A prima vista, una pipa ad acqua (o "bong", come viene comunemente chiamata) può sembrare uno strumento un po' complicato da usare, specialmente la prima volta. In realtà, fumare da un bong è un procedimento abbastanza semplice. Le pipe ad acqua filtrano e raffreddano il fumo, rendendo l'inalazione più facile e gradevole. I dispositivi dotati di filtraggio ad acqua offrono uno dei modi più puliti, piacevoli e salutari di fumare il tabacco o altre erbe aromatiche, oltre a essere facilissimi da pulire.

Parte 1
Parte 1 di 5:
Preparare la Pipa

  1. 1
    Impara le parti che compongono un bong standard. Le pipe ad acqua sono dispositivi semplici, ma sofisticati, il cui funzionamento dipende da una serie di componenti diversi. Sapere quali sono questi componenti e come lavorano insieme ti aiuterà a usare questo strumento nel modo migliore.
    • Bocchino: è l'apertura all'estremità del tubo su cui va posizionata la bocca per inalare il fumo. Le labbra vanno inserite all'interno dell'apertura, non sopra: devono essere leggermente contratte e inserite delicatamente nel foro, in modo che l'esterno della bocca crei una chiusura ermetica.
    • Camera: è la parte in cui si accumula il fumo da inalare. Fumare da un bong consiste sostanzialmente in due passaggi: si riempie la camera di fumo e poi si aspira velocemente, svuotando la camera.
    • Braciere: il contenitore per la materia vegetale da fumare; solitamente viene rimosso dal gambo subito prima di inalare il fumo.
    • Gambo, cannuccia o pipetta: una piccola canna che collega l'acqua contenuta sul fondo della pipa al braciere. Può essere un semplice tubicino o avere un diffusore (un coperchio forato sul fondo). Il fumo passa attraverso il gambo e finisce nell'acqua. Alcuni bong non hanno una cannuccia, ma un tubo di vetro soffiato che conduce dal braciere alla camera. L'estremità inferiore del gambo dovrebbe trovarsi sempre al di sotto del livello dell'acqua.
    • Frizione o foro di carburazione (opzionale): un foro sul lato del bong, sopra il livello dell'acqua, che va tappato con il dito mentre si accende il braciere e poi aperto quando è il momento di inalare il fumo. Solitamente, però, le pipe ad acqua non hanno una frizione, a meno che non siano di legno o porcellana.[1]
    • Puoi trovare ottimi modelli di pipe ad acqua su siti di rivenditori specializzati come Headshop.
  2. 2
    Versa l'acqua nella pipa fino a coprire l'estremità finale del gambo. L'acqua dovrebbe coprire tutti i fori della cannuccia, ma rimanere al di sotto della frizione, se ce n'è una, in modo che non fuoriesca dal buco. Cerca di superare solo di un paio di centimetri il fondo del gambo. La temperatura dell'acqua dipende dai gusti personali: c'è chi la preferisce fredda e chi calda, ma solitamente la si usa a temperatura ambiente.[2]
    • Contrariamente a quanto credono in molti, una maggiore quantità d'acqua non garantisce prestazioni migliori. I polmoni devono compiere un certo sforzo per aspirare l'aria attraverso l'acqua, quindi più acqua è contenuta nel bong, più diventa difficoltoso inalare il fumo.
    • Controlla se la quantità d'acqua è giusta facendo un respiro rapido e profondo attraverso il bocchino: l'acqua dovrebbe gorgogliare senza mai arrivare alle labbra.
  3. 3
    Riempi d'acqua gli eventuali percolatori. I percolatori sono piccoli elementi aggiuntivi situati nel collo e nella camera del bong che filtrano ulteriormente il fumo. Possono avere diverse configurazioni: ad albero, a disco, a tubo, a cupola o di altra forma, a seconda del produttore. Il loro scopo è quello di fornire un'ulteriore quantità di aria e acqua per filtrare e raffreddare il fumo. Se il tuo bong ha un percolatore, versaci dentro abbastanza acqua da coprire i fori di qualche millimetro.
    • Potresti dover riempire il percolatore attraverso il bocchino anziché attraverso il gambo.
  4. 4
    Aggiungi del ghiaccio (facoltativo). Il ghiaccio raffredda il fumo e, secondo alcuni, lo rende più facile da inalare. Mettine un po' nell'acqua per raffreddarla, ma rimuovi prima il gambo per evitare che il ghiaccio lo rompa scendendo nel bong.
    • Alcuni bong sono dotati di contenitori appositi per il ghiaccio, una sorta di ingobbatura nel vetro della camera che consente il posizionamento di cubetti di ghiaccio. In questo modo il fumo è costretto a passare attraverso l'aria fredda del collo, diminuendo di temperatura prima di entrare in bocca.
    • Alcuni fumatori, invece, preferiscono mettere acqua calda nella camera perché, producendo vapore, aiuta a introdurre più umidità nei polmoni. È una questione di preferenze personali.
  5. 5
    Inserisci il gambo e un braciere pulito nel bong e fai un tiro di prova. Inspira come se stessi fumando normalmente, una volta con il braciere inserito e una senza il braciere. Se l'acqua arriva a colpire le labbra, devi toglierne un po'. Tutti i percolati dovrebbero gorgogliare quando si aspira; se non succede, aggiungi altra acqua. Durante l'inalazione dovrebbero formarsi delle grandi bolle a nido d'ape contro il vetro.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 5:
Riempire il Braciere

  1. 1
    Togli il braciere dal bong per riempirlo. In tal modo non rischierai di far cadere tutto a terra mentre inserisci il tabacco.
  2. 2
    Togli la cenere e altri residui dal braciere. Per prima cosa, devi assicurarti che il flusso d'aria riesca a passare attraverso il braciere. Soffiaci dentro con delicatezza e controlla se riesci a sentire l'aria dall'altro lato, nel punto in cui si unisce al gambo. Se l'aria passa facilmente, è tutto a posto; in caso contrario, prendi uno strumento appuntito, come una spilla da balia o una matita meccanica, e rimuovi delicatamente gli eventuali residui che bloccano il flusso. Per ottenere un fumo chiaro e omogeneo, è indispensabile che il flusso d'aria sia sufficiente.
  3. 3
    Macina la materia vegetale da fumare, rimuovendo semi, steli e foglie. Sminuzza la sostanza che intendi fumare riducendola in briciole grossolane; se hai un grinder, elimina eventuali semi, rametti e foglie prima di usarlo, perché potrebbero compromettere la qualità del fumo.
    • Se decidi di usare un grinder, fai una macinatura veloce e grossolana. Se il materiale viene macinato troppo finemente, può essere risucchiato nella camera e spegnersi prima che abbia il tempo di rilasciare il fumo.
  4. 4
    Carica il braciere con la sostanza da fumare. Non andare oltre il bordo, perché il fumo si disperderebbe all'esterno invece di entrare nella pipa. Se il fondo del braciere ha un foro largo, prendi un pezzo un po' più grosso di tabacco o di erba (per esempio di 4-5 mm) e usalo per bloccare leggermente l'apertura. In questo modo eviterai che la materia vegetale venga risucchiata nel gambo.
    • Assicurati che il tabacco non strabordi dal braciere, né che sia così compatto da impedire il passaggio dell'aria. Deve avere una densità medio-leggera. L'obiettivo è riempire il braciere il più possibile, pur riuscendo a far passare l'aria ad ogni tiro.
  5. 5
    Collega il braciere al gambo del bong. Inseriscilo con cura, senza spingere troppo – dovrai comunque rimuoverlo per poter fumare, a meno che la pipa non abbia una frizione.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 5:
Fare un Tiro

  1. 1
    Tieni il bong con la mano non dominante. Di solito si afferra il bong saldamente intorno al collo, che è la parte più adatta a essere tenuta in mano. La base viene spesso appoggiata in grembo o su una superficie piana. I principianti dovrebbero sempre seguire questa regola: tenere il bong su una superficie piana (come un tavolo) per evitare che cada e si rompa. I più esperti riescono a impugnare il bong senza alcun supporto sotto la base, ma possono facilmente capitare incidenti se non si è pratici.
    • Se non riesci a trovare una superficie adatta su cui appoggiare il bong, tienilo contro lo stomaco o tra le gambe, se è abbastanza grande.
    • Se la pipa ha una frizione, afferra il bong in modo da poter chiudere il foro con un dito; se lo lasciassi aperto, faresti passare l'aria esterna invece di quella proveniente dal braciere e non si accumulerebbe il fumo nella camera. Assicurati anche di poter riaprire il foro facilmente.
  2. 2
    Posiziona le labbra nel bocchino, sigillando l'apertura. Non è educato poggiare le labbra attorno al bocchino quando si fuma in gruppo; sporgile leggermente e infilale nel tubo. Assicurati di chiudere l'intera apertura, altrimenti non riusciresti a inalare il fumo.
    • Fai pratica con le buone maniere del bong: allenati a pulire la bocca, asciugarti le labbra e inserirle dentro il bocchino anziché intorno all'apertura. In questo modo si sigilla meglio il tubo e non si rischia di sbavare sul bocchino, il che renderebbe poco piacevole il tiro successivo (soprattutto se deve farlo qualcun altro!).
  3. 3
    Tieni l'accendino acceso sul bordo del braciere mentre inali. Accendi l'accendino con la mano libera e inclinalo sul braciere; comincia a inspirare per attirare la fiamma nel braciere, in modo da bruciare il tabacco o l'erba.
    • Se hai paura di inalare il gas dell'accendino o non ti va di coordinare troppi movimenti, prova a usare uno stoppino di canapa: è un filo organico infiammabile imbevuto di cera d'api che si accende a un'estremità, come una candela, e continua a bruciare lentamente. Puoi usarlo per accendere il braciere.
  4. 4
    Una volta acceso il braciere, allontana la fiamma, ma continua a inalare. La materia vegetale comincerà a bruciare e a produrre fumo; per non rischiare di inalarla per sbaglio, aspira lentamente, in modo da accumulare il fumo all'interno della camera.
    • Il processo di combustione continuerà finché aspirerai aria, alimentando ulteriormente il braciere. Dovrebbero bastare 1-2 secondi di fiamma diretta.
    • Fermati quando comincia a mancarti il fiato. Non devi rimanere senza fiato prima di aspirare il fumo che si è accumulato nella camera, o non riuscirai a tirare una buona boccata.
  5. 5
    Inala il fumo facendo un respiro profondo mentre rimuovi il braciere o apri la frizione. Per aspirare il fumo nei polmoni, devi lasciar entrare aria fresca nel bong in modo da spingere il fumo verso l'alto. Usa la mano con cui tenevi l'accendino per rimuovere il braciere (o togli il dito con cui hai chiuso la frizione), quindi comincia subito a inspirare rapidamente e a fondo per inalare il fumo.
    • Molti principianti hanno qualche difficoltà a capire se hanno aria a sufficienza per tirare la boccata di fumo; nel dubbio, togli il braciere quando vedi la camera piena di fumo, prima che questo risalga lungo il collo del bong.
  6. 6
    Espira immediatamente. Non si trae alcun beneficio dal trattenere il fumo nei polmoni: i principi attivi della sostanza fumata vengono assorbiti istantaneamente. Riposiziona il braciere sul gambo o puliscilo se si è esaurito.
  7. 7
    Fai uscire dalla pipa il fumo rimanente prima di passarla a qualcun altro. Molti fumatori non gradiscono il fumo avanzato dal tiro precedente, perché può risultare "stantio". Soffia delicatamente nel gambo per spingere il fumo rimasto verso l'alto e fuori dal bocchino.
    • Non si deve mai espirare dentro al bocchino, perché si potrebbe spingere l'acqua oltre il foro di carburazione o dentro il gambo, rischiando di bagnare il braciere e rovinare la sostanza da fumare.[3]
    Pubblicità

Parte 4
Parte 4 di 5:
Seguire le Buone Maniere quando si Fuma in Gruppo

  1. 1
    Cerca di non sbavare dentro il bong. Quando si è inesperti e si fanno i primi tiri, può capitare che un po' di saliva finisca nel bocchino mentre si aspira il fumo, ma non è un gesto molto educato se si deve passare la pipa a qualcun altro. Quando ci si vuole rilassare fumando in compagnia, l'ultima cosa a cui si desidera pensare è la saliva degli altri! Prova questi trucchi per evitare di sbavare nella pipa:
    • Se senti uscire della saliva, smetti di inalare, spegni il braciere con la base dell'accendino e chiudi la bocca, continuando a tenere le labbra dentro il bocchino, quindi cerca di inghiottire tutta la saliva che puoi senza espirare;
    • Smetti di tirare e spegni il braciere, quindi allontana la bocca dal bong senza espirare e copri il bocchino con il palmo della mano; pulisciti la bocca sulla manica e riprova.
  2. 2
    Dopo ogni tiro, pulisci il bocchino con un fazzoletto o la manica. È importante fare attenzione a pulizia e igiene, anche quando si è tra amici.
  3. 3
    Accendi solo un angolo del braciere, non tutto il materiale al suo interno. È maleducazione fumare l'intero contenuto del braciere quando l'intento dovrebbe essere condividerlo con altri! Chiedi al proprietario del bong se ha riempito il braciere per una sola persona; in tal caso, puoi bruciarlo tutto. Altrimenti, cerca di accenderlo solo da un angolo:
    • Posiziona la fiamma leggermente sopra il bordo del braciere, inclinandola appena;
    • Cerca di lasciare integra la maggior parte dello strato superiore, che ha il sapore migliore; bruceranno solo il centro e i lati, in modo che tutte le altre persone possano fumare una nuova sezione ancora fresca.
  4. 4
    Pulisci il braciere quando non rimane altro che cenere. Non è carino passare la pipa a un'altra persona per farle fumare solo i rimasugli! Restituiscila a chi ha preparato il braciere; lo riempirà di nuovo se vuole continuare a fumare.
  5. 5
    Cambia l'acqua quando diventa torbida. Dato che deve filtrare le impurità del fumo, a un certo punto l'acqua del bong diventa marrone e maleodorante. Buttala via e versane dell'altra; dovresti farlo ogni 7-10 tiri, o anche più spesso, per ottenere un fumo più pulito e dal sapore migliore. Cambiare l'acqua di frequente, inoltre, rende più facile pulire la pipa una volta finito.
    Pubblicità

Parte 5
Parte 5 di 5:
Pulire la Pipa ad Acqua

  1. 1
    Usa l'alcol isopropilico e il sale per pulire velocemente il tubo d'inalazione a casa. È inevitabile che il bong si sporchi, a prescindere da quanto spesso venga cambiata l'acqua. Fortunatamente è piuttosto facile pulire i componenti della pipa ad acqua, soprattutto se lo si fa con regolarità. È sufficiente un po' di alcol isopropilico e di sale,[4] ma puoi anche usare dei detergenti commerciali atossici per una pulizia più profonda. Se non ci sono grossi residui da rimuovere e basta una pulizia veloce, si può optare anche per altre soluzioni detergenti fai da te, come:
    • Aceto e bicarbonato di sodio;
    • Acqua calda e pastiglie pulenti per protesi dentali.
  2. 2
    Sciacqua tutti i pezzi del bong separatamente e asciugali. Usa dei panni di carta sia per rimuovere i residui di resina più grossi e facilmente raggiungibili sia per tamponare i componenti finché non sono asciutti. Non provare a pulire la pipa senza smontarla – sarebbe molto più complicato e rischieresti di distruggerla se dovesse sfuggirti dalle mani.
    • Cerca di non far uscire l'acqua dal bocchino, per evitare di portare residui sgradevoli in cima al tubo.[5]
  3. 3
    Infila il braciere e il gambo in sacchetti a chiusura ermetica e versa l'alcol isopropilico all'interno. Assicurati che l'alcol ricopra completamente le superfici dei pezzi, quindi lasciali in ammollo per un po'.
    • Se possibile, usa l'alcol isopropilico al 91%, perché è molto più efficace di quello al 70% nel rimuovere la resina che si accumula nella pipa.
    • Se i pezzi sono molto sporchi, è meglio lasciarli a bagno nell'alcol tutta la notte per facilitare il resto della pulizia.
  4. 4
    Versa nel bong 1-2 cucchiai di sale. Usa il sale grosso o quello kosher, se possibile; per le pipe molto grandi, alte più di un metro, servono 2 cucchiai. Il sale è un abrasivo che non si scioglie nell'alcol e permette di "sfregare" l'interno del bong senza doverlo toccare.
  5. 5
    Aggiungi 120 ml di alcol isopropilico e agita la pipa. L'alcol scioglierà i residui ed eliminerà il cattivo odore, mentre il sale rimuoverà i pezzetti di resina. Tappa la parte superiore del tubo con una mano e il foro per il gambo con l'altra, quindi scuoti il pezzo per lavare l'interno. Usa il sale come una spugna per eliminare eventuali macchie o accumuli di resina. Una volta terminato, lascia il bong in ammollo mentre ti occupi del gambo e del braciere.
  6. 6
    Metti un po' di sale nei sacchetti contenenti il gambo e il braciere, poi agitali bene. Questi pezzi sono spesso più sporchi del resto del bong, quindi lasciarli in ammollo per un po' serve a sciogliere la resina. Aggiungi un po' di sale nelle buste e scuotile come hai fatto con il bong, assicurandoti che il sale raggiunga tutte le superfici.
    • È per questo che si dovrebbero usare due sacchetti separati per i due pezzi: se venissero agitati insieme potrebbero danneggiarsi sbattendo l'uno contro l'altro.
  7. 7
    Usa dei cotton fioc e degli scovolini nettapipa per rimuovere eventuali residui ostinati. Lo sporco dovrebbe venir via facilmente con una passata dopo il trattamento con l'alcol, ma nel caso rimanga qualche residuo, puoi provare a lasciare di nuovo i pezzi in ammollo per tutta la notte e ripetere la detersione con il sale al mattino; di solito si ottiene un migliore risultato.[6]
  8. 8
    Sciacqua tutti i pezzi con l'acqua calda. Elimina i residui di sale e alcol e sciacqua i pezzi con cura, quindi lasciali ad asciugare. Dopodiché potrai tornare a usarli con al solito. Se vuoi farli brillare, mescola il succo di mezzo limone con acqua calda e agita la soluzione nel bong per rimuovere le macchie di calcare.[7]
  9. 9
    Pulisci il bong ogni poche settimane per evitare che si formino degli spessi strati di sporcizia. È molto più facile dedicare 5 minuti a una pulizia di routine che finire per passare un'ora a cercare di staccare grossi pezzi di resina. Se fumi quotidianamente, prendi l'abitudine di fare il trattamento con il sale una volta alla settimana. Vedrai che il bong rimarrà in ottimo stato per molti anni!
    Pubblicità

Consigli

  • Ricorda di passare sempre anche l'accendino quando dai il bong alla persona accanto a te.
  • Se ti fanno male i polmoni dopo aver inalato troppo fumo, rallenta e fai qualche respiro profondo; cerca di non tossire: è perlopiù una reazione al calore improvviso e non serve a granché. Reimmettere aria fresca nei polmoni è il modo migliore per evitare fitte e attacchi di tosse.
  • Le pipe ad acqua sono ottime per chi non ha mai fumato e vuole provare per la prima volta. Tuttavia, è meglio fare boccate più brevi e meno profonde rispetto a chi è già abituato, perché se si esagera si rischia di rovinare l'esperienza con dei bruttissimi attacchi di tosse.
  • Per un principiante, è meglio un bong in acrilico anziché in vetro: è più economico, resistente e facile da pulire.
  • Alcuni lasciano un letto di cenere sul fondo del braciere per evitare che qualche sostanza indesiderata finisca nella camera.
Pubblicità

Avvertenze

  • Non tossire quando hai la bocca ancora sul bong, perché finiresti per bagnare la miscela.
  • Nell'articolo si fa riferimento al "bong" perché è il nome con cui questo dispositivo è più noto. Tuttavia, spesso questo termine è associato al consumo di marijuana, un'attività illegale nella maggior parte dei Paesi. Cerca di abituarti a chiamarla "pipa ad acqua" in pubblico. Rischi di ricevere occhiatacce se cominci a parlare di bong, indipendentemente dall'uso che intendi farne; "pipa ad acqua" è un nome più innocuo e neutrale.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Una pipa ad acqua
  • Tabacco o altre erbe
  • Un accendino

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 95 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Hobby & Fai da Te
Questa pagina è stata letta 384 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità