La sezione per le vertenze giudiziarie minori è una divisione, con giurisdizione limitata, di una Tribunale Distrettuale. Conosciuta anche come "Tribunale del popolo", questa sezione è il luogo adatto per chiedere il pagamento di un debito, come un affitto non pagato, o il rimborso per le riparazioni di un'auto che non sono state mai fatte. Sebbene ogni stato stabilisca diversamente ciò che può essere discusso in queste sezioni, la caratteristica comune è garantire sentenze per controversie sotto i $5.000 e fino a $7.500. Il processo può incutere soggezione, ma è strutturato per consentire a una persona media di rappresentare se stessa in tribunale e per risolvere piccoli problemi legali.

Parte 1 di 5:
Stabilire se il Caso Può Essere Discusso nella Sezione per le Vertenze Giudiziarie Minori

  1. 1
    Cerca di capire se il tuo caso può essere indirizzato a queste corti. Le corti per le vertenze minori trattano, in genere, piccole questioni legali, quali le decisioni per debiti non pagati, per l'applicazione o la modifica di contratti o per il recupero di denaro. Sono esclusi dalla loro giurisdizione i casi di frode, diffamazione, violenza o percosse.[1] Verifica la guida della giurisdizione della corte per le vertenze minori nel tuo stato, per sapere se è competente per il tuo caso.
    • Molti stati hanno siti web dedicati per aiutare le persone a orientarsi nei processi per le vertenze minori. Verifica se il tuo stato ha un sito Web o una guida che può aiutare a orientarti.
  2. 2
    Controlla il limite finanziario del procedimento giudiziario. L'importo per il quale intendi fare causa deve essere inferiore all'importo massimo consentito da questa corte nel tuo stato. Questo limite non include le spese di giudizio o gli interessi.[2]
    • In ogni caso, l'importo che puoi richiedere dipende esattamente dai danni che hai subito. Sebbene il limite del rimborso sia di $5.000, non puoi chiedere 5.000 dollari se il danno era di soli $500. Non sarebbe una richiesta professionale e appariresti come una persona avida.
    • Tieni conto che alcuni stati limitano anche il numero di procedimenti per vertenze minori che può essere sottoposto in un anno giudiziario, o potrebbero porre limiti alle somme che possono essere richieste in un anno.[3]
  3. 3
    Verifica che non sia scaduto il termine di prescrizione per il tuo caso. Un termine di prescrizione è l’intervallo temporale che intercorre tra la data dell’evento e quella oltre la quale non si può agire in giudizio per quell'evento. Le prescrizioni variano da stato a stato e in base ai tipi di contratto o di vertenza giudiziaria; in linea generale, i procedimenti per contratti e danni alla proprietà si prescrivono dopo 3-10 anni. Chiedi informazioni all’Ufficiale del Registro della Contea per stabilire i termini di prescrizione nel tuo caso.[4]
  4. 4
    Verifica se hai i requisiti. È necessario essere maggiorenni per depositare un’azione legale in tribunale. Se hai meno di 18 anni, è necessario un genitore o un tutore per rappresentarti. Nota che anche le società di capitali, le associazioni e le società di persone possono agire in giudizio nelle corti per le vertenze minori.
  5. 5
    Accerta la corretta giurisdizione e il convenuto. Il foro competente è quello del luogo di residenza della persona nei cui confronti agisci in giudizio o in cui opera la sua impresa.[5]È altresì importante individuare la persona contro la quale agire; questo, a sua volta, ti aiuterà a stabilire la corretta giurisdizione. Puoi anche agire contro un individuo, una società di capitali, un’associazione o una società di persone.
    • Assicurati di citare la persona giusta. Scrivi correttamente il suo nome e procurati le corrette informazioni di contatto.[6] Per avere la denominazione esatta e completa del convenuto, verifica con l’Ufficiale del Registro della Contea in cui questi esercita l’attività.
    • Se l'azienda opera in un altro stato, agire in giudizio in una corte per le vertenze minori potrebbe non convenire. La somma che potresti recuperare attraverso una sentenza a tuo favore può non coprire i costi di un'udienza nel tribunale di un altro stato.[7]
  6. 6
    Considera la possibilità di consultare un avvocato. Sebbene non sia permesso farsi rappresentare da un avvocato, un professionista potrebbe fornirti dettagli e informazioni indispensabili per procedere nel modo corretto.
    • Ad esempio, in alcuni stati è possibile richiedere un risarcimento equivalente al triplo dei danni in caso di malfunzionamento di un prodotto. In tal caso otterresti molti più soldi di quelli che normalmente avresti richiesto.
    • Un avvocato può anche aiutarti a pianificare una strategia efficace, indicarti argomenti validi e il modo giusto per esprimerli.
    Pubblicità

Parte 2 di 5:
Depositare il Caso

  1. 1
    Pensa alla conclusione del tuo caso fin dall’inizio. Prima di affrontare i problemi e le spese di deposito di un caso, e prima ancora di coinvolgere altri soggetti, stabilisci se ne vale la pena. Pensa alle probabilità che hai di recuperare il denaro. Il convenuto ha i soldi per pagarti? [8] Ottenere una sentenza a proprio favore in una corte per le vertenze minori, non significa che otterrai di sicuro il denaro.
    • Molti stati e contee hanno eccezionali risorse disponibili per aiutare le persone a districarsi con i procedimenti per le vertenze minori. Controlla il sito del tribunale della contea per vedere se ha le informazioni che ti possono aiutare a capire ciò che è richiesto.
  2. 2
    Prenditi tutto il tempo che ti occorre per preparare il caso. Assicurati di conoscere tutto ciò che devi dimostrare alla corte sul tuo caso. Devi individuare le norme del tuo stato che riguardano la controversia e potrebbe essere necessario esaminare la relativa giurisprudenza. Di solito trovi le norme aggiornate sul sito web dei maggiori organi giudiziari e legislativi dello stato. Molti stati hanno un database contenente le opinioni delle corti d’appello nel sito delle Corte Suprema. Se hai difficoltà a trovare queste cose, l’addetto della locale biblioteca forense o il centro di auto-aiuto presso il tribunale dovrebbero essere in grado di guidarti nella direzione giusta.
  3. 3
    Prepara i documenti. Molti stati hanno moduli predisposti per i contendenti. Questi si trovano di solito sul sito della Corte Suprema dello stato. Normalmente sono accompagnati dalle istruzioni e, in alcune zone, i diversi moduli sono anche pubblicati insieme a un set di documenti per controversie specifiche.
    • Se la Corte non fornisce un set completo di documenti, assicurati di conoscere tutto ciò che occorre per depositare e dare avvio all'azione legale. Dovrebbe esserci un’istanza (il documento relativo alla pretesa), una citazione (un documento che chiama l'altra parte in tribunale) e altri documenti che il tribunale può richiedere per tutti o soltanto per i litiganti auto-rappresentati (ad esempio un foglio di dati personali, la dichiarazione di conoscere alcune regole di comportamento in tribunale, ecc.).
  4. 4
    Compila tutti i moduli necessari. Questi moduli dovrebbero essere digitati o compilati con inchiostro in modo leggibile. Alcuni tribunali richiedono di utilizzare soltanto inchiostro blu o nero, quindi assicurati di leggere le istruzioni.
    • Se non esistono moduli precompilati per la tua vertenza specifica, copia la formattazione e il tipo di informazioni da includere da un modulo di una vertenza diversa.
    • Dopo aver completato i documenti, è necessario fare delle copie. Occorre l'originale, una copia per il deposito e una copia per ogni convenuto.
  5. 5
    Deposita i documenti: porta i documenti originali (e le copie se desideri la data di deposito timbrata su di essi) alla cancelleria del tribunale che ha giurisdizione sulla tua vertenza. L'addetto tratterrà i documenti originali per il registro del tribunale e attribuirà un numero al caso. Il numero è quello che sarà utilizzato per identificare il tuo caso e non dovresti perderlo mai.
    • Sii educato e rispettoso con l'addetto della cancelleria. Le persone sono di solito più disposte ad aiutare se sono trattate con riguardo e il tuo successo in questo caso dipende da come ti comporti con chiunque sia in grado di aiutarti a fare anche un piccolo passo avanti.
    • L'addetto validerà anche la tua citazione. Ci sarà probabilmente un addebito per il deposito, per validare l'atto di citazione e per altre cose eventuali come chiedere un processo con una giuria.[9] Puoi conoscere l’ammontare di questi addebiti chiamando in anticipo l'addetto o ricercando sul sito web del tribunale.
  6. 6
    Notifica la controparte. I documenti originali e l'atto di citazione devono essere notificati alla controparte. Le norme di procedura civile del tuo stato indicheranno se hai bisogno di un messo giudiziario certificato, pagare lo sceriffo per notificare i documenti o avere qualcuno con più di 18 anni, estraneo alla controversia, per notificare i documenti.
    • I documenti iniziali devono essere notificati di persona. Controlla le regole del tuo stato per sapere se c'è una modulistica specifica da inserire come parte del processo di notifica.
  7. 7
    Paga le spese di deposito e quelle aggiuntive. In generale, le spese di deposito dipendono dall'ammontare del credito: se la pretesa è inferiore a $1.500 in California, ad esempio, le spese sono $30. Arrivano a $75 se il credito è inferiore ai $5.000 ma supera $1.500. Potrebbero esserci spese aggiuntive se negli ultimi 12 mesi hai depositato più di un reclamo in una corte per le vertenze minori.[10] Inoltre, possono esserci altre spese; per esempio, se desideri una giuria per giudicare il tuo caso, è necessario pagare spese aggiuntive. Ciò, tuttavia, potrebbe non essere un'opzione in tutte le giurisdizioni.
    • Tieni a mente che le spese variano tra le giurisdizioni. Se non puoi permetterti queste spese, chiedi all’addetto le informazioni per il deposito in condizioni d’indigenza o povertà.
    Pubblicità

Parte 3 di 5:
Prepararsi per la Comparsa in Tribunale

  1. 1
    Raccogli le prove. Prenditi il tempo necessario per raccogliere le ricevute, recuperare i tabulati telefonici dalla tua compagnia, preparare grafici, fotografie e così via, per sostenere il tuo caso. Porterai tutte queste prove con te per l'udienza in tribunale.
    • Se hai una documentazione per sostenere le tue ragioni, apparirai più credibile, organizzato e serio.
    • Cerca di fornire delle prove per confermare ogni tua affermazione. Ad esempio, se sostieni che il convenuto era disposto a pagarti $500 per tinteggiare la staccionata ma non ti ha mai pagato per il lavoro svolto, devi avere la prova scritta del vostro accordo. Sarebbe meglio avere anche una copia del tuo estratto conto per dimostrare che non hai mai ricevuto il compenso.
    • I testimoni possono inoltre essere utili per fornire le prove. Trova persone che possono confermare la tua versione e attestare la diligenza del tuo comportamento.
  2. 2
    Esercitati per presentare la tua tesi. Durante l'udienza, è consigliabile essere esaurienti ma concisi; se tergiversi, rischi di irritare il giudice e di fargli perdere tempo. Esercitati a raccontare la vicenda nel modo più semplice ma circostanziato possibile. Esponi le tue argomentazioni a qualcuno e fatti dare un parere. Quello che cerchi di dire è comprensibile? È chiaro il motivo per cui stai portando il caso in tribunale?
  3. 3
    Consultati con un consulente legale. La corte per le vertenze minori non richiede che un avvocato ti rappresenti all’udienza. In realtà, in questi tribunali si presume che sarai tu a rappresentare te stesso. Finanziariamente può non valere la pena incaricare un avvocato se la disputa riguarda una somma modesta. Tuttavia può essere utile consultarsi con un avvocato almeno per capire se la disputa conviene e per scegliere le strategie più opportune.[11]
    • Quasi tutte le comunità hanno organizzazioni di consulenza legale gratuita o a basso costo cui puoi rivolgerti. Queste possono essere collegate con un’Università di studi giuridici o con una “Clinica Legale” pubblica o senza scopo di lucro.
  4. 4
    Valuta in anticipo cosa dirà il convenuto. Quando lavori sulla tua esposizione, dovresti considerare anche ciò che dirà la controparte per screditarle o far sembrare che la responsabilità sia tua. Per stabilire cosa potrebbe dire il tuo avversario in tribunale, pensa a come potrebbe raccontare la vicenda e ai punti di divergenza rispetto alla versione che darai tu. Prepara le risposte alle sue osservazioni.
    • In altre parole, quali aspetti della tua pretesa potrebbero essere spiegati dal convenuto in modo da far sembrare che il responsabile sei tu? Che risposte puoi dare per dimostrare di non avere colpe?
    • Ad esempio, se la controversia riguarda danni a una proprietà, l’avversario potrebbe cercare di dimostrare di non avere colpe o anche di farti apparire come il responsabile. Cerca di anticipare cosa potrebbe dire in modo da essere in grado di confutare le sue affermazioni.
  5. 5
    Prendi in considerazione una transazione. Puoi accordarti con l'altra parte in qualsiasi momento prima che il giudice emetta la sentenza. I tribunali preferiscono che le parti si accordino, se possibile. Infatti, alcuni richiedono alle parti un tentativo obbligatorio di mediazione prima del processo. Nella mediazione un terzo estraneo al caso parla con entrambe le parti per tentare di giungere a un accordo.
    • Se si arriva a un accordo, di solito il mediatore si prenderà cura del lavoro burocratico per il tribunale. Se non si arriva a un accordo, si va al processo.
    Pubblicità

Parte 4 di 5:
Presentare il Caso in Tribunale

  1. 1
    Informati sulla data e l'ora dell’udienza. Dovrai tenere precisa memoria del calendario delle udienze in modo da non presentarti il giorno sbagliato o nel momento sbagliato. È inoltre necessario essere puntuali, il che in realtà significa arrivare in anticipo. Puoi essere più preparato, rilassato, organizzato e pronto a esporre il tuo caso quando non sei preso dalla fretta.
    • Se una delle parti non compare, l'altra può vincere per contumacia. Assicurati tutte le opportunità per essere presente all'udienza.
    • Se non puoi partecipare il giorno dell’udienza, puoi chiedere un rinvio (o una prosecuzione). Hai bisogno di presentare questa richiesta non meno di 10 giorni prima dell'udienza, devi pagare una tassa e avere motivi validi per il rinvio.[12]
  2. 2
    Chiedi un interprete, se ne hai bisogno. Se l'inglese non è la tua lingua madre e pensi di avere difficoltà a presentare il caso, puoi portare un interprete con te. Dovrebbe essere un amico o un parente, ma non qualcuno direttamente coinvolto nel caso. Non è un testimone ed è lì solo per aiutarti a comunicare con il giudice riguardo al tuo caso.
    • Se non hai nessuno da portare, chiedi al cancelliere del tribunale di darti indicazioni per gli interpreti. Questi in genere chiedono un compenso per il loro lavoro. Se non puoi permetterti di pagare un interprete, chiedi al cancelliere di avere un interprete gratuitamente.[13]
  3. 3
    Vestiti e comportati in modo professionale. Tratta l’udienza come se fosse un importante colloquio di lavoro (o anche un funerale), quindi indossa un abbigliamento formale e tradizionale da lavoro. Indossare un completo non è necessario, ma dare l’impressione di prendere sul serio il procedimento ti mette in buona luce.
    • Mostra rispetto al giudice e non indisporlo. La prima impressione è importantissima: apparire come una persona rispettosa e dignitosa potrebbe essere utile per vincere il caso. Questo vale soprattutto se il convenuto è disorganizzato, impreciso e maleducato.
    • Resta calmo e rilassato durante il procedimento. Porta delle copie di tutti i documenti presentati e di tutte le prove che intendi fornire. Conservali in modo ordinato, così potrai trovarli rapidamente al bisogno, senza rallentare il procedimento.
    • Se il convenuto dice qualcosa non vera o sulla quale non sei d'accordo, non reagire d’istinto. Avrai la possibilità di fare le tue obiezioni. Limitati a prendere nota di ciò che è stato detto e confuta le affermazioni non vere quando è il tuo turno. Aspettare il tuo turno ti farà apparire più professionale e rispettoso.[14]
    • Non parlare mai alla parte avversa. Rivolgi tutte le dichiarazioni al giudice.
  4. 4
    Descrivi l’evento che ha dato origine all’azione legale. Presenta il caso in modo calmo, circostanziato e senza giri di parole. Assicurati di esporre la versione della vicenda basandoti sui fatti e sostieni le tue affermazioni con le prove che hai raccolto. Fornisci molti dettagli e sii pronto a presentare le prove quando ti sarà chiesto.
    • Evita affermazioni gonfiate o esagerate e non fare appello alle emozioni. Il giudice dovrà prendere una decisione basata sui fatti e sugli aspetti legali del caso, non sulle emozioni.[15]
    • Includi le dichiarazioni dei testimoni (scritte o rilasciate di persona) per dare più sostegno alle tue ragioni. All'inizio del procedimento fai sapere alla corte se hai testimoni.
  5. 5
    Fai seguire alla descrizione del caso la precisazione delle somme di denaro richieste. Preparati a raccontare al giudice gli eventi puntuali che hanno recato danno. Descrivi ogni specifico elemento di prova e associalo a definite somme di denaro. Evita gli argomenti vaghi o, semplicemente, non insistere sul fatto di aver subito un torto.[16]
  6. 6
    Ascolta la controparte. Esporrà la sua versione della vicenda e probabilmente sarà agguerrita quanto te, in particolare se è in gioco una discreta quantità di denaro o la reputazione di qualcuno. Se ascolti con attenzione e prendi appunti mentre parla, inizierai a identificare le lacune nella sua versione o gli errori di giudizio che potranno dare più forza alle tue ragioni. Dopo che il convenuto ha finito di parlare, ti sarà data la possibilità di parlare di nuovo e di confutare le sue affermazioni.
  7. 7
    Ascolta la sentenza. Dopo che il giudice ha ascoltato entrambe le versioni, emetterà la sentenza. Ascoltala, senza interrompere né mostrando segni di contrarietà o approvazione mentre la pronuncia. Limitati ad ascoltare e a rispettare la sentenza del giudice.
    Pubblicità

Parte 5 di 5:
Risolvere il Giudizio con il Pagamento del Debito

  1. 1
    Scrivi una lettera per chiedere il pagamento del debito. Se hai vinto il processo e ti sono state riconosciute le somme richieste, il tribunale non riscuote per conto tuo. Hai ancora il problema d’incassare il denaro. Scrivi una lettera esplicita e professionale al convenuto chiedendogli di pagare. Le sentenze delle corti per le vertenze minori diventano esecutive 30 giorni dopo che il cancelliere ha registrato l’Avviso della Sentenza, salvo che il convenuto non abbia depositato un ricorso.[17]
    • Una sentenza, per quanto a tuo favore, non è altro che questo: una sentenza. Non c’è alcuna garanzia che la persona fisica o giuridica paghi.[18]La controparte può tentare di evitare il pagamento dell’intero o non avere le risorse per pagare. Le sentenze sono valide per 10 anni, anche se certamente non vuoi stare dietro al pagamento per così tanto tempo.[19]
    • Prendi in considerazione la capacità del convenuto di pagare. Se non ha denaro a sufficienza per regolare il debito, modifica il piano delle scadenze in modo che possa pagarti con rate settimanali o mensili. Puoi anche rinunciare agli interessi o a parte del debito. Se sembra che non sarà in grado di rimborsare l'intero debito, recuperare qualcosa è meglio che niente.
  2. 2
    Imponi il pagamento. Se il debitore cerca di sottrarsi al pagamento, ci sono alcuni meccanismi giuridici che consentono di renderlo esecutivo. Questi possono comprendere il pignoramento dello stipendio, del conto bancario, di attività, del registratore di cassa (se ha un negozio, ad esempio, lo sceriffo potrebbe presentarsi e prelevare fisicamente denaro dal registratore di cassa), e così via.
    • Dovresti passare attraverso canali legali appropriati per imporre il pagamento. Mai andare a casa di qualcuno o nel luogo di lavoro per esigere il pagamento. Stai solo andando incontro a problemi legali se lo fai.[20] Consulta le regole del tuo stato per come rendere esecutivo un pagamento utilizzando procedure appropriate.
  3. 3
    Firma un’Attestazione di Esecuzione della Sentenza. Quando il debito è stato pagato, entrambe le parti dovrebbero firmare un’Attestazione di Esecuzione della Sentenza. In questo modo il convenuto non sarà perseguito una seconda volta per lo stesso debito. La prova del pagamento, ad esempio una ricevuta o la contabile di un pagamento tramite banca, dovrebbe essere allegata all’attestazione. L’avviso dell’attestazione deve essere depositato presso il Tribunale entro 14 giorni dal pagamento finale del debito.[21]
  4. 4
    Presenta un ricorso per una decisione di cui non sei soddisfatto. Se ottieni una sentenza a favore del convenuto, potresti ritenere di non aver ricevuto un giudizio equo. Di solito il ricorso deve essere depositato entro 30 giorni dalla sentenza, ma dovresti verificare le regole del tuo stato. Chiedi assistenza al segretario della contea per la pratica.
    • Considera che il processo di appello è in genere più formale rispetto al procedimento nelle corti per le vertenze minori. Probabilmente sarà necessario avere un rappresentante legale presente nel corso dell'udienza di appello.
    • Sii consapevole del fatto che anche il convenuto ha la facoltà di depositare un ricorso se non si ritiene soddisfatto della sentenza del tribunale.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Vendere la Propria Casa da Privato

Come

Riconoscere gli Euro Falsi

Come

Calcolare la Percentuale del Tasso di Crescita Annuo

Come

Calcolare il Valore del Tuo Oro

Come

Fare un'Indagine di Mercato

Come

Cercare delle Sponsorizzazioni

Come

Calcolare i Rendimenti Annualizzati del Tuo Portafoglio Investimenti

Come

Capire se uno Specchio è Semiriflettente

Come

Comprare un Terreno

Come

Calcolare la Percentuale di Aumento di un Costo

Come

Calcolare la Retribuzione Lorda

Come

Cambiare Identità

Come

Calcolare il VAN

Come

Rintracciare una Persona
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Clinton M. Sandvick, JD, PhD
Co-redatto da
Ex Avvocato Civilista
Questo articolo è stato co-redatto da Clinton M. Sandvick, JD, PhD. Clinton M. Sandvick ha lavorato come avvocato civilista in California per più di 7 anni. Ha conseguito la Laurea in Giurisprudenza presso la University of Wisconsin-Madison nel 1998 e ha realizzato un Dottorato di Ricerca in Storia Americana presso la University of Oregon nel 2013. Questo articolo è stato visualizzato 1 008 volte
Questa pagina è stata letta 1 008 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità