Come Vederti per Quello che sei Realmente

In questo Articolo:Scopri qual è la tua attuale considerazione di te stesso.Fai un passo indietroGuarda te stesso con nuove consapevolezze

Non è facile vedersi per quello che si è veramente, è una consapevolezza difficile da raggiungere. Con un po’ di tempo, e un po’ di sforzi, è possibile riuscire ad avvicinarsi a se stessi, un’impresa ardua ma molto gratificante. Analizzandoti con oggettività ed onestà potrai imparare ad accettarti e capire come migliorarti in futuro.

1
Scopri qual è la tua attuale considerazione di te stesso.

  1. 1
    Organizza le tue idee attraverso la scrittura. Prendi carta e penna e metti nero su bianco la tua percezione di te stesso, aggiungi quanti più dettagli puoi. Trova una definizione di te su vari livelli, fisico, mentale, emotivo e spirituale.
    • Inizia con una frase del tipo “io sono” oppure “la caratteristica di cui vado veramente fiero è…”
    • Aggiungi ad ognuna delle affermazioni dalle 8 alle 12 risposte.
    • Fai una lista dei tuoi punti deboli e dei tuoi punti di forza. Tutte le persone sono in grado di riconoscere almeno un lato positivo, e uno negativo, di se stessi. Non avere paura di intaccare il tuo orgoglio o la tua autostima, scrivi con onestà quali sono secondo te i tuoi pregi e i tuoi difetti.
    • Richiama alla memoria alcuni eventi significativi della tua vita. Pensa a ciò che racconti di solito del tuo passato. Chiediti qual è l’immagine di te che si può tracciare sulla base degli eventi che di solito ricordi con gli altri, rifletti anche sulla ragione per cui senti spesso il bisogno di parlarne.
  2. 2
    Fai attenzione alle storie che di solito scegli di raccontare. Tendi a sottolineare più la tua onestà o il tuo coraggio? Dai tuoi racconti emerge la tua personalità oppure delle qualità esemplari che vorresti poter accrescere?
    • Ripensa alla tua infanzia. La personalità di ciascun individuo tende ad esprimersi già dall'infanzia, il primi segnali del proprio carattere, e dei propri desideri, fluiscono spontaneamente quando si è bambini. Pensa a tutto quello che ti faceva felice da piccolo, e anche a quello che ti rendeva triste e insoddisfatto. Rifletti anche su ciò che è cambiato dentro di te con il passare degli anni e cerca di capire il perché.
    • Per esempio, se da bambinoamavi passare del tempo da solo, per dedicarti alle tue attività preferite, ora forse ami ancora essere indipendente, e godere della tua libertà. Probabilmente questa tendenza è parte della tua personalità da sempre.

2
Fai un passo indietro

  1. 1
    Allontanati dallo specchio. Non avvicinarti allo specchio per almeno una settimana e smetti di contemplare il tuo riflesso. Interrompi il contatto con la percezione del tuo corpo, per un po’ di tempo smetti di vedere la stessa immagine che vedi ogni giorno mentre ti prepari.
    • Quando il tempo di pausa sarà trascorso riuscirai a capire che l’unica persona così critica e severa con te stesso sei solo tu. Dal momento in cui smetterai di essere fissato per ogni piccolo difetto inizierai a capire che nessun altro è così critico con il tuo aspetto. Capirai che tutti i giudizi negativi che su di te infondo non sono veri.
  2. 2
    Liberati della confusione e dello stress. La vita può pretendere molto da te e metterti di fronte a situazioni diverse. Semplifica la tua vita per un po’ di tempo in modo da allentare l’ansia e la negatività che di solito accompagnano la tua routine frenetica.
    • Se fai fatica ad arginare il tuo stress pianifica una vacanza così da interrompere la tua quotidianità e dedicarti del tempo tutto per te. Prenditi cura di te, soddisfa ogni tuo bisogno o desiderio durante questo periodo di relax, o di vacanza. Organizzati in modo da essere completamente libero, per evitare di essere assalito dall’ansia durante il tuo momento di pausa.
  3. 3
    Incoraggia gli altri ad essere sinceri con te. Hai bisogno di vedere te stesso da una prospettiva diversa. Le persone che frequenti da molto tempo sicuramente ti conoscono bene e saranno in grado di farti capire molte cose con sincerità. Cerca un confronto con gli amici che possono incoraggiarti ed essere onesti con te senza paura di dirti ciò che pensano veramente.
    • Rassicura i tuoi amici, fagli capire che non hai problemi a ricevere delle critiche. Se potrai dimostrare di essere una persona in grado di auto-criticarsi, e capace di accettare dei suggerimenti costruttivi, anche gli altri non avranno paura di condividere con te il loro punto di vista.
    • Alcune persone riescono sempre ad essere oneste, altre tirano fuori i propri pensieri spontaneamente solo quando hanno una buona confidenza con il proprio interlocutore. Cerca di circondarti di queste persone, almeno una di queste categorie, meglio se entrambe.
    • Quando le persone ti fanno delle critiche costruttive, ascolta attentamente ed accetta le loro parole. Non arrabbiarti e non reagire male, non aspettarti che altri amici intervengano per difenderti.
  4. 4
    Guarda gli altri dal basso verso l’alto. Tutti odiano sentirsi insignificanti, perciò una persona che non ha un buon rapporto con se stessa, reagirà alle sue insicurezze trovando qualcuno da poter guardare dall’alto al basso. Le percezioni diventeranno distorte, sarebbe meglio trovare delle persone da poter guardare dal basso verso l’alto.
    • Fissa degli obiettivi da raggiungere. Nessuno è perfetto ma normalmente si ammirano persone che possiedono qualità positive che vorremmo poter avere. Quest’ammirazione porta alla consapevolezza di non avere determinate qualità e accresce il desiderio di voler emulare l’esempio.

3
Guarda te stesso con nuove consapevolezze

  1. 1
    Analizza quali erano le tue precedenti percezioni. Dopo aver sospeso per un po’ le tue percezioni originarie tira fuori una lista e analizzala punto per punto. Chiediti se ciò che avevi scritto è ancora valido. Passa del tempo a riflettere su tutte le voci, una per una.
    • Per ogni percezione, o ogni frase che avrai scritti, chiedi a te stesso:
      • "Corrisponde ancora alla realtà?"
      • "Posso provare che sia vero? Posso provare che sia falso?"
      • "Come reagisco, fisicamente ed emotivamente a quel pensiero o a quell’idea?"
      • "Ci sono degli attributi positivi associati con quella qualità negativa? Ci sono delle connotazioni negative associate a quella qualità positiva?"
  2. 2
    Esci dal tuo spazio protetto. Metti alla prova le tue percezioni smettendo di muoverti in un terreno familiare per provare qualcosa di nuovo. Prova a prendere delle lezioni, se non sai cucinare e non l’hai mai fatto prima allora è il momento di provare.
    • Fai attenzione al modo in cui reagirai a questa fase. Questo processo deve essere completato solo da te stesso, non confidare nell’aiuto degli altri.
    • Accetta i tuoi fallimenti. La gente odia ammettere di aver sbagliato ma nessuno è perfetto. Piuttosto che tentare di nascondere i tuoi fallimenti, e le tue colpe, smetti di creare delle scuse e sii onesto quando capisci di essere in errore. Riconosci gli sbagli che potresti aver fatto in passato e che hai cercato in passato di nascondere.
  3. 3
    Accettare i tuoi fallimenti è una passaggio importante per imparare a conoscerti per quello che sei. Solo prendendo coscienza, ed accettando, i propri errori, potrai cercare di migliorarti.
    • Metti da parte le scuse. Per esempio, se hai l’abitudine di temporeggiare non cercare di giustificarti promettendo di portare a termine il tuo lavoro comunque. Piuttosto ammetti semplicemente hai l’abitudine di dilazionare i compiti e prolungare le scadenze.
  4. 4
    Cerca le risposte dentro di te. Quando ti trovi nei guai cerca la causa dentro di te. Potrebbe essere troppo facile dare la colpa a qualcun altro. Evita che il tuo ego ti trattenga dall’essere oggettivo. Chiediti seriamente anche quali sono le tue responsabilità in quella determinata situazione.
    • Allo stesso modo proietta le situazioni dentro di te ogni volta che senti la tentazione di lamentarti di qualcun altro. Se dovesse accadere, smetti subito appena te ne rendi conto, e chiedi a te stesso cosa succederebbe se fossero gli altri a lamentarsi di te.
  5. 5
    Valuta le situazioni dall’ esterno. Pensa ai tuoi obiettivi, alle tue idee e ai tuoi desideri. Potresti essere in grado di razionalizzare tutto nella tua mente ma chiedi comunque come analizzeresti le stesse caratteristiche in un’altra persona piuttosto che su te stesso. Se la tua reazione sarebbe diversa chiediti come mai.
    • Per esempio, se desideri conquistare una persona, e senti di avere una motivazione ben precisa, impara a valutare la situazione dall’esterno, pensando a ciò che gli altri potrebbero cogliere dal tuo comportamento. Se da un punto di vista oggettivo senti di essere un po’ ingenuo o testardo dovrai sforzarti di accettare la realtà.
  6. 6
    Tieni un diario. Scrivi sulle tue nuove scoperte e sui tuoi dubbi durante tutto il tuo processo di auto-conoscenza. Scrivi dei tuoi sentimenti, delle tue frustrazioni, o di qualsiasi cosa sia inerente al percorso che stai facendo. Scrivi con semplicità ma con determinazione e sincerità.
    • Ogni volta che ti siedi per scrivere il diario continua a scrivere fino a che non raggiungi una nuova illuminazione, o fino che non senti di aver esternato tutte le tue emozioni.
    • Concediti tutto il tempo necessario per scrivere, concentrati e allontana ogni fonte di distrazione.
  7. 7
    Pensa a te stesso in modo costruttivo. Hai bisogno di giudicare con onestà i tuoi errori e i tuoi difetti , di accettarti per quello che sei e riconoscere oggettivamente i tuoi pregi. Mantieni il contatto con la realtà, sminuirsi o esaltarsi sono due atteggiamenti ugualmente dannosi.
    • Impara a valorizzarti. Amati per i tuoi pregi e difetti.
    • Quando capisci che le tue percezioni si spostano verso una direzione sbagliata, cerca di correggerle riportando positività. Per esempio, se qualcosa va male e ripeti a te stesso “non faccio mai una cosa giusta” correggiti subito e sostituisci questo pensiero con uno più positivo.
  8. 8
    Chiediti chi vorresti diventare. Rifletti su tutte le considerazioni che hai fatto su di te e pensa quale persona vorresti diventare. Forse sei soddisfatto di te così come sei, oppure vorresti cambiare qualcosa. Esamina i tuoi desideri e cerca di realizzarli.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Sviluppo Personale

In altre lingue:

English: See Yourself As You Really Are, Русский: увидеть себя настоящего, Español: verte a ti mismo como realmente eres, Français: se voir tel que l'on est, Deutsch: Sich selbst so sehen, wie man wirklich ist, 中文: 认清自我, Bahasa Indonesia: Memahami Diri Anda yang Sebenarnya, Čeština: Jak sami sebe vnímat objektivně

Questa pagina è stata letta 971 volte.
Hai trovato utile questo articolo?