Ti sarà capitato di imbatterti in qualche ricetta che richiede l'uso di un forno olandese; si tratta di un tegame pesante, di metallo spesso e dotato di coperchio. Tradizionalmente, viene realizzato con la ghisa, ma è possibile trovarne alcuni anche in acciaio. Il coperchio ha un bordo rialzato per permettere di appoggiare le braci e cucinare su di esso. Il tegame è solitamente dotato di tre piedi di sostegno per poterlo utilizzare anche su un falò all'aperto. Puoi usare un forno olandese proprio come qualsiasi altra pentola, mettendolo sul fornello o in forno.

Parte 1 di 2:
Cucinare con il Forno Olandese

  1. 1
    Cuoci gli alimenti al forno. Puoi preparare pane, pizza, torte e altri dolci in questo tegame, mettendo delle braci sotto di esso e sul coperchio; in questo caso, devi mettere una maggiore quantità di carbonella sul coperchio rispetto a quella che disponi sotto la base. Tale piccola accortezza impedisce al cibo di bruciare sul fondo.[1]
    • Tieni in considerazione il diametro della pentola. Per capire quanti bricchetti di carbonella puoi mettere sul coperchio, dividi la misura del diametro (espressa in centimetri) per 2,5 e aggiungi il numero 3; per sapere quanti metterne alla base, procedi con lo stesso calcolo, ma sottrai il numero 3. Ad esempio, se il forno olandese ha un diametro di 30 cm, metti (30/2,5)+3 = 15 pezzi di carbonella sopra il coperchio e (30/2,5)-3 = 9 pezzi sul fondo.[2]
  2. 2
    Fai bollire l'acqua o lessa i cibi nel forno. Dato che vuoi scaldare l'acqua o un liquido, ad esempio uno stufato, devi mettere tutto il carbone alla base, in modo da concentrare il calore vicino al fondo del tegame; dovresti usare questa tecnica anche in caso di frittura.[3]
    • Sebbene sia importante mettere il coperchio quando vuoi portare a bollore il cibo o l'acqua, non dovresti però coprirlo con le braci perché creeresti una struttura pericolosa, oltre al fatto che il coperchio diventa difficile da togliere.
  3. 3
    Utilizza il coperchio come piastra o padella. Se vuoi rosolare rapidamente degli alimenti per la colazione, capovolgi il coperchio e appoggialo direttamente sulle braci; controlla attentamente il cibo mentre cuoce, per evitare che bruci. Puoi sfruttare questa tecnica per preparare uova, bacon, pancake o salsicce.[4]
    • La maggior parte dei coperchi dei forni olandesi è poco profonda, ma prevede una pendenza verso il centro che trattiene gli ingredienti liquidi.
  4. 4
    Cucina i fagioli in una buca. Scavane una profonda circa 1 m e rivestila con dei sassi; dovresti cercare di accendere un falò al suo interno. Il calore del legno scalda le pietre, in modo da poter calare il forno olandese nella buca e cuocere gli alimenti. Metti della carbonella sul coperchio e spala della terra per coprire la buca; in questa maniera, il calore resta intrappolato. Aspetta che la cottura prosegua per parecchio tempo, in genere tutta la notte.[5]
    • Ricorda che sono necessarie diverse ore affinché i sassi presenti nella buca si scaldino a sufficienza prima di calare il tegame pieno di fagioli.
    • Vale la pena sbollentare quelli secchi per un'ora e lasciarli poi in ammollo per una notte prima di cuocerli con questa tecnica.
  5. 5
    Valuta di impilare diversi tegami. Se devi preparare un pasto per molte persone o vuoi solo cucinare diverse pietanze all'aperto, metti più forni gli uni sugli altri; in questo caso, te ne servono almeno tre; riempili con il cibo e metti il più grande sopra i carboni ardenti. Disponi altre braci sul suo coperchio e metti il secondo direttamente sopra questo; ripeti la stessa procedura e appoggia il terzo tegame, terminando con uno strato di carbonella sull'ultimo coperchio. Attendi che le pietanze siano cotte.[6]
    • Puoi utilizzare forni delle stesse dimensioni oppure di diametro progressivamente inferiore; ad esempio, puoi collocare quello da 35 cm alla base, quello da 30 cm al centro e infine quello da 25 cm alla sommità.
  6. 6
    Utilizza il forno olandese per gli arrosti. Dato che mantiene bene il calore, è uno strumento perfetto per arrostire grandi tagli di carne. Preriscalda il normale forno a 180 °C e quello olandese sul fornello per rosolare la carne e renderla più saporita. Aggiungi l'ingrediente liquido di tua scelta e le verdure che ti piacciono; appoggia il coperchio e metti il tegame caldo nel forno convenzionale. Cuoci l'arrosto per una o due ore (o anche di più, se c'è un osso all'interno).[7]
    • Usa il coperchio solo se può resistere al calore del forno. La maggior parte di questi non comporta in genere alcun problema, ma evita di utilizzarlo nel caso avesse parti di plastica; in tal caso, devi chiudere il tegame con un foglio di alluminio.
    • Puoi utilizzare questa tecnica per cucinare le torte, i timballi o il pane di mais.
  7. 7
    Fai sobbollire le pietanze sul fornello. Se vuoi cucinare qualcosa che deve sobbollire per molto tempo, il forno olandese fa al caso tuo; appoggialo sul fornello e cuoci direttamente il cibo al suo interno. Mantieni la fiamma a un livello leggermente inferiore a quanto sei abituato e lascia che gli alimenti sobbollano delicatamente per diverse ore; ad esempio, puoi usare questa tecnica per preparare il chili con carne o uno stufato con fagottini.
    • Quando cucini con questo tegame di ghisa, non devi usare temperature elevate perché il materiale mantiene bene il calore; scegli sempre una fiamma media.[8]
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Stagionare e Pulire il Forno Olandese

  1. 1
    Verifica se il tegame è smaltato o grezzo. Per riconoscere la differenza, guarda la parte interna. I modelli di ghisa grezza sono neri o grigi con una superficie lievemente rugosa, mentre quelli smaltati sono bianchi e lisci. Lo smalto potrebbe anche essere nero, ma è decisamente più liscio rispetto al metallo nudo.[9]
    • I tegami grezzi non hanno alcun rivestimento protettivo di smalto, devono quindi essere stagionati prima dell'uso.
    • Se c'è un rivestimento, significa che la porcellana è stata unita alla superficie della ghisa.
  2. 2
    Pulisci il forno smaltato. In questo caso, non devi stagionarlo, ma lavarlo dopo ogni utilizzo; usa acqua e sapone per eliminare ogni traccia di cibo. Non utilizzare pagliette metalliche, come la lana d'acciaio, perché puoi rovinare lo smalto; inoltre, non mettere mai questo tipo di tegame in lavastoviglie.[10]
    • Se lo smalto bianco inizia a macchiarsi, prepara un impasto con bicarbonato di sodio da strofinare sulla superficie; al termine, risciacqualo via.
  3. 3
    Stagiona il tegame di ghisa grezza. Se il forno olandese non è dotato di rivestimento smaltato, devi trattarlo prima di usarlo. Lavalo completamente e asciugalo mentre preriscaldi il forno a 160 °C. Intingi un panno o un foglio di carta assorbente nell'olio di semi o nel grasso vegetale fuso e applicane uno strato sottile dentro il tegame; capovolgi poi quest'ultimo e "cuocilo" nel forno per un'ora. Spegni l'elettrodomestico e lascia che la pentola si raffreddi prima di toccarla.[11]
    • Puoi mettere un foglio di alluminio sul fondo per raccogliere l'olio che cola dal tegame durante il trattamento.
  4. 4
    Pulisci il forno olandese di ghisa grezza. Devi pulirlo ogni volta che lo utilizzi per la preparazione degli alimenti; non utilizzare il sapone, ma opta per l'acqua molto calda e una spazzola per eliminare i residui di cibo. Asciugalo completamente e versa un cucchiaino di olio al suo interno, usando un panno o un foglio di carta da cucina per diffonderlo su tutta la superficie.[12]
    • Puoi usare l'olio che preferisci oppure del grasso vegetale fuso.
  5. 5
    Strofina un tegame sporco non smaltato. Se hai trascurato la pulizia e non hai stagionato la pentola, devi raschiarla con acqua saponata e lana d'acciaio oppure una paglietta abrasiva; in questo modo, elimini le tracce di cibo e ruggine. Risciacquala e mettila nel forno caldo a 150 °C per 10 minuti per eliminare tutta l'umidità residua. Una volta raffreddato, cospargi l'interno del forno olandese con olio e una manciata di sale marino. Strofina il composto con un panno per togliere gli ultimi residui di ruggine, risciacqua e asciuga nuovamente il metallo; infine, stagionalo come faresti al suo primo utilizzo.[13]
    • Potrebbe essere necessario ripetere la procedura più volte; continua in questo modo finché il tegame non è pulito.
    • Il forno olandese diventa marrone e arrugginisce con il passare del tempo e deve essere trattato nuovamente; puliscilo strofinandolo e stagionalo un'altra volta.
  6. 6
    Finito.
    Pubblicità

Consigli

  • Solitamente, puoi usare il forno olandese per sostituire quasi tutti i tegami (pirofila da forno, padella per friggere o pentola per gli stufati).

Pubblicità

Avvertenze

  • Il forno olandese trattiene il calore molto bene. Ricorda che il metallo molto caldo ha lo stesso aspetto di quello freddo; usa sempre i guanti da forno quando lo maneggi.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Accendere un Barbecue a Carbonella

Come

Liberarsi della Calandra del Grano (Insetto della Farina)

Come

Mangiare il Burro di Arachidi

Come

Conservare la Menta Fresca

Come

Attenuare la Sensazione di Bruciore Causata dal Peperoncino

Come

Conservare le Pannocchie

Come

Mangiare con le Bacchette

Come

Essiccare la Salvia

Come

Aprire una Scatoletta senza Apriscatole

Come

Utilizzare Utensili in Vetro per la Cottura in Forno

Come

Affilare un Coltello

Come

Congelare il Latte

Come

Sigillare un Barattolo di Vetro

Come

Bollire l'Acqua
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 15 454 volte
Categorie: Cucina
Questa pagina è stata letta 15 454 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità