Nella vita siamo costantemente circondati da informazioni, e non sempre è facile sapere quali sono le fonti di cui possiamo fidarci. Essere in grado di valutare l'attendibilità di un'informazione è una competenza importante che può essere impiegata a scuola, al lavoro e nella vita quotidiana. In mezzo a tutta la pubblicità, i dibattiti e i blog da cui siamo attorniati, come possiamo separare il grano dal loglio e andare direttamente al sodo?

Metodo 1 di 2:
Valutare le Fonti per Progetti Accademici

  1. 1
    Comprendi gli standard universitari.[1] Gli scrittori accademici sono tenuti a rispettare criteri più rigorosi rispetto a quelli osservati da scrittori occasionali, e anche da alcune branche del giornalismo. Di conseguenza, anche le tue fonti devono essere di livello superiore.
    • Citare informazioni da una fonte inaffidabile rende il pubblico accademico diffidente nei confronti dell'intera argomentazione, perché è fondata su informazioni che appartengono a un livello di integrità inferiore.
    • I docenti universitari hanno buona memoria; se ti affidi troppo a fonti inaffidabili, sarai uno scrittore segnato, e la tua reputazione rovinata.
  2. 2
    Considera la reputazione accademica dell'autore.[2] In ogni campo, esiste una manciata di pensatori accademici che vengono considerati i giganti della disciplina in questione. Per quanto riguarda la teoria letteraria, per esempio, Jacques Lacan, Jacques Derrida e Michel Foucalt sono tre figure eminenti, il cui lavoro rappresenta il fondamento della disciplina; citarli ti sarebbe di grande aiuto per stabilire la tua attendibilità come studioso del tuo campo.
    • Questo non significa che il lavoro di studiosi dalla reputazione meno consolidata non sia credibile. A volte, citare un erudito che va controcorrente può fornirti le munizioni per un'argomentazione da avvocato del diavolo che risulti convincente.
    • Nell'ambiente accademico, a volte queste argomentazioni sono più stimate di quelle fondate sugli scritti di famosi intellettuali, perché suggeriscono la possibilità che tu possieda la capacità di mettere in discussione le opinioni normalmente accettate e di allargare i confini della disciplina.
    • Devi essere al corrente di qualunque scandalo che abbia minato la credibilità anche di studiosi la cui reputazione è ben consolidata. Per esempio, la reputazione e la credibilità dello studioso di filosofia sociale Slavoj Žižek sono state seriamente danneggiate nel 2014, in seguito a un'accusa di plagio.[3]
  3. 3
    Concentrati su fonti che siano accademiche e che siano state sottoposte a una revisione paritaria (o peer-review).[4] Queste fonti dovrebbero costituire la prima strada da seguire, quando intraprendi la ricerca per un lavoro accademico. Sono dotate del più alto livello possibile di attendibilità, e puoi sempre impiegarle in tutta sicurezza. In questa designazione, esistono due elementi che meritano di essere chiariti: "accademica" e "revisione paritaria".
    • Le fonti accademiche sono scritte da esperti di una particolare disciplina a beneficio di altri esperti dello stesso campo. Vengono scritte per informare, non per intrattenere, e attribuiscono al lettore un bagaglio di conoscenze di alto livello, dal momento che sono specificamente rivolte a persone che nutrono un interesse di carattere professionale nelle informazioni tecniche pertinenti alla loro specializzazione.
    • Gli articoli che godono di una revisione paritaria non solo sono scritti da esperti, ma vengono anche letti e valutati da una commissione di colleghi, ossia altri esperti dello stesso campo. Questa commissione stabilisce se le fonti utilizzate nell'articolo sono attendibili e se le metodologie impiegate negli studi hanno carattere scientifico; inoltre, forniscono un'opinione professionale per determinare se l'articolo soddisfa i requisiti accademici di integrità. Solo allora un articolo verrà pubblicato in una rivista accademica e valutato da colleghi.
    • Quasi tutte queste riviste richiedono un canone di abbonamento. Ad ogni modo, se l'università che frequenti o per la quale lavori ti ha fornito un account e-mail, per avere accesso a queste riviste puoi utilizzare le sottoscrizioni della biblioteca alle banche dati.
    • Quando usi il motore di ricerca del sito della biblioteca, utilizza le funzioni di ricerca avanzata, per limitare i risultati a fonti peer-reviewed.
  4. 4
    Usa con giudizio tutti i siti internet. Nell'impiego di qualunque fonte online diversa da una banca dati universitaria, dovresti esercitare molta cautela, perché su internet chiunque può pubblicare i propri pensieri, indipendentemente dal loro valore.
    • Come regola generale, sono attendibili tutti i siti istituzionali (per esempio, quelli con suffisso .gov.it), perché supportati da organizzazioni governative.
    • I siti internet che terminano in .com e.org possono essere talvolta attendibli, ma non sempre. In questi casi, dovrai cercare l'organismo o l'organizzazione che ha prodotto l'informazione. Un individuo privato non gode della credibilità richiesta da un lavoro accademico, diversamente da una grande e consolidata organizzazione, come, per esempio, l'American Medical Association (L'Associazione medica americana) o i Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie.
    • Esistono anche grandi e famose organizzazioni che sono comunque note per la loro faziosità. Per esempio, People for the Ethical Treatment of Animals (un'organizzazione no-profit a sostegno dei diritti degli animali) fornisce solo le informazioni che sostengono la sua causa, mentre lo United States Fish and Wildlife Service (un'agenzia del Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti che si occupa della gestione e conservazione della fauna selvatica) fornisce lo stesso genere di informazioni in modo imparziale.
    • I siti americani che terminano in .edu sono tra quelli che risultano "talvolta attendibli". Spesso, i membri di una facoltà tengono dei corsi online che comprendono informazioni che riguardano le loro lezioni. Questi siti potrebbero presentare dei materiali per le lezioni e interpretazioni delle fonti. Nonostante la rispetttabilità di cui gode una facoltà universitaria, queste informazioni non passano attraverso il procedimento di revisione paritaria precedentemente descritto. Di conseguenza, nei loro confronti dovrai adottare un approccio più cauto.
    • Se possibile, cerca la stessa informazione in una fonte peer-reviewed, invece che nel sito personale .edu di un docente.
  5. 5
    Evita a ogni costo il materiale autopubblicato. Se un autore non è in grado di convincere un editore a pubblicare le sue idee, probabilmente è perché non sono particolarmente rilevanti. Non citare mai un autore che ha autopubblicato il proprio lavoro.
  6. 6
    Fai una distinzione tra i testi accademici e quelli non accademici.[5] Se il manoscritto di un autore è stato accettato per la pubblicazione, ciò significa che qualcuno ha giudicato le sue idee degne di essere esposte. Esiste comunque una differenza importante e significativa tra un libro pubblicato a scopo accademico e uno che non lo è.
    • I testi accademici sono scritti con l'unico scopo di informare; offrono nuove idee, ne criticano di vecchie e presentano nuovi dati di fatto o teorie rilevanti per un pubblico di ricercatori accademici. Anche i libri non accademici potrebbero trattare argomenti di studio universitario (per esempio, sociologia o politica), ma sono comunque scritti allo scopo di intrattenere un pubblico di profani.
    • I libri accademici sono spesso pubblicati da case editrici universitarie (come la Amherst College Press) e associazioni professionali (per esempio, l'American Historical Association), mentre gli articoli non accademici vengono editati da editori commerciali (come Houghton Mifflin).[6]
    • I testi universitari forniscono un elenco esauriente di riferimenti a sostegno della propria attendibilità accademica, mentre quelli non accademici fanno spesso affermazioni che non sono supportate da fonti attendibili.
  7. 7
    Evita di utilizzare testi scolastici, se non per estrarne informazioni di carattere generale. I libri di testo rappresentano degli ottimi strumenti didattici: condensano una gran mole di informazioni tecniche in un linguaggio facilmente comprensibile per gli studenti che si avvicinano per la prima volta alla materia in questione. Tuttavia, forniscono solo le informazioni che sono state accettate all'unanimità dagli esperti del campo. Non dovresti quindi incentrare su notizie così ovvie (perlomeno per i docenti universitari) le tue argomentazioni accademiche.
    • Da un testo scolastico estrai solo le informazioni generali necessarie a gettare le fondamenta di un'argomentazione più originale.
  8. 8
    Prendi in considerazione il periodo a cui risale una fonte. L'erudizione consiste in un insieme di conoscenze in continua evoluzione, e un'informazione che in passato è stata rivoluzionaria può rivelarsi errata o superata nel giro di pochi anni o addirittura di qualche mese. Prima di decidere se un'informazione è affidabile per poterla impiegare per il tuo progetto, controlla sempre la data di pubblicazione della fonte.
    • Per esempio, in tempi recenti come gli anni sessanta, la maggior parte dei linguisti accademici riteneva che l'inglese colloquiale degli afroamericani rappresentasse una forma inferiore e stentata dell'inglese americano standard, che rifletteva una mancanza di competenze cognitive da parte degli afroamericani. Negli anni ottanta e novanta, la maggioranza dei linguisti era giunta a considerarlo come una definita variazione dialettica dell'inglese americano, dotata di una propria dizione e struttura grammaticale.[7] Nel giro di un paio di decenni, l'intera linea di pensiero si era completamente ribaltata.
  9. 9
    Utilizza fonti e metodi inaccettabili in una maniera accettabile. Finora sono stati discussi molti generi di fonte che in uno scritto accademico sono inaccettabili: molti siti internet, libri non accademici, ecc. Tuttavia, esistono alcuni modi di impiegarle a tuo vantaggio, senza doverle citare.
    • Agli studenti viene sempre detto: "Non usate mai Wikipedia". Questo è vero; esiste un gran numero di ragioni per le quali non dovresti mai citare Wikipedia: è scritta in forma anonima, privandoti quindi della possibilità di verificare l'attendibilità dell'autore, e, inoltre, viene continuamente aggiornata, dimodoché non costituisce una fonte stabile.
    • Se però trovi delle informazioni che possono esserti utili, queste potrebbero trovarsi citate in nota e godere di una provenienza più autorevole. Se la fonte citata soddisfa i necessari requisiti di attendibilità, leggila direttamente e citala a tua volta. Utilizza Wikipedia come un punto di partenza per raggiungere fonti migliori.
    • Fai lo stesso con quaunque altro sito internet che non soddisfi i requisiti di integrità accademica.
    • Se non resci a trovare conferme di una determinata informazione da parte di fonti accademiche, si tratta di un segnale d'allarme che indica che quell'informazione non è affidabile e, di conseguenza, non dovresti inserirla nella tua argomentazione.
  10. 10
    Cerca un secondo parere. Se appartieni a qualche comunità universitaria, in qualità di studente, membro della facoltà o del personale, oppure di ex allievo, controlla, con la facoltà di letteratura, se hai accesso a un laboratorio di scrittura. Il personale presente sarà in grado di fornirti un parere professionale sull'attendibilità di una determinata fonte. Se sei uno studente, mostrala al tuo docente e chiedigli la sua valutazione.
    • Cerca sempre un secondo parere con un certo anticipo sulla scadenza del tuo progetto. Se una o più delle tue fonti si rivelano problematiche, ti troverai a eliminare intere pagine del tuo articolo e a doverti affannare alla ricerca di nuove fonti all'ultimo minuto.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Valutare le Fonti per la Vita Quotidiana

  1. 1
    Valuta la professionalità della produzione. Generalmente, maggiore è la quantità di tempo e denaro investiti nella creazione e nella pubblicazione del materiale, maggiori sono le probabilità di trovare informazioni affidabili. Una pagina web o un opuscolo progettati malamente, oppure un sito internet coperto di sgradevoli annunci pubblicitari e pop-up difficilmente fornisce informazioni provenienti da un individuo o un'organizzazione che investono nella protezione della propria immagine o reputazione.
    • Cerca siti internet e pubblicazioni con finiture professionali e di alta qualità.
    • Questo non significa che ogni informazione tratta da una fonte ben confezionata sia necessariamente attendibile. Esistono modelli di riferimento per realizzare con cura un sito internet economici e facilmente disponibili.
  2. 2
    Documentati sull'autore. Una fonte risulta maggiormente attendible se è stata scritta da qualcuno fornito di una laurea o altri titoli relativi all'argomento in questione. Se non viene menzionato nessun autore o organizzazione, la fonte non dovrebbe essere considerata molto credibile. Ad ogni modo, se l'autore presenta un lavoro originale, valuta il valore delle idee, non delle sue credenziali. Le qualifiche non sono mai una garanzia di innovazione, e la storia della scienza ci insegna che i grandi progressi tendono a provenire da persone estranee al campo in questione, non dall'establishment. Alcune questioni riguardanti l'autore che dovresti porre sono le seguenti:[8]
    • Dove lavora?
    • Se l'autore è associato a un'istituzione o un'organizzazione rispettabile, quali sono i suoi valori e obiettivi? Trae forse un vantaggio economico dalla promozione di un particolare punto di vista?
    • Qual è il suo bagaglio formativo?
    • Quali altri lavori ha pubblicato?
    • Quali esperienze vanta? È un innovatore oppure un fautore e sostenitore dello status quo?
    • È stato citato come fonte da altri ricercatori o esperti?
    • Nel caso di un autore anonimo, puoi scoprire chi ha pubblicato il sito internet attraverso la pagina che trovi a questo indirizzo: http://whois.domaintools.com. Ti dirà chi ha registrato il dominio e quando, quanti altri ne possiede e un indirizzo e-mail al quale raggiungere la persona o l'organizzazione, così come un indirizzo di posta ordinaria.
  3. 3
    Controlla la data. Scopri quando la fonte è stata pubblicata o corretta. Per quanto riguarda alcuni argomenti, come quelli di carattere scientifico, è fondamentale disporre di fonti aggiornate, mentre in altri campi, come quello umanistico, è essenziale includere materiale più datato. È anche possibile che tu stia osservando una versione vecchia della fonte, mentre, nel frattempo, ne è stata pubblicata una più recente. Controlla l'eventuale disponibilità di versioni più recenti di fonti accademiche attraverso una banca dati universitaria (oppure tramite una libreria online, nel caso di fonti a carattere divulgativo). Nel caso di esito positivo, non solo dovresti procurarti la versione aggiornata, ma puoi anche nutrire più fiducia nella fonte stessa: maggiore è il numero di edizioni e ristampe, più affidabile è l'informazione.
  4. 4
    Raccogli notizie sull'editore. L'istituzione che ospita l'informazione spesso può dirti molto sull'affidabilità dell'informazione stessa. Per esempio, dovresti essere più fiducioso nei confronti di un'informazione trovata nel New York Times o nel Washington Post (due quotidiani con una comprovata esperienza di integrità e ritrattazione pubblica degli errori commessi), piuttosto che in una fonte come Infowars, che gode di un vasto pubblico di lettori, ma pubblica spesso informazioni fuorvianti o palesemente errate.[9]
  5. 5
    Determina qual è il pubblico a cui si rivolge la fonte. Prima di assimilare l'informazione contenuta in un documento, esaminane il tono, la profondità e il respiro. Questi tre elementi sono appropriati per il tuo progetto? L'impiego di una fonte troppo tecnica e specializzata per le tue necessità potrebbe condurti a fraintendere l'informazione, il che è altrettanto dannoso per la tua credibilità quanto l'utilizzo di una fonte inaffidabile.
  6. 6
    Controlla le recensioni. Per stabilire come e perché altre persone hanno criticato la fonte in questione, dovresti fare uso di strumenti come Book Review Index, Book Review Digest e Periodical Abstracts (in lingua inglese). Se la validità della fonte è messa in discussione da una controversia significativa, potresti decidere di non servirtene oppure di esaminarla ulteriormente con maggior diffidenza.
  7. 7
    Valuta le fonti della fonte stessa. Citare altre fonti attendibli è un segno di credibilità. A volte si rende comunque necessario verificare che anche le altre fonti dimostrino la stessa attendibilità e che vengano impiegate nel giusto contesto.
  8. 8
    Identifica eventuali faziosità. Se è nota una connessione di carattere emotivo o economico dell'autore della fonte con l'argomento trattato, valuta l'equità con cui la fonte presenta i vari punti di vista. A volte, per determinare la presenza di relazioni che indichino possibili faziosità, è necessario compiere qualche ricerca: controlla se l'autore o l'istituzione che ospita la pubblicazione sono stati accusati in passato di aver svolto qualche lavoro che contenga pregiudizi.
    • Sii consapevole delle scelte di parole che implicano la presenza di un giudizio. Le conclusioni che descrivono qualcosa come "buono" o "cattivo", oppure "giusto" o "sbagliato", dovrebbero essere esaminate con spirito critico. È più conveniente descrivere qualcosa secondo un criterio obiettivo che etichettarlo con parole che rappresentano concetti astratti; per esempio, "... queste e altre azioni illegali..." è preferibile a "... queste e altre azioni ignobili...".
    • La prima frase descrive l'azione in termini legali (una fonte in qualche modo imparziale), mentre il secondo esempio ne fornisce un giudizio fondato sul sistema di convinzioni dell'autore.
  9. 9
    Valuta la coerenza. Le fonti che applicano criteri differenti a coloro che concordano o dissentono da loro sono da considerarsi sospette. Se la tua fonte elogia un politico per "aver mutato la propria opinione per andare incontro al suo elettorato", ma ne critica uno della fazione opposta per "aver cambiato la propria posizione in base ai sondaggi d'opinione", è probabile che la fonte sia faziosa.
  10. 10
    Fai delle indagini sulle fonti di sovvenzionamento di ricerche patrocinate. Determina quali sono le fonti di finanziamento del lavoro, per farti un'idea delle influenze che può aver subito. Diverse fonti di sovvenzionamento possono condizionare il modo in cui un'informazione viene presentata o la maniera in cui uno studio viene condotto, per poterli adattare ai propri scopi.
    • Per esempio, nel 2013 il BMJ (un'autorevole rivista medica britannica, precedentemente chiamata British Medical Journal) bandì dalle proprie pagine tutte le ricerche sul tabacco sovvenzionate dall'industria del tabacco, perché stabilì che i particolari interessi dei finanziatori avrebbero condotto a conclusioni faziose e inaffidabili.[10]
    Pubblicità

Consigli

  • Se una fonte non soddisfa i criteri descritti in questo articolo, non significa che l'informazione che contiene sia necessariamente falsa. Indica solo che la fonte potrebbe non essere affidabile.
  • Più sono radicali le idee presentate in una fonte (rispetto ad altre fonti riguardanti lo stesso argomento), maggiore è l'attenzione con cui dovresti esaminarla. Non ignorarla completamente: il lavoro di Gregor Mendel venne citato solo tre volte, criticato e ignorato per 35 anni, prima che le sue scoperte in campo genetico fossero riconosciute dalla comunità scientifica.

Pubblicità

Avvertenze

  • Fai attenzione all'impiego di Wikipedia come fonte di scritti di carattere accademico o giornalistico. Anche se uno studio scientifico ha dimostrato che Wikipedia è altrettanto accurata delle enciclopedie realizzate da professionisti[11], generalmente non viene considerata abbastanza attendibile da essere utilizzata in articoli in cui la precisione è di estrema importanza.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Convertire i Secondi in Minuti

Come

Rispondere Quando Ti Chiedono Come Stai

Come

Convertire un Voto da Percentuale a GPA in Scala 4,0

Come

Far Ripartire una Penna a Sfera Secca

Come

Scrivere in Codice

Come

Trasferire gli Ebook su Kindle

Come

Pianificare una Lezione

Come

Diventare una Persona Acculturata

Come

Scrivere l'Indirizzo su un Pacco

Come

Insegnare a Leggere a Tuo Figlio

Come

Lavorare e Studiare Contemporaneamente

Come

Insegnare le Tabelline ai Bambini in Terza Elementare

Come

Pulire una Penna Stilografica

Come

Aumentare il Proprio Livello di Cultura Generale
Pubblicità

Riferimenti

  1. http://writingcenter.appstate.edu/sites/writingcenter.appstate.edu/files/Credible%20v%20Non-Credible%20Sources13.pdf
  2. Petersen, Alexander Michael, et al. "Reputation And Impact In Academic Careers." PNAS Proceedings Of The National Academy Of Sciences Of The United States Of America 111.43 (2014): 15316-15321. PsycINFO. Web. 2 Mar. 2015.
  3. https://www.insidehighered.com/views/2014/07/17/%C5%BEi%C5%BEek-plagiarism-and-lowering-expectations-essay
  4. http://www.emich.edu/library/help/peerreview.php
  5. http://guides.library.utoronto.ca/content.php?pid=234960&sid=1944133
  6. http://www.aaupnet.org/aaup-members/membership-list
  7. Snell, Julia. "Dialect, Interaction And Class Positioning At School: From Deficit To Difference To Repertoire." Language & Education: An International Journal 27.2 (2013): 110-128. Communication & Mass Media Complete. Web. 2 Mar. 2015.
  8. http://guides.library.cornell.edu/criticallyanalyzing
  9. http://www.forbes.com/sites/jeffbercovici/2013/01/09/who-is-alex-jones-anyway-five-fun-factoids/

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 59 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 6 319 volte
Questa pagina è stata letta 6 319 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità