I telescopi catturano la luce e permettono di vivere delle esperienze di osservazione spettacolari. L’emozione suscitata dalla vista delle galassie distanti, degli ammassi stellari brillanti, delle nebulose uniche, dei pianeti del sistema solare e delle caratteristiche lunari è semplicemente indescrivibile.

Parte 1 di 3:
Procurarsi un Telescopio

  1. 1
    Considera il tipo di telescopio. Ogni modello è più adatto a un diverso tipo di osservazioni. Esistono tre generi base di telescopi: i rifrattori, i riflettori e i catadiottrici. La scelta è determinata da cosa vuoi osservare, dalla tua posizione e così via.
    • Il telescopio rifrattore è in sostanza un lungo tubo sottile con una lente-obiettivo nella parte anteriore che cattura e concentra la luce. Questo modello è adatto per l’osservazione della luna, dei pianeti e offre una bella immagine netta. È facile da trasportare e non richiede una manutenzione particolare. Purtroppo, non è semplice vedere dei corpi tenui come le galassie e le nebulose.
    • Il telescopio riflettore (detto anche newtoniano) sfrutta un grande specchio concavo, al posto delle lenti, per accumulare e concentrare la luce. Questo è il modello più adatto ai principianti, offre una buona visibilità, anche se l’umidità tende a condensarsi sulle ottiche creando non poco fastidio. Con un telescopio a specchi non puoi fare osservazioni terrestri.
    • Il telescopio catadiottrico è un modello composto, una combinazione fra specchi e lenti. È ottimo per la fotografia astronomica ed è molto più facile da trasportare rispetto al tipo riflettore. Si tratta di telescopi più versatili, anche se molto più costosi rispetto agli altri modelli.
  2. 2
    Valuta la regione in cui vivi. Avrai bisogno di uno strumento con potenza differente in base a dove fai le tue osservazioni. Devi valutare se userai il telescopio in un’area con molto o poco inquinamento luminoso, dove piove tanto o poco e così via.
    • Se vorrai (ad esempio) osservare anche gli uccelli con il tuo strumento, allora non dovresti acquistare un riflettore, dato che non permette di vedere gli oggetti terrestri.
    • Se nella tua zona c’è molta rugiada e prevedi di usare il telescopio di notte, puoi pensare a un rifrattore o un catadiottrico.
  3. 3
    Tieni in considerazione cosa andrai a vedere. I corpi celesti come i pianeti, la luna e le stelle vicine devono essere osservati con uno strumento potente, con un buon contrasto e un’alta risoluzione. Quindi, se sei interessato a questo tipo di oggetti astronomici, dovresti puntare su un telescopio rifrattore o riflettore. Se invece vuoi osservare le galassie e le nebulose, hai bisogno di uno strumento con una grande apertura, quindi scegli un telescopio a specchi con un ampio diametro.
  4. 4
    Valuta la capacità del telescopio. La gente ritiene, erroneamente, che uno strumento con un alto ingrandimento garantisca, automaticamente, anche una migliore risoluzione e immagini più definite, ma non è esattamente così. Maggiore è l’ingrandimento e più la brillantezza delle immagini è diluita e ogni sfocatura viene amplificata.
    • Per ogni modello l’ingrandimento massimo è di 50x per ogni 25 mm di diametro dell’apertura. Questo significa che se possiedi un telescopio riflettore con un diametro d’apertura pari a 150 mm, allora l’ingrandimento è di 300x (per un modello con apertura da 75 mm avresti un potere ingrandente di 150x).
    • Anche se ti affidi alle lenti di Barlow, un ingrandimento eccessivo porta solo a un’immagine confusa. L’immagine che un telescopio offre può essere ingrandita solo fino a un certo punto.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Conoscere il Telescopio

  1. 1
    Impara a usare il cercatore. Questo elemento di solito si trova sul lato del telescopio e offre un campo visivo del cielo maggiore rispetto al telescopio stesso. Ad esempio, un telescopio con potere ingrandente di 5x copre un’area grande tanto quanto l’unghia del tuo mignolo, mentre uno strumento da 8x ti offre un campo visivo grande tanto quanto una palla da golf.
  2. 2
    Prendi familiarità con la montatura. Solitamente si usano due tipi di montature per telescopi: equatoriale e altazimutale. Devi sapere quale possiede il tuo telescopio per poterlo usare propriamente.
    • Le montature altazimutali possono spostare il tubo del telescopio in verticale e orizzontale, semplificando così le operazioni per i principianti, dato che è più semplice di un modello equatoriale.
    • Le montature equatoriali permettono di puntare il telescopio verso i quattro punti cardinali celesti. L’asse polare (che è l’elemento rotante vicino alla base del telescopio) deve essere allineato con la stella Polare. Successivamente sarai in grado di seguire il movimento del firmamento da questo punto, da est verso ovest (secondo il movimento apparente delle stelle).
    • Per abituarsi alla montatura equatoriale serve un po’ di pratica; ogni volta che vuoi guardare una stella diversa o un pianeta, devi sbloccare l’asse e puntare il telescopio verso il corpo celeste usando il cercatore, infine devi bloccarlo di nuovo quando hai raggiunto il punto giusto. Successivamente, potrai usare i cavi di rotazione lenta o la manopola di controllo per fare le regolazioni fini. La montatura equatoriale viene considerata più utile.
  3. 3
    Impara a usare il treppiede. Devi essere sicuro che i tre supporti siano ben bilanciati, altrimenti il telescopio può cadere e danneggiarsi. Quando scegli il punto da cui osservare il cielo, considera la necessità di una zona piana e livellata dove collocare il telescopio.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Osservare il Cielo

  1. 1
    Studia il cielo. Prima di andare in giro di notte con il tuo costoso telescopio sottobraccio, devi capire cosa stai cercando. Forse vuoi dare un’occhiata alla luna oppure ai pianeti. Magari sei interessato a una pioggia di meteoriti. Devi sapere quando e dove osservare e considerare le previsioni meteo.
    • Se vuoi guardare le stelle, ad esempio, non è il caso di uscire in una notte di luna piena.
    • Leggi dei testi sulle stelle e le costellazioni. Questi ti informeranno circa i tempi migliori per l’osservazione, dove e quando è più facile vedere i pianeti.
    • Studia le mappe stellari così quando sarai davanti al firmamento saprai dove puntare il telescopio.
    • Esercita l’occhio. Per far ciò, traccia degli schizzi della luna e dei pianeti. Non devi essere un grande artista per delinearli in maniera molto accurata. Questo esercizio ti sarà molto utile per osservare più da vicino il cielo e notare i dettagli.
  2. 2
    Scegli un punto da cui guardare il cielo. Devi essere molto attento in questa operazione, che deve tenere in considerazione cosa stai cercando e dove dovrebbe essere posizionato nel cielo. Inoltre devi trovare un luogo accessibile di notte con una zona sicura e piana per appoggiare il treppiede del telescopio.
    • Non dimenticare l’inquinamento luminoso. Se vivi in una grande città, per esempio, vai sul tetto (se è un luogo sicuro) per trovare un po’ di riparo dalla luce ambientale e ottenere delle immagini più chiare.
    • Cerca di evitare i ponti, i vialetti in cemento e in bitume. I passi delle altre persone causano vibrazioni che interferiscono sulla qualità dell’immagine.
  3. 3
    Allenati. Devi fare un po’ di pratica per imparare a montare, impostare e puntare correttamente lo strumento prima di cominciare a osservare il firmamento. In caso contrario, non sarà tanto difficile perdere dei pezzi piccoli del telescopio o dimenticare come eseguire alcune operazioni.
    • Per esercitarti a impostare il telescopio, usa l’oculare con l’ingrandimento minimo e punta lo strumento verso un oggetto a circa 30 m (ad esempio un albero ma non il sole!). Centra l’oggetto con il cercatore per essere sicuro che l’immagine sia chiara. A questo punto passa a un oculare con ingrandimento maggiore e riprova.
  4. 4
    Cerca di stare comodo. Fai in modo di vestirti adeguatamente per trascorrere una bella notte in compagnia delle stelle. Se farà freddo, ricordati di usare abiti caldi e di portarti una bevanda calda.
    Pubblicità

Consigli

  • L’oculare determina l’ingrandimento di un telescopio. Una selezione di pochi oculari ti permette di fare osservazioni dettagliate e straordinarie. Per iniziare, usa un ingrandimento basso (quello con la lunghezza focale maggiore, ad esempio 25 mm) così sarà più semplice individuare gli oggetti stellari.
  • Prendi confidenza con le impostazioni e le funzioni del telescopio durante il giorno, nella tranquillità di casa tua. Inoltre, mentre c’è ancora luce, accertati che il mirino del cercatore sia puntato nella stessa direzione del tubo principale. Usa un oggetto distante, come la punta di un palo telefonico, per verificare il corretto allineamento. Regola il cercatore in maniera corretta, dato che è uno strumento fondamentale per trovare i corpi celesti. Dopo il tramonto fa freddo e non è affatto il momento giusto per armeggiare con il manuale delle istruzioni.
  • La sicurezza personale deve essere la tua prima preoccupazione. Ricordati di chiedere il permesso al proprietario del terreno per evitare di incorrere nel reato di violazione della proprietà privata. Inoltre tieni in considerazione la fauna selvatica e prendi tutte le precauzioni per evitare di disturbarla.
  • Vestiti con saggezza. Fa freddo di notte, anche subito dopo il tramonto. Vestiti a strati secondo la stagione per rendere la tua sessione di osservazione la più confortevole possibile.

Pubblicità

Avvertenze

  • Non puntare mai il telescopio verso il sole. Anche se hai un filtro solare, il vetro scuro può rompersi e ti rovineresti la vista in maniera irreversibile.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Mappa stellare che ti aiuti a individuare i corpi celesti
  • Telescopio e relativi accessori
  • Qualcosa da mangiare e bevande calde per resistere al freddo della notte
  • Abiti caldi (se fa freddo)

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 30 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 41 349 volte
Categorie: Hobby & Fai da Te
Questa pagina è stata letta 41 349 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità