare.
    • Pulire troppo a fondo può causare ulteriori problemi nel tempo che non un po’ di polvere. Se hai un filtro economico sulla lente, preferibilmente rivestito (coated) o multi-coated per evitare il flare, puliscilo quanto vuoi.
    • La polvere sul sensore non dovrebbe essere un grosso problema se cambi obiettivo in un posto calmo e relativamente senza polvere.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Scegliere la Giusta Apertura del Diaframma (F Stop)Scegliere la Giusta Apertura del Diaframma (F Stop)
Usare Ogni Nikon SLR DigitaleUsare Ogni Nikon SLR Digitale
Migliorare le Proprie Abilità FotograficheMigliorare le Proprie Abilità Fotografiche
Capire la tua Fotocamera ReflexCapire la tua Fotocamera Reflex
Fare un Ritratto FotograficoFare un Ritratto Fotografico
Utilizzare le Impostazioni ISO della tua Macchina Fotografica DigitaleUtilizzare le Impostazioni ISO della tua Macchina Fotografica Digitale
Migliorare la Qualità delle Fotografie Digitali in PhotoshopMigliorare la Qualità delle Fotografie Digitali in Photoshop
Scattarti Foto EroticheScattarti Foto Erotiche
Venire Bene in FotoVenire Bene in Foto
Fare una Bella FototesseraFare una Bella Fototessera
Sviluppare la PellicolaSviluppare la Pellicola
Citare una FotografiaCitare una Fotografia
Scattarti da Solo una Bella FotografiaScattarti da Solo una Bella Fotografia
Usare una Reflex AnalogicaUsare una Reflex Analogica
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 15 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 3 842 volte
Categorie: Fotografia
Questa pagina è stata letta 3 842 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità