Come Usare un Deumidificatore

5 Parti:Scegliere il ModelloQuando UsarloInstallazioneCome UsarloPulizia e Manutenzione

I deumidificatori sono pensati per regolare l'umidità dell'aria in un locale. Esistono modelli portatili e altri che vengono installati in modo permanente, ma tutti riducono l’umidità relativa di una stanza e contribuiscono a tenere sotto controllo gli allergeni e le cause dei problemi respiratori in generale; in questo modo la casa è nel complesso più confortevole.

Parte 1
Scegliere il Modello

  1. 1
    Scegli il giusto deumidificatore in base alle dimensioni della stanza. L’area del locale è infatti il primo fattore che devi prendere in considerazione quando scegli un modello di deumidificatore. Misura i metri quadrati della stanza e controlla le specifiche sulla macchina.
  2. 2
    Controlla la capacità. I deumidificatori vengono suddivisi in base alla superficie della stanza in cui devono operare ma anche in base ai livelli di umidità presenti. Questo valore viene calcolato come la quantità di acqua (in litri) estratta dall’aria in 24 ore. Questo per garantire che la stanza in cui opererà raggiunga un grado ideale d’umidità.
    • Per esempio, in una stanza di 45 mq che puzza di muffa ed è umida dovrebbe essere installato un deumidificatore da 20-22 litri. Consulta una guida all’acquisto per capire quale modello fa al caso tuo.
    • I deumidificatori possono estrarre da una stanza di 230 mq circa 20 litri di acqua in 24 ore.
  3. 3
    Usa un deumidificatore grande per il seminterrato o una stanza particolarmente ampia. In questo modo puoi eliminare l’umidità dall'ambiente più velocemente. Inoltre non dovrai svuotare il serbatoio molto spesso. L’altro lato della medaglia è rappresentato dai costi dell’energia elettrica, dato che più è grande la macchina e più corrente consuma.
  4. 4
    Acquista un deumidificatore speciale per certi tipi di locali. Se hai bisogno di controllare l’umidità in una stanza tipo “SPA”, nella zona di una piscina al coperto, in un magazzino o in un altro spazio specifico, allora dovresti affidarti a un prodotto appositamente studiato per le tue esigenze. Recati presso un installatore di condizionatori per avere dei consigli in merito.
  5. 5
    Acquista un modello portatile. Se prevedi di spostare il deumidificatore da una stanza a un’altra con una certa frequenza, vale la pena comprarne uno portatile. Questo tipo di macchine è dotato di ruote alla base e ha un peso limitato. Il suo vantaggio è che può essere collocato in diversi punti della stessa stanza.
    • Se devi asciugare più stanze della tua casa, puoi valutare di installare un deumidificatore nel tuo sistema HVAC invece di comprare più apparecchi.
  6. 6
    Considera quali caratteristiche deve avere il tuo modello. I deumidificatori moderni hanno varie funzioni e impostazioni e, generalmente, maggiore è il loro costo è più “optional” posseggono. Alcune di queste caratteristiche sono:
    • Regolatore dell’umidità: questa funzione ti consente di controllare la percentuale di umidità della stanza. Imposta il livello ideale che preferisci e quando l’igrometro interno della macchina rileva che la stanza ha raggiunto tale percentuale, il deumidificatore si spegne.
    • Igrometro interno: si tratta dello strumento che rileva la percentuale di umidità dell’ambiente e ti aiuta a impostare correttamente il deumidificatore e massimizzarne l’efficacia.
    • Spegnimento automatico: molti modelli si spengono da soli quando la stanza raggiunge il grado di umidità impostato o quando il serbatoio è pieno.
    • Scongelamento automatico: se il deumidificatore viene usato tanto, potrebbe formarsi del ghiaccio sulle bobine, con conseguenti danni a questi elementi. Una funzione “defrost” protegge la ventola della macchina sciogliendo il ghiaccio.

Parte 2
Quando Usarlo

  1. 1
    Usa il deumidificatore quando senti che la stanza è umida. Gli ambienti con puzza di muffa e sensazione di “bagnato” hanno un alto livello di umidità relativa. Il deumidificatore ripristina una percentuale accettabile di umidità; se le pareti sono bagnate al tatto, valuta di usare questo apparecchio più spesso.
    • Se la tua casa è stata raggiunta da un’alluvione, devi usare il deumidificatore costantemente.
  2. 2
    Utilizza il deumidificatore per migliorare i problemi di salute. Le persone che soffrono di asma, allergia o raffreddore traggono grossi benefici da un deumidificatore. Una stanza con un adeguato livello di umidità favorisce una migliore respirazione, apre i seni nasali, riduce la tosse e i sintomi del raffreddore.
  3. 3
    Usa il deumidificatore in estate. Nelle regioni con un clima umido, l’estate può essere insopportabile; il deumidificatore migliora il comfort all’interno della casa controllando il livello di umidità relativa.
    • Il deumidificatore lavora in sinergia con l’impianto dell’aria condizionata consentendo a quest’ultimo di essere più efficace, efficiente e mantenendo l’ambiente confortevole. Questa "collaborazione" permette anche di ridurre i costi della bolletta.
  4. 4
    Nei mesi più freddi, usa solo un certo tipo di deumidificatore. Quelli a compressore non sono molto efficienti quando la temperatura dell’aria scende sotto i 18 °C. In inverno ci sono maggiori possibilità che si accumuli ghiaccio sulle bobine intralciando il lavoro del deumidificatore e causando dei danni.
    • I deumidificatori essiccativi sono efficaci per gli ambienti freddi. Se devi asciugare una stanza particolarmente fredda, questi modelli sono la soluzione per te.

Parte 3
Installazione

  1. 1
    Permetti all’aria di circolare attorno alla macchina. La maggior parte dei modelli viene posizionata vicino a una parete solo se dotata di uno scarico dell’aria sulla parte superiore. Se il tuo non ha questa caratteristica, accertati che ci sia molto spazio tutt’attorno al deumidificatore. Non appoggiarlo al muro o a un mobile: una buona circolazione dell’aria permette al deumidificatore di funzionare al meglio.
    • Cerca di lasciare 15-30 cm di spazio attorno al deumidificatore (su tutti i lati).
  2. 2
    Posiziona il tubo con cura. Se hai deciso di installare un tubo per il drenaggio dell’acqua, appoggialo in modo che resti fermo nel lavello o nella vasca senza cadere. Controllalo di tanto in tanto per essere certo che non si sia spostato e che scoli correttamente nel lavandino. Puoi utilizzare dello spago per fissare il tubo al rubinetto, se non riesci a bloccarlo in altro modo.
    • Per la tua sicurezza, il tubo non deve essere in prossimità di prese o cavi elettrici.
    • Usa il tubo più corto possibile, così minimizzi il rischio di pestarlo o di inciamparvi.
  3. 3
    Il deumidificatore deve essere posizionato lontano da fonti di polvere. Evita di metterlo vicino ai luoghi dove si forma tanto pulviscolo (per esempio in stanze dove si lavora il legno).
  4. 4
    Installa la macchina nella stanza più umida. Si tratta in genere del bagno, della lavanderia o del seminterrato. Questi sono gli ambienti tipici dove viene installato il deumidificatore.
    • È ottimo anche in barca, quando viene lasciata ormeggiata al porto.
  5. 5
    Monta il deumidificatore in una stanza. Il modo più efficiente di usare questo apparecchio è di installarlo in un ambiente con porte e finestre chiuse. Puoi anche posizionarlo nella parete divisoria fra due stanze, ma così ne riduci l’efficienza e lo costringi a uno sforzo maggiore.
  6. 6
    Posizionalo al centro della stanza. La maggior parte è montata alla parete, ma esistono anche dei modelli portatili. Se ti è possibile, lascialo al centro del locale così la sua azione sarà migliore.
  7. 7
    Installa il deumidificatore nel tuo sistema di riscaldamento e aria condizionata. I modelli più grandi sono progettati per far parte del tuo sistema HVAC e sono venduti con un kit di ancoraggio e altri accessori per l’installazione.
    • In tal caso devi affidarti a un tecnico specializzato che provveda all’installazione.

Parte 4
Come Usarlo

  1. 1
    Leggi il manuale. Non tralasciare nessuna pagina, così conoscerai tutte le specifiche istruzioni per la cura del tuo modello. Tienilo a portata di mano così da poterlo consultare ogni volta che ne hai bisogno.
  2. 2
    Misura il livello di umidità della stanza con un igrometro. Si tratta dello strumento specifico per misurare il valore di umidità dell’aria. L’umidità relativa ideale dovrebbe essere compresa fra il 45 e il 50%. Un livello maggiore potrebbe causare la proliferazione della muffa ma un’umidità sotto il 30% contribuisce alla formazione di danni strutturali della casa come crepe nel soffitto o fra le assi del parquet.
  3. 3
    Inserisci la spina nella presa di corrente. Accertati che la presa abbia tre poli e che sia polarizzata. Non usare una prolunga. Se non hai una presa di corrente adatta, chiama un elettricista affinché la installi.
    • Stacca il deumidificatore dalla corrente afferrando sempre lo spinotto, non tirare mai il cavo.
    • Fai in modo che il cavo non si pieghi o venga schiacciato.
  4. 4
    Accendi il deumidificatore e regola le impostazioni. In base al modello, puoi regolare il livello di umidità relativa e monitorare l’igrometro. Aziona la macchina finché raggiunge il grado di umidità che desideri.
  5. 5
    Lasciala in funzione per diversi cicli. La prima volta che usi la macchina è anche la più produttiva. Durante le prime ore, giorni o settimane di funzionamento eliminerà la maggior parte di acqua presente nell’aria. Dopo questo primo “intervento massivo” dovrai solo preoccuparti di mantenere il livello di umidità relativa che desideri senza doverlo abbassare drasticamente.
    • Puoi impostare il grado di umidità che desideri quando accendi la macchina.
  6. 6
    Chiudi le porte e le finestre della stanza. Più lo spazio è grande, maggiore è il carico di lavoro del deumidificatore; se chiudi una stanza con la macchina all’interno, questa eliminerà l’umidità solo da quel locale.
    • Se hai deciso di azionarlo nel bagno, considera anche quelle che sono le fonti di umidità: chiudi il coperchio del WC.
  7. 7
    Svuota con una certa frequenza il serbatoio dell’acqua. I deumidificatori producono molta acqua, in base all’umidità relativa dell’ambiente. Se non hai collegato un tubo per drenare il liquido nel lavello, dovrai svuotare la tanica molto spesso. La macchina si spegne automaticamente quando il serbatoio è pieno per evitare tracimazioni.
    • Scollega il deumidificatore dalla presa di corrente prima di accedere al serbatoio.
    • Controlla spesso il livello dell’acqua se la stanza è molto umida.
    • Fai sempre riferimento al manuale di istruzioni per capire la frequenza approssimativa con cui devi svuotare la tanica.

Parte 5
Pulizia e Manutenzione

  1. 1
    Leggi il manuale. Non tralasciare nessuna pagina, così conoscerai tutte le specifiche istruzioni per la cura del tuo modello. Tienilo a portata di mano così da consultarlo ogni volta che ne hai bisogno.
  2. 2
    Spegni e stacca la spina del deumidificatore. Prima di pulirlo e procedere con la manutenzione, è importante interrompere il collegamento elettrico per evitare di essere folgorato.
  3. 3
    Pulisci il serbatoio di raccolta dell’acqua. Toglilo dal suo alloggiamento e lavalo con acqua calda e un detersivo delicato per i piatti. Risciacqualo con cura e asciugalo con un panno pulito.
    • Pulisci questo elemento regolarmente, almeno una volta ogni due settimane.
    • Se rimane un cattivo odore nel serbatoio, aggiungi una pastiglia “assorbi-odori”. Questo prodotto è disponibile nei negozi di casalinghi e si discioglie in acqua mano a mano che la tanica si riempie.
  4. 4
    Controlla la bobina principale a ogni stagione. La polvere che si accumula può ostacolare l’efficacia dello strumento rendendolo meno efficiente e mettendolo sotto sforzo. La polvere può anche bloccare del tutto il deumidificatore causando danni gravi.
    • Pulisci la bobina ogni 2-3 mesi per essere sicuro che sia libera dalla polvere e dalla sporcizia che altrimenti circolerebbero per tutta la macchina. Basta un panno per compiere questa operazione.
    • Controlla che non ci siano accumuli di ghiaccio sulla bobina stessa. Se trovi dei cristalli di ghiaccio, fai in modo che il deumidificatore non venga appoggiato al pavimento, che è il punto della stanza più freddo. Mettilo su una mensola o una sedia.
  5. 5
    Verifica il filtro ogni 6 mesi. Smonta il filtro dell’aria e ispezionalo alla ricerca di danni. Accertati che non ci siano fori, strappi o altri danni che possano ridurne l’efficacia. In base al modello di filtro potresti essere in grado di pulirlo e reinstallarlo, alcuni infatti devono essere semplicemente sostituiti. Controlla il manuale d'uso e manutenzione per i dettagli del tuo modello.
    • Il filtro dell’aria solitamente si trova dietro lo sportellino a griglia dell'apparecchio. Apri il pannello frontale e togli il filtro.
    • Alcuni produttori raccomandano un controllo più frequente dei filtri, in base anche all’utilizzo della macchina. Fai sempre riferimento alle istruzioni del manuale d’uso.
  6. 6
    Aspetta 10 minuti prima di accendere di nuovo il deumidificatore. Evita di azionarlo per tempi brevi, assicurati che duri a lungo accendendolo solo dopo che ha “riposato” per almeno 10 minuti.

Avvertenze

  • Getta l’acqua che si accumula nel serbatoio del deumidificatore: non è adatta né al consumo umano, né per cucinare o lavarsi.


Informazioni sull'Articolo

Categorie: Casa & Giardino | Computer & Elettronica

In altre lingue:

English: Use a Dehumidifier, Español: utilizar un deshumidificador, Português: Usar um Desumidificador, Русский: пользоваться осушителем воздуха, Français: utiliser un déshumidificateur, Bahasa Indonesia: Menggunakan "Dehumidifier", Nederlands: Een luchtontvochtiger gebruiken, العربية: استخدام مزيل الرطوبة

Questa pagina è stata letta 65 602 volte.

Hai trovato utile questo articolo?