Come Vincere quasi Sempre a Scacchi

3 Parti:Vincere da PrincipianteVincere da Giocatore IntermedioVincere da Giocatore Esperto

Padroneggiare il gioco degli scacchi è un processo che può richiedere molti anni, ma non serve diventare un maestro per vincere quasi ogni partita; basta capire le meccaniche del gioco. Imparando a riconoscere alcune mosse e a intuire la strategia del tuo avversario, potrai apprendere come proteggere in modo efficace il tuo Re, come attaccare quello nemico e come vincere quasi tutte le partite.


Per sfruttare al meglio i contenuti di questa guida, dovresti conoscere già le basi del gioco. Se sei un principiante, clicca qui per leggere un articolo adatto alle tue prime partite.

Parte 1
Vincere da Principiante

  1. 1
    Impara a conoscere il valore di ogni pezzo e proteggili di conseguenza. Il Re è ovviamente il pezzo più importante, perché perderlo significa essere sconfitti. Le altre pedine però non sono carne da cannone che puoi gettare al vento. Sulla base della matematica e della geometria della scacchiera, alcuni pezzi hanno più valore di altri. Ricorda queste classificazioni quando decidi se mangiare. Ad esempio, non dovresti mettere a rischio una Torre solo per eliminare un Cavallo avversario.
    • Pedone = 1
    • Cavallo = 3
    • Alfiere = 3
    • Torre = 5
    • Regina = 9[1]
    • I pezzi degli scacchi sono definiti a volte come "materiali". Dovrai avere materiali di alta qualità per vincere ogni partita.
  2. 2
    Impara gli obiettivi delle migliori mosse d'apertura. Negli scacchi, le aperture sono le prime mosse del gioco; determinano la strategia generale e il posizionamento sulla scacchiera per l'intero incontro. Il loro obiettivo è sviluppare, ovvero avanzare dalle caselle di partenza, più pezzi potenti possibili. Considera gli aspetti seguenti per decidere quale sia l'apertura migliore per la tua partita:[2]
    • Dovresti spostare le pedine verso il centro della scacchiera, per aprire la strada ai pezzi più potenti.
    • Le mosse di apertura cambiano se giochi con il Nero o con il Bianco. Dato che il Bianco muove per primo, dovrai passare all'attacco e cercare di controllare la partita. Il Nero dovrebbe chiudersi e aspettare, sfruttando gli errori del Bianco per attaccare.
    • Non muovere mai lo stesso pezzo due volte, se non è minacciato da un pezzo dell'avversario. Più pezzi sposterai, più l'avversario dovrà stare in guardia.
    • Considerando i principi descritti in precedenza, consulta la lista di mosse di apertura usate dai Grandi Maestri ai tornei più recenti.
  3. 3
    Pensa 4-5 mosse in anticipo, usando ogni spostamento per preparare assalti complessi. Per vincere negli scacchi, dovrai pensare sempre qualche mossa nel futuro, preparando attacchi lunghi e complicati per battere l'avversario in astuzia. La prima mossa determina il corso del resto della partita, conducendo alla tua prima offensiva o al controllo di una specifica sezione della scacchiera. Il modo migliore per un principiante per imparare come pianificare la propria strategia è fare pratica con le più comuni combinazioni di apertura:
    • L'apertura classica Ruy Lopez prevede di muovere gli alfieri e attaccare. Sposta il Pedone del Re in avanti di due spazi, poi il Cavallo in F3 (se giochi con il Bianco). Termina portando in avanti l'Alfiere del Re, fino a una casella di distanza dal Pedone avversario.[3]
    • L'apertura Inglese è lenta e versatile. Muovi il Pedone C2 in avanti di una casella, poi prosegui con il Pedone G2 per liberare l'Alfiere del Re (se il Nero muove al centro) o con il Cavallo della Regina (se il Nero muove lateralmente).[4]
    • Prova l'avventuroso Gambetto di Re. Questa apertura eccitante usata dai Grandi Maestri, da Bobby Fisher in avanti, può disorientare i principianti. Ti basterà muovere entrambi i Pedoni del Re (E2 & F2) di due spazi. Il Nero si esporrà spesso con un attacco, perché avrà l'impressione che tu ti sia aperto troppo, ma il tuo muro di pedoni gli causerà presto dei problemi.[5]
    • Prova il Gambetto di Regina per controllare il centro della scacchiera. Il Bianco muove il Pedone della Regina in D4, attirando il pedone del Nero in D5. Il Bianco abitualmente proseguirà con il Pedone dell'Alfiere in C4. Questa strategia indirizza il gioco al centro e apre le corsie laterali per la tua Regina e i tuoi Alfieri.[6]
      • Una buona difesa per il Gambetto di Regina è la Difesa francese. Se giochi il Nero, inizia muovendo il Pedone del Re in E6. Il Bianco spesso muoverà il Pedone della Regina in D4, permettendoti di rispondere con il tuo Pedone della Regina in D5. In questo modo hai aperto un percorso d'attacco per il tuo Alfiere. Se il Bianco mangiasse il tuo Pedone della Regina in E6, lascerebbe il Re esposto, perciò potrebbe spostare il Cavallo in C3. A quel punto potrai muovere l'Alfiere in B4, bloccando il Cavallo.
  4. 4
    Prova le quattro mosse del "Matto del Barbiere" per vincere la partita in un lampo. Questo trucco funziona solo una volta per ogni avversario, perché i giocatori più esperti noteranno la tua strategia e si difenderanno. Detto questo, il Matto del Barbiere è un ottimo modo per cogliere di sorpresa un principiante e ottenere una facile vittoria.
    • Bianco: Pedone del Re muove di 1 (E7-E6); Alfiere del Re in C5; Regina in F6; Regina in F2.
    • Nero: Pedone del Re muove di 1 (E2-E3); Alfiere del Re in C4; Regina in F3, Regina in F7.[7]
    • Come contrastare il Matto del Barbiere: porta fuori il Cavallo come ostruzione, se noti che l'avversario sta provando questa strategia – probabilmente non sacrificherà la propria Regina solo per mangiare un Cavallo. L'altra possibilità è usare una mossa molto simile: invece di portare la Regina avanti, puoi lasciarla su E7, davanti al Re.
  5. 5
    Controlla le caselle centrali per dominare la partita. Durante il gioco, la tua preoccupazione principale deve essere quella di controllare le caselle centrali della scacchiera, in particolare le quattro esattamente al centro. Da quella posizione, infatti, è possibile far partire attacchi su tutta la scacchiera e di conseguenza controllare il ritmo e la direzione della partita. Ad esempio, il Cavallo ha otto mosse potenziali dal centro della scacchiera, ma solo 1-2 sui lati. Puoi ottenere il controllo della zona desiderata in due modi:
    • Il sostegno del centro è una strategia che prevede di avanzare lentamente verso il centro della scacchiera con più pezzi. I Cavalli e gli Alfieri danno supporto sui fianchi, pronti ad attaccare e mangiare in caso di offensive dell'avversario. In generale, questo sviluppo lento è il più comune.
    • L'uso delle corsie laterali è uno stile di gioco molto moderno che prevede di controllare il centro dall'esterno. Dovrai spostare Torri, Regina e Cavalli su entrambi i lati della scacchiera, rendendo impossibile il controllo del centro da parte dell'avversario.
  6. 6
    Sviluppa i pezzi uno per volta. Quando hai compiuto le mosse di apertura, dovrai iniziare a preparare un attacco. Dovresti spostare tutti i pezzi nella casella migliore possibile, levandoli da quelle di partenza.[8]
    • Se non sei costretto a fare diversamente, la strategia migliore è quella di muovere tutti i pezzi uno per volta. Non spostare lo stesso pezzo due volte se non per difenderlo da un attacco o realizzare un'offensiva molto vantaggiosa.
    • Non dovrai muovere tutti i pezzi. Avanzare tutti i Pedoni non ti aiuterà a vincere, perché indeboliresti la linea di difesa del Re.
  7. 7
    Impara a usare l'arrocco. L'arrocco è una mossa in cui il Re salta oltre la Torre, usandola come difesa dagli attacchi. Davanti al Re avrai ancora la linea di Pedoni a protezione. Si tratta di una tattica incredibilmente efficace, soprattutto per i principianti. Per sfruttarla:
    • Libera le caselle tra il Re e la Torre spostando Alfiere e Cavallo (se necessario anche la Regina). Prova a tenere più pedoni possibili fermi. Puoi usare questa mossa speciale su entrambi i lati.
    • Nello stesso turno, sposta Torre e Re, poi inverti la loro posizione nel punto in cui si incontrano. Perciò, se stessi eseguendo un arrocco sul lato del Re, finiresti la mossa con il Re su G1 e la Torre su F1.[9]
    • Nota che, per poter usare l'arrocco, Re e Torre non possono avere già mosso nel corso della partita. In quel caso, la mossa non sarebbe consentita.
    • Per vincere a scacchi è importante intuire la strategia dell'avversario senza lasciargli capire la tua. Non compiere un arrocco se non sei certo che sia la mossa giusta.
    • Dovrai pensare sempre diverse mosse in anticipo. Devi sapere dove poter muovere ogni pezzo e riuscire a predire le reazioni dell'avversario. Non è facile acquisire questa capacità; ti servirà molta pratica.

Parte 2
Vincere da Giocatore Intermedio

  1. 1
    Osserva con attenzione le mosse del tuo avversario. Quali pezzi sta sviluppando o che parte della scacchiera predilige? Se fossi nei suoi panni, che strategia a lungo termine adotteresti? Quando hai appreso le basi del gioco, dovresti sempre adattarti alle mosse dell'altro giocatore. Se si difende, preparando i pezzi dal suo lato della scacchiera per un attacco, chiediti quale sia il suo obiettivo finale. Puoi rovinare la sua strategia o fermare il suo piano? Ha lui il vantaggio, devi arretrare e difendere i tuoi pezzi più importanti o puoi metterlo sotto pressione?[10]
  2. 2
    Impara quando mangiare sacrificando un tuo pezzo. Scambiare i pezzi è ovviamente la scelta giusta quando il tuo ha meno valore di quello dell'avversario, ad esempio se dovessi sacrificare un Cavallo per mangiare la Regina nemica, ma decidere cosa fare non è semplice quando devi scambiare pedine di importanza simile. In generale, non dovresti sacrificare pezzi quando:
    • Sei in vantaggio nella posizione dei pezzi, nel controllo del centro della scacchiera e nello sviluppo del gioco. Meno pezzi saranno presenti in gioco, minore sarà il tuo vantaggio e più sarà semplice difendersi dai tuoi attacchi.
    • Il tuo avversario è bloccato in un angolo o ostruito dai suoi stessi pezzi. Quando hai messo alle strette il nemico, sarà più difficile per lui muovere se avrà molti pezzi a disposizione, mentre potrebbe riuscire a liberarsi se avesse meno pedine.
    • Hai meno pezzi del tuo avversario. Se hai più pedine dell'altro giocatore e nessuno dei due ha un chiaro vantaggio, inizia a mangiare. Aprirai nuovi percorsi da attaccare.
    • Porteresti due pedoni uno in fila all'altro. Questo rende quelle pedine molto meno utili, intasando la tua parte della scacchiera. Se però costringessi un avversario a portare due pedoni in fila per compiere uno scambio di pezzi di pari valore, potresti sfruttare questa situazione a tuo vantaggio.[11]
  3. 3
    Pensa sempre 5-6 mosse in anticipo. È più facile a dirsi che a farsi, ma dovrai avere una strategia a lungo termine per vincere le partite di scacchi con regolarità. Dovresti muovere ogni pezzo con tre obiettivi in mente. Se considererai sempre questi aspetti, migliorerai in fretta i tuoi piani di vittoria:
    • Sviluppa molti pezzi (Torri, Cavalli, Regina, Alfieri) nelle prime fasi di gioco e fallo spesso. Spostali dalle loro caselle di partenza per avere più opzioni a disposizione.
    • Controlla il centro. Il centro della scacchiera è la zona più importante da dominare.
    • Proteggi il Re. Potresti aver preparato l'attacco migliore del mondo, ma lasciare il Re indifeso porta quasi sempre alla sconfitta.[12]
  4. 4
    Mantieni il tuo vantaggio finché non potrai sfruttarlo al massimo. Negli scacchi l'inerzia è importante e quando è dalla tua parte, devi fare di tutto per non perderla. Se l'avversario si limita a reagire alle tue mosse, difende i pezzi dalle tue offensive e non contrattacca, indeboliscilo senza avere fretta. Ricorda, puoi vincere uno scambio e perdere comunque la partita. Non avanzare se ciò significa esporsi a un contrattacco. Limitati invece a mangiare i pezzi che l'avversario usa per difendersi, ottieni il controllo totale del centro della scacchiera e colpisci il nemico solo quando puoi metterlo in vera difficoltà.
  5. 5
    Impara a bloccare i pezzi. Bloccare un pezzo significa intrappolarlo e impedire all'avversario di usarlo, a meno che non sia disposto a perderlo. Questo attacco "passivo" è ottimo per controllare la partita e ti aiuterà a dominare i tuoi avversari. Per eseguirlo, studia le possibili mosse di un pezzo nemico. Di solito, le pedine che hanno limitazioni al movimento sono le più facili da attaccare. Terminata la tua analisi, invece di passare all'offensiva, sposta uno dei tuoi pezzi in modo da minacciare tutte le caselle che può raggiungere la pedina dell'avversario, rendendola di fatto inutile per qualche tempo.
    • Puoi bloccare un pezzo dell'avversario anche mettendolo in condizione di mangiare uno dei tuoi, ma solo sacrificandosi. L'altro giocatore potrebbe decidere di mangiare o di non farlo, ma sarai tu ad avere il controllo della situazione.[13]
  6. 6
    Valuta ogni mossa con obiettività. Dovrai osservare l'intera scacchiera, considerando tutte le mosse possibili. Non spostare un pezzo solo perché devi: rifletti e cerca sempre la mossa migliore da fare. La scelta più efficace dipende puramente dal contesto della partita, ma ci sono alcune domande che puoi porti per capire se una mossa è quella giusta:
    • Sono in una posizione più sicura di quella che avevo in precedenza?
    • Sto esponendo quel pezzo, il Re o un'altra pedina importante a un attacco?
    • Il mio avversario può mettere il mio pezzo in pericolo, costringendomi a tornare indietro e a "perdere" un turno?
    • Questa mossa mette pressione al mio avversario e lo costringe a reagire?[14]
  7. 7
    Elimina i pezzi dell'avversario senza isolare le tue pedine. Dovrai mantenere il controllo del centro della scacchiera, ma attaccare in modo compatto. I pezzi sono come i componenti di un'orchestra: ognuno ha uno scopo unico, ma sono più utili quando lavorano insieme. Eliminando i pezzi dell'avversario indebolirai la linea di difesa del suo Re e, se utilizzerai due o tre unità a supporto del tuo attacco, riuscirai ad avanzare senza perdere il vantaggio di materiale.[15]
  8. 8
    Proteggi sempre la Regina con un Alfiere o una Torre. Raramente ci saranno occasioni in cui vale la pena sacrificare il pezzo più potente sulla scacchiera, anche per catturare la Regina nemica. La tua Regina è il pezzo offensivo più versatile e devi usarlo di conseguenza. Proteggila e sostienila sempre, perché quasi tutti i giocatori sacrificheranno i loro pezzi per catturarla.
    • Le Regine possono esprimere il loro pieno potenziale solo se hanno sostegno. Quasi tutti i giocatori osservano in modo istintivo la Regina degli avversari, perciò usa la tua per costringere delle pedine a muovere negli spazi minacciati da Alfieri, Cavalli e Torri.[16]
  9. 9
    Non ostacolare i tuoi Alfieri con i tuoi Pedoni. Quei pezzi possono attaccare da grande distanza e usarli entrambi per controllare la scacchiera è fondamentale, soprattutto nelle prime fasi di gioco. Puoi apprendere molte strategie di apertura, ma il tuo obiettivo generale sarà di liberare la strada delle pedine più importanti, così che possano muovere liberamente.
    • Spostare i Pedoni in D4/D5 o E4/E5 libera la strada agli Alfieri e ti aiuta a prendere il controllo del centro della scacchiera. Libera presto gli Alfieri, poi usa il loro lungo raggio d'azione per proteggere le avanzate di Regina e Torri.[17]

Parte 3
Vincere da Giocatore Esperto

  1. 1
    Pensa a tutta la partita sin dalla prima mossa. Le partite di scacchi sono spesso suddivise in tre fasi, strettamente legate tra loro. I giocatori migliori sono sempre 10-12 mosse avanti nella loro mente e sviluppano 3-4 strategie contemporaneamente, secondo le intenzioni dell'avversario. Sanno che le mosse e le pedine scambiate nelle prime fasi di gioco hanno un grande impatto sulla chiusura della partita e pianificano di conseguenza.
    • Apertura: in questa fase imposterai il tono della partita. Con le prime 4-5 mosse svilupperai rapidamente molti pezzi e inizierai a lottare per il centro della scacchiera. Puoi passare all'attacco, mangiando le pedine dell'avversario, o difenderti, non avanzando e aspettando che sia lui a fare la prima mossa.
    • Fase centrale: in questa fase dovrai preparare l'assalto finale. Dovrai scambiare pezzi, prendere il controllo del centro della scacchiera e preparare 1 o 2 linee di attacco che potrai sfruttare in qualunque momento. Uno scambio di pezzi in questa fase può essere utile, ma dovrai calcolare l'impatto che la perdita di una pedina ha sulle tue probabilità di vittoria.
    • Fase finale: rimarranno solo pochi pezzi in gioco e saranno tutti preziosissimi. La fase finale della partita sembra sempre la più intensa, ma in realtà gran parte del lavoro è già stato fatto – il giocatore che ha "vinto" la fase centrale ed è rimasto con i pezzi più preziosi dovrebbe chiudere con uno scacco matto.
  2. 2
    Alla fine della partita gli Alfieri sono più importanti dei Cavalli. Anche se nelle prime fasi di un incontro questi pezzi hanno pressoché lo stesso valore, arrivati alla fine gli Alfieri possono muoversi più velocemente per tutta la scacchiera, mentre i Cavalli sono lenti. Ricorda questo concetto quando scambi dei pezzi: gli Alfieri potrebbero non essere così utili nel breve termine, ma saranno una preziosa risorsa nelle fasi decisive dello scontro.
  3. 3
    Utilizza la forza dei Pedoni se la scacchiera è vuota. Questi pezzi possono sembrarti inutili, ma sono fondamentali nelle fasi finali di una partita. Possono fare da supporto per i pezzi più forti, avanzare sulla scacchiera per generare pressione e proteggere il tuo Re. Questi tratti positivi però andranno persi se metterai i Pedoni sulla stessa fila. Tienili vicini e lascia che si sostengano in senso orizzontale. Quando in gioco saranno rimasti pochi pezzi, un Pedone promosso a Regina può farti vincere la partita.
  4. 4
    Impara a capire quando cercare il pareggio. Se hai meno pedine dell'avversario e sai di non avere possibilità di realizzare uno scacco matto con i pezzi a tua disposizione, devi cercare di arrivare alla patta. Nelle partite ufficiali di scacchi, dovrai capire in fretta quando non hai più possibilità di vincere (ti è rimasto un Re, un Pedone e magari uno o due altri pezzi, l'avversario ti sta costringendo a difendere, ecc.). Ci sono molti modi per evitare la sconfitta, persino quando la situazione sembra disperata:
    • Scacco perpetuo: la situazione in cui il Re dell'avversario si trova sotto scacco a ogni sua mossa. Nota che non si tratta di uno scacco matto, ma solo di una situazione sulla scacchiera in cui l'avversario non può difendere il proprio Re senza concedere uno scacco dopo ogni tua mossa. Spesso è un attacco disperato, che blocca il nemico tra attacco e difesa e lo costringe alla patta per tre ripetizioni.
    • Stallo: in questa situazione il Re non è sotto scacco, ma non può muovere senza finirci. Dato che un giocatore non può muovere in scacco volontariamente, la partita termina in pareggio.
    • Ripetizioni o mosse inutili: se sono state realizzate 50 mosse senza la cattura di un pezzo o uno scacco, puoi chiedere un pareggio. Anche se entrambi i giocatori ripetono la stessa mossa per 3 volte di fila (perché sono costretti a muovere avanti e indietro) la partita termina in pareggio.
    • Mancanza di materiale. Esistono alcuni scenari in cui vincere è matematicamente impossibile:
      • Sulla scacchiera sono presenti solo i due Re
      • Re e Alfiere contro Re
      • Re e Cavallo contro Re
      • Re e due Cavalli contro Re[18]
  5. 5
    Esercitati con alcuni problemi di scacchi nel tempo libero. Puoi migliorare molto le tue capacità anche senza avere alcun avversario. I problemi di scacchi sono scacchiere d'esempio che ti chiedono di realizzare uno scacco matto con una o due mosse. Puoi trovarne centinaia sui libri e su internet; col tempo apprenderai molte posizioni vantaggiose e azioni offensive inaspettate. Anche se raramente incontrerai le situazioni d'esempio su una vera scacchiera, i problemi di scacchi migliorano la tua capacità di visualizzare tutti gli angoli possibili di attacco e quella di preparare i tuoi pezzi.[19]
    • Cerca su internet questi problemi, oppure acquista in libreria un testo sulla strategia degli scacchi, che contenga problemi di esempio.

Consigli

  • Non far mai correre nessun rischio al tuo Re, è il pezzo più prezioso sulla scacchiera.
  • Gioca con la convinzione che vincerai.
  • Continua a esercitarti e non sprecare i tuoi pezzi!
  • Avanza in modo compatto. Se devi attaccare, pianifica già la tua ritirata.
  • Su internet troverai dei giochi di scacchi che possono suggerirti le mosse da fare. Fai attenzione a questi consigli, per apprendere le strategie migliori.
  • Quando ti senti pronto, partecipa a dei tornei o iscriviti a un club degli scacchi. Potrai migliorare le tue capacità e ottenere una classificazione ufficiale.

Avvertenze

  • Non usare trucchi semplici come il Matto del Barbiere contro giocatori esperti. Se il tuo avversario li conoscesse, rischieresti una sconfitta.
  • Non prendertela se non vinci! Ci vuole molta pratica per diventare un giocatore provetto!
  • Fai sempre attenzione prima di mangiare pezzi "gratis". Il tuo avversario potrebbe decidere di sacrificare un pezzo per catturarne uno più importante o per distrarti.

Cose che ti Serviranno

  • Avversari
  • Scacchiera e pedine
  • (Facoltativo) Un mentore che ti aiuti a migliorare
  • (Facoltativo) Un programma di scacchi sul tuo computer
  • (Facoltativo) Iscrizione a un club di scacchi
  • (Facoltativo) Un club di scacchi dove allenarsi

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Giochi

In altre lingue:

English: Win at Chess, Español: ganar casi siempre en ajedrez, Français: gagner presque toujours aux échecs, Deutsch: Beim Schach fast jedesmal gewinnen, Português: Vencer Quase Sempre no Xadrez, Русский: почти всегда побеждать в шахматах, العربية: الفوز في كل لعبة شطرنج تلعبها, Tiếng Việt: Thường xuyên thắng cờ vua, Nederlands: Bijna elke keer een schaakpartij winnen, Bahasa Indonesia: Memenangkan Sebagian Besar Permainan Catur

Questa pagina è stata letta 95 228 volte.

Hai trovato utile questo articolo?